FeaturedGiochi da tavolo

Strixhaven, la scuola di magia di Magic: the Gathering

Abbiamo dato uno sguardo in anteprima a molte delle carte della prossima espansione di Magic, e finalmente possiamo condividerle con voi!

Strixhaven è la nuova espansione di Magic: the Gathering, in uscita a metà aprile. Di questo nuovo set si conoscono già molte cose, ma com’è di consueto per Wizards of the Coast (quando non si lasciano sfuggire leak importanti!) le prime informazioni non sono altro che lo strato di superficie. Settimana scorsa siamo stati invitati a dare un’occhiata un pochino più in profondità quando abbiamo partecipato ad un esclusivo evento stampa (via Zoom, ovviamente!). Non vedevamo l’ora che scadesse l’embargo per potervi parlare di tutte le ghiotte novità che ci aspettano su Strixhaven!

Strixhaven: l’ambientazione

Questa espansione segna l’introduzione di un nuovo piano nel multiverso di Dominia, sul quale, in verità, non sappiamo poi molto… Se non che il piano ospita Strixhaven, la più prestigiosa accademia di magia di tutto il multiverso. Fondata al termine di una sanguinosa (e misteriosa!) guerra da cinque antichi draghi desiderosi di passare il proprio sapere alle nuove generazioni (e con esso la propria filosofia di vita, i propri ideali e i propri obbiettivi), la scuola si divide in cinque diversi collegi, ciascuno dei quali rappresenta una diversa specializzazione. Gli studenti che superano il primo anno possono scegliere a quale collegio affiliarsi, diventando quindi apprendisti di quel collegio, affrontandone le sfide ed imparandone i segreti. Per quanto riguarda le carte, ognuno dei collegi è affiliato ad una coppia di colori “nemici”. Inoltre, i cinque mazzi Commander che usciranno in concomitanza con Strixhaven avranno come carta principale uno dei professori del collegio. Abbiamo dovuto tenerci dentro queste gemme per tutta la settimana, ma finalmente possiamo mostrarle al mondo!

Lorehold: Ricerca senza limiti

strixhaven

Lorehold, in italiano Archeorocca, è il collegio degli storici, degli archeologi. Questi studiosi sono letteralmente in grado di parlare con il passato, grazie alla loro magia che permette di invocare l’essenza di un qualunque oggetto antico sotto forma di spirito con cui avere una conversazione. Meccanicamente, Lorehold è il collegio bianco e rosso, e potremo quindi aspettarci una buona dose di danni diretti, potenzialmente convertiti in punti vita. Tuttavia abbiamo anche avuto il sentore che questo collegio avrà parecchio a che fare con gli artefatti, almeno a giudicare da Osgir, il professore protagonista del mazzo Commander Eredità di Archeorocca!

Prismari: Esprimiti attraverso gli elementi

strixhaven

Prismari, il collegio blu e rosso, raccoglie invece gli artisti, coloro per cui la magia è il metodo più funzionale ed efficace di esprimersi. Qui troviamo musicisti, scultori, danzatrici, perfino artefici e costruttori, se questo è il modo che scelgono per esprimere la propria arte. Meccanicamente, sembra che i Prismari ruotino attorno a due meccaniche principali: la velocità esplosiva delle loro creature, sempre in cerca dell’adrenalina di una esibizione, e le magie enormi, a rappresentare la maestosità dell’arte che ricercano. Ecco a voi Zaffai, il professore a capo del mazzo Commander Esibizione di Prismari!

Quandrix: La matematica è magia

strixhaven

Strixhaven è un’università, quindi un luogo dove si istruiscono le nuove generazioni di incantatori, certo, ma anche dove i maghi più esperti fanno ricerca all’avanguardia, e perché no, dove gli studiosi dei vari ambiti si incontrano e scontrano su teorie, idee e modelli. In nessuno dei collegi questo è vero quanto in Quandrix, dove il conflitto fra l’anima verde, la natura, e quella blu, il pensiero razionale, è incarnato nei due capi-facoltà, ciascuno assolutamente convinto di avere ragione sull’altro. I Quandrix studiano la matematica della magia, e cercano di arrivare al centro della natura dell’universo con ragionamenti ordinati e algoritmi. Possono confrontarsi con degli strani frattali viventi, che si vedono un po’ ovunque nelle illustrazioni delle loro carte. I due professori, Adrix e Nev, sono alla guida del mazzo Commander Quanti di Quandrix. Sono comandanti blu e verdi, quindi non ci sarà nessuno di sorpreso nello scoprire che sono forti, vero?

Pennargento: Stile brillante. Mente ancora più brillante

strixhaven

Pennargento, Silverquill in inglese, è lo straordinario collegio bianco e nero. Diciamo straordinario, perché il concept che c’è dietro ci ha assolutamente affascinati e conquistati: su Strixhaven sono tutti studiosi di magia, come rappresentare dunque il conflitto fra due dei colori più estremi di Magic? Ecco come: i Pennargento sono i carismatici poeti e scrittori dell’università, gli studenti di letteratura moderna, per così dire. Il bianco della pagina incontra il nero dell’inchiostro, che per i Pennargento è vivo, e magico. Gli apprendisti di questo collegio sono in grado di produrre le più epiche ballate, per ispirare e sollevare gli animi, ma hanno anche perfezionato l’arte dell’insulto creativo. Fortemente competitivi, si esibiscono spesso in vere e proprie battaglie dialettiche, in quelle che sostanzialmente sono la versione fantasy delle battaglie fra rapper. Il professore che guida il mazzo Commander Dichiarazione di Pennargento è Breena!

Germoglioscuro: Bisogna sporcarsi le mani

strixhaven

Il collegio di magia verde e nero è Germoglioscuro, Witherbloom in inglese. Entriamo a tutti gli effetti nel territorio delle streghe classiche dei boschi: congreghe di incantatori che si incontrano in tetre paludi fangose, dove preparano pozioni e filtri e manipolano l’essenza stessa della vita e della morte. I Germoglioscuro sono i negromanti di Strixhaven, ma non aspettatevi i cucitori di Innistrad: questi hanno invece un’estetica molto più affine agli elementi naturali, e il feeling che abbiamo ricavato dalle immagini che abbiamo visto è più vicino a quello della magia vudù. Questa sensazione è resa ancora più forte dal tipo di creatura della professoressa che guida il mazzo Commander Stregonerie di Germoglioscuro, Willowdusk: è una druida, non una maga.

Strixhaven: le nuove meccaniche dell’espansione

La meccanica principale di questa espansione si chiama Magecraft: è un’abilità innescata con un trigger sempre uguale, ed è questo: ogniqualvolta lanci o copi una magia istantaneo o stregoneria, succede qualche cosa. Questa abilità viene poi declinata di volta in volta in modo differente dalle carte dei vari collegi, e gli Apprendisti, un ciclo di non comuni, sono pensati proprio per esemplificare le diverse interpretazioni dei collegi. Un’altra coppia di meccaniche, necessariamente da affrontare in parallelo, è quella rappresentata da Learn e dalle carte Lesson. Una carta con Learn possiede il seguente effetto (in aggiunta a ogni altra sua caratteristica): il giocatore può scegliere una carta Lesson che possiede ma che non fa parte della partita, rivelarla e aggiungerla alla propria mano. Se non lo fa, può scartare una carta e pescarne un’altra.

Lesson, quindi è un supertipo di carta, applicabile esclusivamente agli istantanei e alle stregonerie, che non ha effetto di per sé. Si tratta semplicemente di un modo per contrassegnare quali carte possono essere “apprese” grazie all’abilità Learn. Siamo certi che questa dinamica sarà assolutamente dominante nel limited di Strixhaven, dove le carte che non finiscono nel mazzo alla fine del draft potranno finalmente avere un’utilità. Nel gioco costruito, naturalmente, la cosa è limitata alle Lesson che abbiamo nel nostro sideboard. Purtroppo, non essendoci un sideboard in Commander, questa meccanica non avrà un grande impatto sul nostro formato preferito. A proposito, ecco un esempio di Lesson:

Ma quella non è Liliana?

Volti nuovi, graditi ritorni

Eh, già! La lezione è proprio quella, drammatica, appresa da Liliana su quale sia il prezzo da pagare nel fare affari con onnipotenti signori cosmici. Lo struggente momento del sacrificio di Gideon al culmine degli eventi della Guerra della Scintilla è immortalato in questa carta che mostra la nostra negromante preferita confrontarsi con un passato impossibile da dimenticare. Non abbiamo avuto notizie di Liliana dalla fine del conflitto su Ravnica… Fino ad ora. Salta fuori infatti che la planeswalker ha trovato rifugio proprio a Strixhaven, dove si è ritirata per elaborare il caos degli ultimi anni, fare ordine nella propria testa e, forse, tenere il profilo basso per un po’. Su Strixhaven, addirittura, nessuno la conosce per chi è davvero: si fa chiamare la Professoressa Onyx, una docente di, indovinate un po’, negromanzia per il collegio Germoglioscuro.

La presenza di Liliana, però, non deve stupire più di tanto: Strixhaven è davvero il collegio magico più prestigioso del multiverso e studenti provenienti da ogni dove arrivano nella speranza di poter perfezionare le proprie abilità e conoscenze. Altre due facce note sono i figli del re di Eldraine, Will e Rowan. Risolta la crisi nel loro piano, salvata la vita di Kenrith, i due giovani planeswalker sono liberi di iscriversi all’università, ed è su Strixhaven che li ritroviamo. Sono il primo esempio di carta modale a doppia faccia che presenta un planeswalker da un lato…e un planeswalker dall’altro!

strixhaven

Oltre a loro farà capolino anche Kasmina, vista anche lei su Ravnica in occasione della battaglia finale contro Nicol Bolas, e, pare, anche Lukka, dritto dritto dal piano di Ikoria.

Strixhaven: Booster Fun

Quelle che vi abbiamo appena fatto vedere sono alcune delle versioni dall’art estesa che si potranno trovare in tutte le bustine di Strixhaven, come di consueto. Ci saranno le solite carte showcase, che riguarderanno le Lesson, ma soprattutto ci saranno delle carte provenienti dal cosiddetto Archivio Mistico di Strixhaven! Si tratta di una selezione di carte provenienti dal passato di Magic, delle ristampe a cui è stato riservato un trattamento grafico molto speciale. In termini di lore, rappresentano le più antiche magie del multiverso, di cui è registrata una traccia nella biblioteca di Strixhaven, contenente una copia di ogni magia mai lanciata nella storia. Ciascuna delle carte dell’Archivio immortala la prima volta che queste iconiche stregonerie sono state lanciate: la prima contromagia, la prima palla di fuoco, il primo tutore demoniaco…sono in tutto 63, si dividono in tre rarità, e se ne troverà almeno una in ogni bustina per draft e set, ed almeno tre nei Collector boosters. Naturalmente la presenza di queste ristampe non cambia la legalità nei formati costruiti… Quindi, purtroppo, niente Fulmine in Standard, ancora per un po’!

Tuttavia sono assolutamente legali in Limited, quindi se avete la fortuna di sbustare qualche meravigliosa bomba proveniente dai tempi antichi potete assolutamente inserirla nel vostro mazzo draft, come si faceva un tempo per le invenzioni di Kaladesh e le invocazioni di Amonkhet!

Strixhaven uscirà nei negozi il 23 di aprile, e su Arena la settimana precedente, per il compianto prerelease. Ringraziamo Wizards of the Coast per averci invitato a questo sguardo in anteprima, che ci ha fatto venire l’acquolina in bocca. Non vediamo l’ora di gustarci questo nuovo mondo, e questo collegio magico in salsa Magic: the Gathering!

Magic: The Gathering Strixhaven Draft Booster Box (36 confezioni)
  • Include 36 Magic: il Gathering Strixhaven Draft Booster Packs. Ogni confezione contiene 15 carte magiche (540 carte magiche totali).
  • 1 scheda Mystical Archive in ogni confezione (36 totali).
  • 1 biglietto di lezione in ogni confezione (36 totali).
  • Draft Booster Box sono il modo migliore per disegnare con un massimo di 12 amici. Basta passare intorno a pacchetti, aggiungere alcune terre e lasciare che il divertimento inizia.
  • Scegli il tuo college presso l'università più prestigiosa per l'apprendimento magico in Magic: The Gathering's Multiverse.

Gabriele Bianchi

Lettore, giocatore, conoscitore di cose. Storico di formazione, insegnante di professione, divulgatore per indole. Cercatelo in fiera: è quello con la cravatta.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button