Cinema e Serie TVFeatured

Star Wars: 5 aspetti positivi e 5 negativi del nuovo corso della saga | Star Wars Week

Il 30 ottobre del 2012 è una data storica per il franchise di Star Wars. Quel giorno infatti è stato annunciato ufficialmente il passaggio di mano della saga dal suo creatore George Lucas ai nuovi proprietari di Lucasfilm, The Walt Disney Company. Fu un momento chiave, che aprì la porta a una nuova era per la serie, con una nuova trilogia cinematografica in cantiere e tanti altri progetti che sono poi arrivati. Ora, a pochi giorni dal debutto di Star Wars: L’ascesa di Skywalker, che sarà un punto di svolta per questa ‘Fase 1’, abbiamo deciso di tirare le somme ed elencare le cose che ci sono piaciute di più e quelle che ci sono piaciute di meno.

Star Wars: pro e contro della nuova era

Ogni volta che si parla di Star Wars ci sono sempre tantissimi punti di vista da considerare. Spesso si tratta di opinioni estremamente polarizzate, che si schierano in maniera netta tra i detrattori e i difensori dei tanti cambiamenti degli ultimi anni. Sembra quasi che lo scontro tra il Lato Chiaro e il Lato Oscuro della Forza non si sia limitato allo schermo (o alle pagine di libri e fumetti e tanti altri prodotti), ma abbia raggiunto anche gli appassionati. Lasciamo a voi decidere chi siano gli Jedi e chi i Sith in questa battaglia.

È indubbio che ci siano tanti aspetti positivi in questo ritorno della saga in una veste, almeno in parte, nuova. Rivedere, a più di 40 anni di distanza dall’inizio di tutto, questo mondo travolgere la cultura popolare ed essere ancora una volta centrale nelle discussioni è stato sicuramente inebriante. Ci sono state tantissime scelte negli ultimi anni che hanno colpito il fandom in positivo, non ultime le attrazioni dedicate alla saga nei parchi Disney o la prima serie live-action del franchise The Mandalorian. Non la troverete nella nostra lista, perché vogliamo aspettare la fine prima di dare un giudizio definitivo, ma merita una menzione per l’impatto travolgente che sta avendo.

Allo stesso modo, è ancora difficile esprimersi sui personaggi nuovi, a partire da Rey e Kylo Ren: il fandom si è spaccato e forse solo la conclusione del loro arco narrativo potrà fare luce sul loro allineamento nella Forza, narrativamente e metaforicamente.

D’altro canto, ci sono state anche tante scelte discutibili. Alcune sono interne alla nuova trilogia (pensiamo all’utilizzo del personaggio di Capitan Phasma o al famigerato ‘abbraccio mancato’ tra Leia e Chewbacca), altre sono relative al franchise nel suo complesso. Sebbene non concordiamo con i toni con cui spesso questo sentimento è stato espresso, è indubbio che una parte degli appassionati veda più lati negativi nella nuova era.

Tutta questa premessa per dire semplicemente che ci sono tantissimi altri lati positivi e negativi degli ultimi anni di Star Wars, che non hanno trovato spazio in questa lista. L’invito è quindi di segnalarci qui sotto o sui nostri canali social tutte le possibili aggiunte, da una parte e dall’altra, che voi avete riscontrato nella vostra esperienza con Star Wars.

Dopotutto questa è una saga che in un modo o nell’altro ha toccato tutti, generando grandi emozioni nei suoi 42 anni di vita. Una passione che arde ancora fortissima nei cuori di tutti noi che almeno una volta abbiamo preso in mano un ombrello e lo abbiamo agitato nell’aria sentendoci un po’ Luke Skywalker (con tanto di rumori del laser con la bocca). E forse è proprio quella sensazione unica che da origine a tutti i nostri sentimenti su Star Wars, belli e brutti. E ora, via con la lista!

[amazon_link asins=’8833470148,B07BMP4PMK,B0107H5FJ6′ template=’ProductCarousel’ store=’bolongia-21′ marketplace=’IT’ link_id=’1e2cace6-07a7-4e9c-932d-fd3639aeeb22′]
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11Pagina successiva

Mattia Chiappani

Ama il cinema in ogni sua forma e cova in segreto il sogno di vincere un Premio Oscar per la Miglior Sceneggiatura. Nel frattempo assaggia ogni pietanza disponibile sulla grande tavolata dell'intrattenimento dalle serie TV ai fumetti, passando per musica e libri. Un riflesso condizionato lo porta a scattare un selfie ogni volta che ha una fotocamera per le mani. Gli scienziati stanno ancora cercando una spiegazione a questo fenomeno.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button