Letteratura e fumetti

Spider-Man: JJ Abrams introduce dei particolari Avengers

Annunciata a giugno, la miniserie su Spider-Man scritta da J. J. Abrams assieme al figlio Henry, e disegnata dall’italiana Sara Pichelli, si sta rivelando piena di colpi di scena.

SPOILER!

I lettori di tutto il mondo con il terzo volume hanno potuto finalmente capire la piega voluta dagli Abrams. Ben, infatti, dopo aver chiesto aiuto a Tony Stark, nel nuovo numero di Spider-Man si ritroverà a dover affrontare la versione Cyborg di alcuni Avengers: Thor, Hulk, Captain America e Black Widow.

J. J. Abrams, dopo l’uscita del suo film Star Wars: L’ascesa di Skywalker (qui trovate la nostra recensione) ha parlato nuovamente della miniserie a fumetti scritta per Marvel Comics.

“Nick Lowe, l’editor di questo fumetto, si è messo in contatto [con J. J. Abrams] più o meno dieci anni fa. Più recentemente abbiamo cominciato a sviluppare un’idea: una nuova, eccitante e originale versione di Spider-Man” ha rivelato Henry Abrams.

J. J. ha poi aggiunto: “Nick mi faceva pressione affinché scrivessi qualcosa con lui. Più o meno un anno fa, ho cominciato a parlarne con Henry e da lì è nata l’idea per Spider-Man. Ed è stato proprio questo il bello. Anche se ne ho parlato a lungo con Nick, stranamente è tutto nato da una conversazione tra il sottoscritto e Henry.”

Ha inoltre rivelato: “È stato divertente lavorare con Henry. So che ha già altre idee in mente. Posso immaginare che lavorare con il proprio padre abbia i propri vantaggi, ma posso anche immaginare che voglia anche lavorare per conto suo.”

Lo Spider-Man di J. J.  e Henry Abrams in Italia

In Italia, la miniserie a fumetti scritta da J. J. e Henry Abrams, con le illustrazioni di Sara Pichelli, è pubblicata in contemporanea con gli Stati Uniti da Panini Comics. Il 30 gennaio 2020 debutterà in fumetteria il terzo numero.

Nicolò Monti

Lettore e gran bevitore di caffè, rigorosamente non zuccherato. Appassionato di storie ambientate in Scandinavia e in Islanda. Divoratore di musica nel tempo libero.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button