Cinema e Serie TVNews

Cosa si rischia a svelare i segreti di un film, spiegato da un avvocato Marvel

Paul Sarker, ex avvocato, illustra i vari casi

I cecchini Marvel sono una leggenda tra i fan del Marvel Cinematic Universe, il leggendario team legale che rintraccia gli attori per aver rovinato o divulgato accidentalmente dettagli del franchise sui social media o durante una conferenza stampa. Come è standard a Hollywood, gli accordi di non divulgazione (NDA) sono all’ordine del giorno tra coloro che lavorano sul set di una produzione dei Marvel Studios sia davanti che dietro la telecamera. Paul Sarker, ex avvocato dei Marvel Studios ha svelato, al portale Comicbook, alcune situazioni piuttosto scoraggianti che potrebbero verificarsi per coloro che infrangono un NDA dei Marvel Studios.

Paul Sarker illustra i vari casi

Queste le parole di Paul Sarker: “Legalmente, se violi un accordo di non divulgazione, potresti essere responsabile di danni, e quindi perseguibile a livello legale con una potenziale ingiunzione. Se fai una minaccia del tipo: ‘Ehi, rilascerò X informazioni a meno che non negoziate questo accordo con me’, in una ipotetica situazione di questo tipo lo studio potrebbe farvi causa e dire: ‘Ehi giudice, assicurati che questa persona non dica nulla perché questo potrebbe causarci danni irreparabili’. Ma è meno probabile che ciò accada”.

Paul Sarker afferma che dal momento che i film dei Marvel Studios spesso guadagnano quasi un miliardo di dollari al botteghino, i danni che un tribunale potrebbe chiedere sono sbalorditivi. Tuttavia, pensa che lo studio abbia maggiori probabilità di adottare un approccio più pratico. Infatti: “L’altra cosa che rischi è la relazione con i Marvel Studios, giusto? Diciamo che non sei stato scelto per quella specifica parte, per la quale comunque hai letto il copione perché eri in lizza per entrare nel film.

Paul Sarker sul far trapelare le informazioni

Se poi fai trapelare le informazioni di cui sei venuto a conoscenza, A) potrebbero farti causa e B) probabilmente non vorranno mai più lavorare con te perché non sei qualcuno di cui ci si può fidare. Tra l’altro se sei un attore della loro squadra e hai violato o stai violando il contratto, i Marvel Studios non sono costretti necessariamente a pagarti, a volte può capitare che il pagamento arrivi durante o alla fine della produzione”.

Infine Paul Sarker ha spiegato che gli accordi di non divulgazione: “Coprono tutto ciò che non è un’informazione pubblica, e che puoi ottenere solo dall’interno del team. Dal punto di vista dello studio si cerca una copertura il più ampia possibile, in modo tale da evitare le fughe di notizie”.

Source
comicbook

Anna Montesano

Scrittrice da quando ne ho memoria, dai diari al web. Viaggiatrice incallita e malata di serie tv, appassionata di tv e cinema. Nella vita un solo motto: "Perché rimandare a domani quando puoi vederlo oggi?"

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button