Cinema e Serie TV

Rinviata la cerimonia dei David di Donatello

L’Accademia del cinema italiano, – Premi David di Donatello – attraverso il sito ufficiale, annuncia che sarà “sospesa la cerimonia di assegnazione dei premi prevista per il prossimo 3 aprile”. Il comunicato ci svela che: “In accordo con Rai Uno, che l’Accademia del cinema italiano ringrazia per l’impegno e la disponibilità, è stata presa la decisione di rinviare l’evento al giorno venerdì 8 maggio”. Decisione saggia: “Nel comune intento di mantenere la celebrazione del nostro cinema, senza perdere di vista l’evoluzione dell’emergenza sanitaria“. L’emergenza Coronavirus tocca dunque anche l’attesa manifestazione del cinema italiano, rimandata a maggio.

A maggio si sfideranno per l’Oscar del cinema italiano Il Traditore di Marco Bellocchio, Il primo re di Matteo Rovere e Pinocchio di Matteo Garrone. Oltre a Martin Eden di Pietro Marcello e La paranza dei bambini di Claudio Giovannesi. In pole, con 18 nomination, c’è il film incentrato sul pentito di mafia Tommaso Buscetta. Tra le nomination troviamo quella per il miglior film, regia, e attore per un lanciatissimo Pierfrancesco Favino. A seguire, con 15 nomination, Il primo re con Alessandro Borghi e Pinocchio con Roberto Benigni.

Martin Eden è l’outsider dei David di Donatello

Martin Eden, grande protagonista all’ultimo Festival di Venezia, può essere considerato la variabile impazzita dei David. Dal portale dell’organizzazione possiamo scoprire la sinossi di Martin Eden. Questa la trama: “Dopo aver salvato da un pestaggio Arturo, giovane rampollo della borghesia industriale, il marinaio Martin Eden viene ricevuto in casa della famiglia”. Lo attende un incontro inaspettato: “Qui conosce Elena, la bella sorella di Arturo, e se ne innamora al primo sguardo”. Il motivo è semplice: “La giovane donna, colta e raffinata, diventa non solo un’ossessione amorosa ma il simbolo dello status sociale cui Martin aspira a elevarsi”. Martin ha un obiettivo preciso: “A costo di enormi fatiche e affrontando gli ostacoli della propria umile origine, Martin insegue il sogno di diventare scrittore e – influenzato dal vecchio intellettuale Russ Brissenden – si avvicina ai circoli socialisti”. Ma: “Entrando per questo in conflitto con Elena e con il suo mondo borghese”.

Anna Montesano

Scrittrice da quando ne ho memoria, dai diari al web. Viaggiatrice incallita e malata di serie tv, appassionata di tv e cinema. Nella vita un solo motto: "Perché rimandare a domani quando puoi vederlo oggi?"

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button