FumettiLetteratura e fumetti

Sweet Paprika: il piccante fumetto italiano | Recensione

La nuovissima scelta del colosso italiano del fumetto Mirka Andolfo lascia a bocca aperta

Il nuovo fumetto piccante della fumettista italiana Mirka Andolfo, Sweet Paprika, ha fatto subito parlare di sé dalla data di uscita, il 9 maggio 2021. L’autrice, già nota per le sue opere come Sacro/Profano e Mercy a livello internazionale non ha abbandonato i suoi tratti distintivi in quest’opera. Sweet Paprika è una commedia erotica che analizza la complessa psicologia del forte personaggio femminile principale, Paprika. Guardiamo tutti i tratti principali del capolavoro che ha stravolto il panorama fumettistico italiano in questa recensione di Sweet Paprika.

La trama di Sweet Paprika

Iniziamo la recensione di Sweet Paprika parlando della trama. La protagonista del fumetto è Paprika, una donna (anzi, diavoletta) in carriera. Paprika dà tutta sé stessa al suo lavoro, esercitando il suo potere da chief creative officer della Infernum Press su tutti i suoi sottoposti. Questo va a discapito della sua vita privata, praticamente inesistente nel campo di amici e amanti. Paprika cerca il contatto umano ma qualcosa dentro di lei la blocca ogni volta che ci arriva quasi vicino. Analizzando i desideri, le speranze e i conflitti, specialmente col padre di Paprika, Mirka Andolfo crea una storia universale partendo da un mondo fatto di angeli e demoni. 

Dal lato diametralmente opposto si trova Dill. Pur non essendo al centro della storia, abbiamo una finestra sull’anima di questo personaggio, sui suoi desideri e le sue preoccupazioni. Dill è un fattorino sessualmente libero, consapevole di essere sexy e dell’effetto che il suo sorriso ha sulle donne. Senza dire troppo sulla trama di un fumetto che merita di essere letto, questa è anche la sua maledizione. 

Attraverso pacchi misteriosi, meeting di lavoro, riunioni di famiglia, e molte, moltissime, scene di sesso, Mirka Andolfo scrive e illustra la piccante storia dei due. La loro storia non si conclude alla fine del volume, che infatti sarà il primo di una trilogia!

Temi

SweetPaprika

Tra i temi principali troviamo lo stigma attorno alle donne in carriera e il modo in cui vengono trattate le donne in alte posizioni di potere. Impossibile ignorare anche la forte attenzione sul cosiddetto slut-shaming, in particolare rivolto alle donne. Come nelle migliori opere, i temi grandi sono tessuti nei dettagli, nei commenti in un pannello, pennellate che danno l’idea del mondo viste da lontano. Non mancano comunque i momenti più espliciti di commento sociale. 

Questi argomenti relativi alla società sono perfettamente integrati con l’analisi psicologica di Paprika. In particolare, ai problemi legati alle relazioni di una repressa donna in carriera, che cerca rapporto e soddisfazione personale, ma sente di non poterli avere. Le fatiche di Paprika sono trattate in modo sorprendentemente realistico per un fumetto erotico con angeli e demoni, in tutte le frustrazioni, la rabbia e la tristezza che portano. 

Questo porta a consigliare il libro per la sua profondità e l’introspezione psicologica a chiunque possa esserne interessato, oltre agli amanti del genere del fumetto. Se pensate che un fumetto erotico su angeli, demoni e sesso non sia il vostro genere, riconsiderate l’opera a 360 gradi, sotto le apparenze di un genere che, ironicamente come Paprika, è considerato “basso” e “volgare”.

L’arte di Sweet Paprika

Pannello Sweet Paprika

Sotto i riflettori, oltre alla trama e ai personaggi, trova il suo posto lo stile unico di Mirka Andolfo. Non a caso l’autrice è già conosciuta e amata sia in Italia che all’estero. Sweet Paprika è chiaramente il lavoro di una fumettista veterana. Il design dei personaggi e le espressioni esagerate molto lontane dal realismo accentuano il mondo intenso creato dall’autrice. Pur essendo in bianco e nero, l’autrice riesce a rendere l’idea di un mondo estremamente colorato. 

Nell’esagerazione e nel fantastico, lo stile di Mirka Andolfo cattura perfettamente momenti e sensazioni quotidiane: La lunga lingua biforcuta di Paprika che si avvolge attorno alla forchetta, avvicinandosi ad una tanto attesa bruschetta da cheat-day non sarà minimamente realistico, ma riesce a catturare perfettamente il sentimento del segreto peccato di gola che ognuno si concede. Questo si sposa perfettamente con la commedia erotica che l’autrice sta raccontando, permettendo al lettore di ridere con l’autrice. Come nei migliori fumetti, Sweet Paprika è una delizia da leggere anche perché solo leggendo si capisce che l’autrice si è divertita nel scrivere le vicissitudini dei personaggi (e l’ha fatto con passione), permettendo al lettore di ridere con lei. 

Nelle scene piccanti Mirka Andolfo non censura nulla, esagerando al punto giusto. Nella sua completa impenitenza che non si legge come tabù, Sweet Paprika è una boccata d’aria fresca.

Le diverse edizioni

Sweet Paprika Variant Cover 731x1024
Variant cover di Artgerm

Potreste aver già sentito parlare di Sweet Paprika con un altro nome: Hot Paprika. Questo perché esistono ad ora due edizioni italiane (non considerando quelle speciali) del fumetto. Entrambe le storie sono sexy, erotiche, e presentano scene di rapporti sessuali. In Sweet Paprika le inquadrature dei pannelli spostano giusto un po’ lo sguardo via dall’azione. In Hot Paprika al contrario tutto viene rappresentato nella sua gloria originale. Persino la copertina, coperta nei negozi da una fascetta illustrata, non presenta censure. 
Entrambe le versioni sono provviste a loro volta di versioni speciali disponibili solo in fumetteria. Sweet Paprika ha una variant cover illustrata dall’artista digitale Artgerm. Hot Paprika è stata invece la prescelta per la versione Delust per i collezionisti, con una copertina variant a vernice uv, copie numerate e autografate dall’autrice.

Perché leggerlo?

Riassumendo questa recensione di Sweet Paprika, il fumetto è una divertente e illuminante commedia erotica di un colosso italiano del fumetto. Nel raccontare la storia di una demonietta in carriera che cerca disperatamente il contatto umano ma è terrorizzata al solo pensiero di averlo, Mirka Andolfo crea una storia universale in cui molte donne possono immedesimarsi. L’autrice bilancia perfettamente commento sociale e commedia, senza che uno sovrasti l’altro.

Non siamo solo noi a crederlo, il fumetto è già stato selezionato per diventare una serie televisiva animata dal produttore esecutivo di Love, Death & Robots Gabriele Pennacchioli.

Per chi avesse già letto Sweet Paprika e volesse farsi firmare una copia (o volesse farsi fare uno schizzo originale su una copia nuova), l’autrice è attualmente in tour in giro per l’Italia e non solo. Trovate qui tutte le date annunciate fino ad oggi.

Offerta
Sweet Paprika (Vol. 1)
  • Andolfo, Mirka (Autore)

Via
www.mirkandolfo.com

Elena Nonfarmale

Studentessa di lettere e host del podcast comico Interlinea, scrivo articoli quando non sto facendo propaganda di Jane Austen. Per conoscermi basta sapere le mie due frasi più pronunciate: "Leggi La canzone di Achille" e "Leggi Sei di Corvi".

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button