Cinema e Serie TV

Il rapporto padre-figlio in the Mandalorian: auguri papà

La festa del papà celebrata in una galassia lontana lontana, analisi ed evoluzione

I’ll see you again. I promise”. È con una delle ultime battute di Din Djarin a Grogu che inizia questa festa del papà, in una galassia lontana lontana. Perché seppure la ricorrenza sia un celebrazione tutta terrestre, così disallineata nella scelta del giorno, è guardando anche a quel viso che si è preso cura di noi che si cresce, si impara, si crede, in qualsiasi angolo dell’universo. In una galassia dove le figure paterne non hanno mai dimostrato una risma eccelsa, se non per le frasi ad effetto, ci ha pensato Jon Favreau a raccontare un Rapporto padre-figlio con la R maiuscola.

SPOILER ALERT: In questo articolo parleremo di entrambe le stagioni di The Mandalorian trasmesse finora, compreso il finale. Procedete con cautela se non avete ancora visto lo show.

Capitolo 1: la sorpresa

il primo incontro tra baby yoda e mando

Il protagonista che si presenta a noi come un inesorabile cacciatore di taglie inizierà il suo percorso verso l’accettazione della paternità già dalla fine del primo episodio. Tutto cambia nel momento stesso in cui si rende conto che la sua preda è Grogu (Baby Yoda per gli amanti del merchandising), tutto cambia quando la cupola di metallo mostra quegli occhioni così espressivi che si specchiano nell’elmo del mandaloriano.

Il ricordo dell’infanzia da orfano, il riconoscere l’abbandono nella sua stessa vittima, il dubbio viscerale su cosa fare. I primi passi sono mossi nell’indecisione di chi è combattuto fra il vecchio e il nuovo che emerge, una sensazione inesplorata, raccontata con una forza tracotante.

Capitolo 2: un clan di due

rapporto padre-figlio mandalorian

Dalle prime scene insieme si intravede già il sussurrato rapporto padre-figlio. Mando mette in discussione se stesso e, con lui, anche la propria missione. Inizia tutto con lo sparare al droide IG-11, continua poi con l’affrontare la Gilda dei cacciatori di taglie, per infine ergersi contro un intero carico di soldati imperiali.

Passi obbligati che lo faranno propendere per la scelta più naturale di un padre: assicurare un futuro sicuro al proprio figlio. Non basta più tenerlo sano e salvo vicino a sé, ma dovrà farlo mettendo la parola fine alla faccenda, trovare una soluzione risolutiva. L’intera seconda stagione è per l’appunto alla ricerca di quella soluzione. La minaccia a Moff Gideon è poesia paterna.

Capitolo 3: il rapporto padre-figlio

baby yoda in the mandalorian

Così Din Djarin impara, puntata dopo puntata, per istinto ad essere un genitore. Un dialogo costante tra le due generazioni, tra i due punti di vista, fatto di rimproveri, disobbedienza e riappacificazioni, come è consuetudine immaginare. Un rapporto che non è esente da sfide, emotive e caratteriali, soprattutto nel protagonista.

Perché se per Grogu è tutto facile, bastano quattro versi e un faccino innocente, per Mando l’evoluzione è tutta celata dietro la schermata dell’elmo. Il cambiamento si cela tutto nei silenzi, nella fisicità di Pedro Pascal, negli ultimatum inclementi. Non importa quante volte l’infante possa essere attaccato, perché è così il mondo circostante, crudele e aspro. Compito di un buon genitore è proprio quello di guidare il figlio, insegnargli. È nelle certezze che si sgretolano che siamo davvero in grado di apprezzare lo sforzo di un padre.

Capitolo 4: la separazione

il rapporto padre-figlio tra grogu baby yoda e din djarin mandaloriano

Sono sedici i capitoli che conducono alla maturità del rapporto padre-figlio in the Mandalorian. Sedici capitoli in cui si sviluppa a pieno l’arco narrativo. Vedere Din Djarin senza casco, sentirlo parlare senza il filtro vocale, vedere le rughe della sua stanchezza è stato, per noi spettatori, il climax della serie.

Eppure è così naturale per Grogu. La piccola mano, piena di curiosità, tocca la guancia, l’espressione sorpresa solo per pochi attimi, perché con o senza casco quella persona che ha davanti è suo padre. Non è più lo spietato cacciatore di taglie di sedici capitoli prima. È più umano, sfaccettato, in grado di prendersi cura di un’altra persona, perché se a disperdere il seme sono bravi tutti, per essere padre bisogna essere speciali.

Alla fine Din Djarin fa la scelta che ogni padre farebbe, la migliore, crede in Grogu e lo lascia andar via. È la conclusione naturale del loro rapporto…per ora. Un addio commovente, che segna l’evoluzione di uno dei più particolari e forse proprio per questo particolarmente significativo rapporto padre-figlio della narrativa contemporanea.

Bestseller No. 1
Hasbro Star Wars - The Child (Peluche Baby Yoda con Suoni ed Accessori Tipici del Personaggio Conosciuto Anche Come Baby Yoda, Ispirato alla Serie Disney + The Mandalorian)
  • The child: i fan lo chiamano "baby yoda", ma questo adorabile personaggio è noto come the child e i fan dai 3 anni in su possono aggiungere la propria versione coccolona di the child alla loro collezione star wars (e ai loro riti prima di addormentarsi) con il giocattolo peluche elettronico the child
  • 10 effetti audio: i bambini possono premere il corpo morbido del giocattolo peluche parlante the child per sentire l'adorabile voce di questo personaggio della serie disney plus the mandalorian cerchiamo di non scioglierci
  • Accessori del personaggio ispirati alla serie streaming: comprende gli accessori ispirati al personaggio della serie TV live-action che permettono agli appassionati e ai collezionisti di immaginare le scene dalla galassia di star wars
  • Stile autenticamente ispirato alla serie disney plus: il giocattolo peluche parlante the child ha lo stile autentico di questo fenomeno della cultura pop, tratto dalla serie disney plus
  • Giocattolo morbido in peluche: il corpo morbido in peluche consente ai bambini di coccolare da vicino con questo adorabile personaggio della galassia di star wars
OffertaBestseller No. 2
Simba - Disney Star Wars Mandalorian, Peluche The Child Baby Yoda 25 cm, 0 Anni, 6315875778
  • "The Child" è il più conosciuto dalla serie originale Disney "The Mandalorian", e ha subito catturato i cuori dei fan
  • The Child "Il Bambino" è pronto a ricevere abbracci e a vivere avventure intergalattiche in formato peluche, con i suoi grandi occhi il Morbido peluche è alto 25 cm
  • Il peluche indossa il mantello marrone della serie ed è la riproduzione fedele
  • Tenero amico da abbracciare e coccolare
  • Adatto a partire già dai primi mesi di vita

Mattia Russo

Laureato in Comunicazione, Marketing e Pubblicità per farla breve, e aspirante giornalista. Curioso per natura, dalla vena impicciona, tendo a leggere qualsiasi cosa, con un'inclinazione al fantasy. Non sono uno che ama i silenzi e parlo troppo. Pace.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button