Cultura e SocietàLifestyle

Da Nickelodeon, tante uova di Pasqua ai figli dei medici

L'iniziativa a supporto delle famiglie in questa Pasqua così difficile

Nickelodeon è pronta ad aiutare il personale sanitario in questo momento difficile, portando un po’ di gioia alle loro famiglie con tante uova di Pasqua. Si tratta di un modo per ringraziare chi, fin dai primi giorni dell’emergenza, è stato in prima linea per proteggere la salute di tanti italiani con impegno e abnegazione, aiutando tantissimi cittadini. Per questo motivo ViacomCBS Networks Italia ha dato il via a questa iniziativa, a supporto dei più piccoli.

Pioggia di uova di Pasqua grazie a Nickelodeon

Figli e nipoti degli operatori sanitari che stanno lavorando in questi giorni per fare fronte all’emergenza, riceveranno un piccolo pensiero. Si tratta di un modo per offrire un momento di spensieratezza, che riporti in parte lo spirito di festa, in un momento così particolare. Una piccola ricarica di allegria, per distrarsi da quello che sta succedendo e dare nuova vita alle speranze. Insomma, una via per riuscire a restare #LontaniMaVicini, come recita il claim della campagna.

Grazie a Nickelodeon, circa 2.000 uova di Pasqua arriveranno nei reparti di terapia intensiva di sette ospedali italiani. Si tratta di prodotti Balocco, tutti contenenti una speciale sorpresa dei Paw Patrol, gli amatissimi cuccioli della televisione.

Queste saranno le strutture sanitarie che riceveranno questa ondata di cioccolato. Si tratta di centri situati nei territori lombardi, più colpiti al momento dal contagio:

  • ASST Cremona (CR)
  • Grande Ospedale Metropolitano Niguarda (MI)
  • IRCCS Ospedale San Raffaele (MI)
  • Ospedale dei Bambini “Vittore Buzzi” (MI)
  • Ospedale Fatebenefratelli e Oftalmico (MI)
  • Ospedale Luigi Sacco (MI)
  • Ospedale Papa Giovanni XXIII (BG)

redazioneon

La Redazione di Orgoglio Nerd, sempre pronta a raccontarvi le ultime novità dal mondo della cultura Nerd, tra cinema, fumetti, serie TV, attualità e molto altro ancora!

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button