Intrattenimento

Netflix non sarà presente a Cannes 2019?

Aggiornameti sui dissapori tra Netflix e il Festival di Cannes

Netflix non sarà presente al Festival del cinema di Cannes: le due realtà continuano, seppur pacificamente, a non trovare un accordo sulle loro differenze. Il gigante dello streaming sarà di nuovo assente dalla Croisette senza film in gara o fuori concorso.

I colloqui in corso tra le due parti si sono svolti in tono amichevole, durante una cena a Los Angeles intercorsa tra Ted Sarandos (CEO di Netflix) e il direttore artistico di Cannes Thierry Fremaux, in città per un summit ospitato dalla Hollywood Foreign Press. L’incontro è stato solo uno dei molteplici in cui Netflix ha tentato di dissipare l’amaro disprezzo da parte di Cannes che ha portato il regno dello streaming a proiettare il film Roma alla Mostra del Cinema di Venezia. Una decisione che è valsa a Netflix la vittoria del Leone d’oro, per poi ottenere anche l’Oscar come miglior film straniero agli ultimi Academy Awards.

Uno scontro senza vincitori

Purtroppo non è stata ancora trovata soluzione per consentire a un titolo Netflix di far parte della line-up di Cannes. Al momento Netflix non avrebbe comunque un film pronto per il Festival da presentare. Entrambe le parti non hanno rilasciato altri commenti.

La relazione fra Cannes e Netflix è una delle più forti ossessioni di attori e giornalisti del settore, ed ha portato alcuni di questi a fare fantasiose speculazioni su come il loro stallo potrebbe finire. Uno scenario immagina un progetto per cui i film Netflix vengano distribuiti a Cannes prima che i titoli siano resi disponibili sul servizio di streaming; un altro ancora che quei film vengano temporaneamente rimossi dalla piattaforma di Netflix Francia per la durata del Festival. Ovviamente, nessuno di questi scenari è concepibile per gli espositori locali, come finirà?

Il programma di quest’anno si preannuncia più forte sul fronte americano grazie a Once Upon a Time in Hollywood di Quentin Tarantino e Ad Astra di James Gray. Solo due fra i numerosi film in lingua inglese fortemente votati alla competizione per un Festival che non rimarrà certo senza opzioni di livello.

Source
VarietyVariety

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button