News

Moverio BT-200: it’s over nine thousand

Vi spieghiamo come funziona. Magari non ve lo siete nemmeno mai domandato, ma quando si fa un lavoro redazionale diventa normale ricevere quotidianamente richieste di recensione, prova e test di prodotti, eventi o esperimenti.  Crescendo di popolarità è naturalmente cresciuta anche la mole di richieste da parte delle più svariate realtà. Abbiamo dovuto correre ai ripari e studiare internamente un metodo di lavoro che ci permettesse di affrontare al meglio le incombenze più strane.
Solitamente quindi abbiamo due regole d’ingaggio, la prima, quando le possibilità si successo sono molto scarse, mandiamo avanti Fabio Succi Cimentini. Non perché sia sacrificabile, anzi, ci ha sempre fatto comodo vederlo tornare indietro, così da poterlo riutilizzare. Resta tuttavia il più antipatico del gruppo, quindi quando sorteggiamo com’è come non è viene pescato sempre lui. Generalmente lo accompagniamo così da poter eventualmente avere dei testimoni… qualcuno dovrà pur scriverlo l’articolo! No?
La seconda regola d’ingaggio è quando il gioco è duro e serve qualcuno dalla scocca più resistente, qualcuno così duro da essersi convinto d’avere sangue vichingo… pur venendo dalla Calabria (se lo incontrate domandateglielo, l’argomentazione è interessante). 
Stiamo parlando di Silvio “Shiruz” Mazzitelli, lo stunt-man di ON.
Il problema con Silvio è che di solito, impegnato com’è a resistere al dolore, non presta attenzione al prodotto che sta provando e quindi serve comunque qualcuno che lo accompagni e prenda appunti per lui durante la performance.
Si tratta di circostanze in cui tutto il resto della redazione è sempre ben contenta di presenziare, quasi si andasse in gita. Due o tre addirittura si portano delle patatine da casa quando accompagnano Silvio a una recensione di prodotto.
Questa premessa per darvi una misura di quale delusione abbiamo provato nel vedere che Silvio, provando i nuovi occhiali Moverio BT-200 (by Epson), non solo non ha sbattuto contro dei muri (creando un certo disappunto tra gli scommettitori rimasti in ufficio) ma si è addirittura divertito ed entusiasmato. Un’enorme delusione per noi.
I nuovi Moverio sono un prodotto non comune, a una prima occhiata non convincono, almeno finché non si provano e ci si rende conto del loro potenziale.
Le applicazioni possibili sono molte e in continuo divenire ma tra quelle già attive che ci hanno davvero lasciato a bocca aperta non possiamo non menzionare la possibilità, in tempo reale, di tradurre graficamente, in una completa scelta di lingue, un qualunque testo ci circondi, sovrapponendo, in realtà aumentata, la traduzione al testo originale. Immaginate così di poter sfogliare una rivista in russo (a chi non capita?) e comprenderne il contenuto. Oppure, come faranno i partecipanti del prossimo Nerd Senza Frontiere, circolare per le strade di Tokyo e poter leggere cartelli, menu e pubblicità.
Non soltanto, attraverso un sistema di sincronizzazione potreste andare al cinema, vedere un film in lingua originale e con i vostri Moverio usufruire dei sottotitoli (avete letto tutti il blog di Leo vero?). 
Non contenti, grazie alla collaborazione di Silvio, abbiamo osato e portato il test a un livello superiore. Abbiamo chiesto a Silvio di preparare una torta seguendo una ricetta trovata online. Dalla prova senza Moverio il suo tablet ne è uscito con una cover di mascarpone. Ma una volta indossati gli occhiali, le mani restano libere di muoversi e la consultazione delle istruzioni diventa fluida e semplice. Un successo! Anche se la glassa alla fine non era delle migliori.
Lo stesso meccanismo si è presentato quando gli abbiamo rotto il lettore DVD e ha dovuto ripararlo potendo contare solo sui manuali in realtà aumentata e su un’abile padronanza dei pollici opponibili. Anche in questo caso Silvio ha superato l’ostacolo riparando in completa autonomia il guasto.
Gli occhiali Moverio BT-200, saranno disponibili sul mercato dal prossimo maggio al prezzo di 699,00 Euro.
Peseranno solamente 88 grammi, facili da indossare (ed eventualmente adattare a montature da vista). Se ancora i sacrifici di Silvio non vi hanno convinto immaginate cosa potreste farne combinandoli con dei videogiochi. Grazie alle tecnologie di rilevamento di cui sono dotati (fotocamera frontale, giroscopio, GPS, bussola e accelerometro), saranno in grado di rilevare con precisione i movimenti di chi li indossa e dell'ambiente circostante… il motivo per cui Silvio, anche allo “Schiaffo del soldato”, non ci ha dato soddisfazioni.
Ora ne sapete di più su come lavora ON e su come funzionano i Moverio BT-200.

Jacopo Peretti Cucchi

Il suo compito è occuparsi di tutti i “progetti speciali”, meglio ancora se sono segreti. Amante della buona cucina e grande appassionato di rugby e motori.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button