Cultura e SocietàNews

È morto Gino Strada, il fondatore di Emergency

Il fondatore di Emergency ci lascia all'età di 73 anni. Tantissimi i messaggi di cordoglio per ricordarlo

Il fondatore di Emergency Gino Strada è morto all’età di 73 anni. Medico, filantropo, attivista, per anni si è dedicato alla difesa dei più deboli con iniziative che lo hanno visto attivo, sul campo, in prima persona. Non sono ancora note le cause del decesso, anche se voci vicine alla famiglia hanno svelato di problemi cardiaci.

Il primo commento per questa scomparsa è arrivato dalla presidente di Emergency Rossella Miccio. “La notizia ci ha colto tutti di sorpresa, lasciateci riprendere dal dolore”. Anche la figlia Cecilia Strada ha voluto ricordare il padre attraverso i suoi social: “Amici, il mio papà Gino Strada non c’è più. Io vi abbraccio ma non posso rispondere ai vostri tanti messaggi (grazie), perché sono qui: dove abbiamo appena fatto un soccorso e salvato vite. È quello che mi hanno insegnato lui e la mia mamma. Abbracci forti a tutte e tutti”.

Tanti i messaggi in ricordo di Gino Strada

I messaggi per ricordare Gino Strada sono giunti copiosi. Tra questi quello, naturalmente, di Emergency: “Tra i suoi ultimi pensieri, c’è stato l’Afghanistan, ieri. È morto felice. Ti vogliamo bene Gino”. Questo invece quello della Ong: “Non riusciamo a pensare di stare senza di lui, la sua sola presenza bastava a farci sentire tutti più forti e meno soli, anche se era lontano. Il nostro amato Gino è morto questa mattina. È stato fondatore, chirurgo, direttore esecutivo, l’anima di EMERGENCY”. “I pazienti vengono sempre prima di tutto”, il senso di giustizia, la lucidità, il rigore, la capacità di visione: erano queste le cose che si notavano subito in Gino. E a conoscerlo meglio si vedeva che sapeva sognare, divertirsi, inventare mille cose”.

Su Twitter abbiamo raccolto altri messaggi dedicati a Gino Strada, davvero una marea di ricordi. David Sassoli scrive: “Se un qualsiasi essere umano sta in questo momento soffrendo, è malato o ha fame ci deve riguardare tutti, perché ignorare la sofferenza di una persona è sempre un atto di violenza, e tra i più vigliacchi”. Addio #GinoStrada, maestro di umanità”. Mentre Giuseppe Conte lo ricorda con le seguenti parole: “Una vita dedicata agli altri, e soprattutto ai più fragili e vulnerabili. Un esempio costante, concreto di autentica solidarietà e rara umanità. Una perdita inestimabile. Ciao Gino”.

Offerta
Buskashì
  • Strada, Gino (Author)
Source
ansa

Anna Montesano

Scrittrice da quando ne ho memoria, dai diari al web. Viaggiatrice incallita e malata di serie tv, appassionata di tv e cinema. Nella vita un solo motto: "Perché rimandare a domani quando puoi vederlo oggi?"

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button