Cultura e Società

Morto Giampiero Galeazzi, il giornalista sportivo

I giornalisti sportivi lo ricordano per la passione che metteva nel suo lavoro

È morto a Roma Giampiero Galeazzi, il giornalista sportivo famoso per le sue telecronache delle partite di calcio e di altre manifestazioni importanti. L’uomo aveva 75 anni e soffriva da tempo di diabete. In una recente intervista quest’ultimo aveva rivelato di “essere sempre” lo stesso, nonostante la malattia. Conosciuto come “Bisteccone” per la sua stazza, il giornalista è noto in particolare per la telecronaca alle Olimpiadi di Seul del 1988; con la sua voce ha reso la vittoria dell’Oro olimpico i fratelli Abbagnale un’esperienza ancora più emozionante.

In passato Giampiero Galeazzi ha preso parte ai programmi sportivi Novantesimo Minuto e Domenica Sportiva. Diventato un ospite fisso delle due trasmissioni, è ricordato per le sue interviste a Maradona e non solo. Tifoso della Lazio da tempo immemore, il telecronista aveva anche riportato i festeggiamenti per la vittoria del secondo scudetto ottenuto dalla sua squadra del cuore nel 2000.

Un evento, quest’ultimo, di cui era l’unico testimone tra i giornalisti di quel tempo. Inviato da Rai per seguire la finale degli Internazionali di tennis, in quella occasione lasciò la sua postazione per correre allo stadio a pochi metro da lui, rischiando anche il licenziamento. Una passione per lo sport e per la sua fede calcistica senza eguali.

È morto Giampiero Galeazzi, la reazione dei colleghi

Tanti sono i giornalisti sportivi che lo ricordano per la passione che metteva nel suo lavoro e la sua competenza. Tra questi, Lia Capizzi di Sky Sport, che su Twitter ha scritto:

“‘Bisteccone’, stupendo soprannome popolare che ha un limite, non gli rende giusto merito. Giampiero Galeazzi è stato molto di più. Ha rivoluzionato il modo di fare telecronache e interviste: competenza, preparazione, empatia. Un maestro travolgente. Ha dato un’anima allo sport.

E ancora Marco Mazzocchi di Rai:

Quando pensi di essere bravo, poi ricordi che prima di te quel microfono lo ha tenuto Galeazzi, che questa professione l’ha letteralmente inventata. L’uomo che ha reso indimenticabili imprese sportive per come ha saputo raccontarle. Il Fuoriclasse Assoluto. Ciao Giampiero

Infine, non manca il ricordo di Pierluigi Pardo, ex telecronista di Sky e Mediaset, ora su Dazn:

Una grandiosa ispirazione. Competenza e preparazione unite alla giusta dose di leggerezza e ironia. Un enorme dolore.  Abbraccio forte a Susanna e Gianluca.

Offerta
L'inviato non nasce per caso
  • Galeazzi, Gian Piero (Author)

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button