Cinema e Serie TV

I giovani scelgono Mio fratello rincorre i dinosauri

Al film italiano va il premio EFA Young Audience Award 2020

Negli scorsi giorni si sono tenute le premiazioni per l’EFA Young Audience Award 2020. Il premio, assegnato da una giuria di giovani appassionati di cinema, è dedicato al film capace di coinvolgere maggiormente gli spettatori europei adolescenti. A ricevere questo riconoscimento è stato il candidato italiano, ovvero Mio fratello rincorre i dinosauri, diretto da Stefano Cipani.

Mio fratello rincorre i dinosauri vince l’EFA Young Audience Award 2020

L’annuncio ufficiale è arrivato questo week-end. La cerimonia di premiazione si è tenuta in streaming live sul sito del premio, dove è ancora disponibile per chi volesse vederla. A condurre l’evento c’era Ivana Noa, che aveva  già collaborato con l’organizzazione come giurata in passato. In rappresentanza del film era ‘presente’ (ovvero connesso via teleconferenza) il regista Stefano Cipani, che è apparso estremamente emozionato per la vittoria. Dopo avere ovviamente ringraziato tutti i produttori, il cast, la troupe e chi in generale ha sostenuto il progetto, ha dichiarato semplicemente: “Non so davvero che dire, sono felicissimo!“.

Negli scorsi giorni si sono tenute le votazioni e le selezioni per l’EFA Young Audience Award 2020. Ovviamente il piano originale prevedeva una serie di proiezioni in sala, ma la situazione di emergenza attuale ha reso impossibile procedere in tale senso. E così, i giovani giurati, tutti tra i 12 e i 14 anni hanno potuto scoprire i tre film candidati online, su una piattaforma apposita.

Oltre a Mio fratello rincorre i dinosauri, in corsa per il premio c’erano Rocca Changes the World di Katja Benrath e l’olandese My extraordinary summer with Tess di Steven Wouterlood. E voi, concordate con la scelta di questi ragazzi?

redazioneon

La Redazione di Orgoglio Nerd, sempre pronta a raccontarvi le ultime novità dal mondo della cultura Nerd, tra cinema, fumetti, serie TV, attualità e molto altro ancora!

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button