Giochi da tavolo

Le meccaniche più comuni nei giochi da tavolo

Una panoramica delle meccaniche più comuni nei giochi da tavolo, per capire subito quale gioco vi piace di più!

Quali sono le meccaniche più comuni nei giochi da tavolo? Come si chiama la meccanica usata nel mio gioco preferito? E quindi quale meccanica devo cercare per trovare un gioco da tavolo che mi piaccia?

Vi sarete fatti almeno una volta nella vita queste domande, e per aiutarvi a trovare delle risposte abbiamo pensato a questo piccolo compendio delle meccaniche tipiche del mondo dei giochi da tavolo!

Piazzamento: quando appoggiare un elemento sul tavolo cambia la partita

Jamey Stegmaier

Partiamo dalla meccanica del piazzamento, utilizzata in molti giochi da tavolo! Si tratta di posizionare un oggetto sulla plancia di gioco o sul tavolo per creare maggiori punti vittoria.

Potreste dover piazzare lavoratori, come in Agricola di Uwe Rosemberg o in Viticulture di Jamey Stegmaier. In questo caso le pedine, spesso in legno, che i giocatori dovranno piazzare sul tabellone permetteranno di eseruire azioni o raccogliere risorse.

Altre volte invece si dovranno piazzare delle tessere, come in Carcassonne. Qui sono le tessere piazzate dai giocatori a creare il tabellone, aumentando i terreni sotto controllo di un giocatore e aumentando i suoi punti.

Ci sono poi i giochi di piazzamento dadi, dove da un pool di dadi a disposizione deve essere piazzato il dado col valore o risultato richiesto. In questo caso facciamo l’esempio di Sagrada.

Deck building: migliorare il proprio mazzo turno dopo turno

Passiamo alla meccanica del deck building, tradotto letteralmente “costruzione del mazzo”. Nei giochi di deck building si parte tutti con le stesse carte nel mazzo, ma poi è possibile acquistarne di nuove per migliorare le prestazioni del proprio mazzo ed accumulare più punti vittoria.

giochi non possono mancare

Come parlare del deck building senza citare il Padre di questo genere: Dominion? Si tratta di un gioco del 2008 ideato da Donald Vaccarino e pubblicato dalla casa americana Rio Grande Games.

In questo gioco tutti partono con le stesse 10 carte in mano, e col passare dei turni si possono acquistare carte azione e carte punti vittoria.

Una particolarità: le carte punti vittoria non fanno assolutamente niente durante la partita, sono delle pescate morte a inizio round. Ma sono anche le uniche carte che a fine partita daranno punti. Saprete trovare il giusto equilibrio nella costruzione del vostro mazzo?

Dominion è il capostipite di questo genere, ma i giochi da tavolo deck building sono molti, e molto validi. Ne abbiamo già parlato in un altro articolo.

Draft: tengo una carta e passo le altre

7 Wonders 1024x667

Una meccanica che si lega alla presenza delle carte nel gioco è il draft. Fondamentalmente ogni giocatore riceve lo stesso numero di carte, ne tiene una e passa le altre al giocatore alla sua sinistra, ricevendo le carte appena passate dal giocatore alla sua destra.

Chi gioca a Magic: the Gathering conosce questa meccanica, ma ci sono anche molti altri giochi che la utilizzano.

Portiamo ad esempio 7 Wonders di Antoine Bauza. Questo gioco da tavolo viene diviso in tre fasi di gioco delle Ere, all’inizio delle quali si procede facendo un draft delle carte per quella fase.

Nei giochi con draft di carte entrano in gioco diverse strategie: di solito è sempre meglio prendere una carta vantaggiosa per se, anche se a volte si ha la tentazione di prendere una carta che per se è inutile ma che darebbe grandi vantaggi al giocatore a cui sto per passarla.

Gestionale: usa le tue risorse nel modo giusto

Puerto Rico Nuova Copertina 689x1024

Parliamo ora dei giochi gestionali. In questi giochi da tavolo bisogna saper sfruttare le proprie risorse nel modo più efficace possibile, piazzandole nel posto giusto al momento giusto.

Abbiamo già menzionato Agricola, che entra anche nella categoria dei gestionali, ma non è l’unico. Troviamo anche altri giochi che hanno fatto la storia dei boardgames, come Puerto Rico.

In Puerto Rico dovrai gestire bene i tuoi lavoratori, utilizzarli per raccogliere risorse che poi dovrai inbarcare al momento giusto nelle navi dirette nel Vecchio Mondo, altrimenti sarai costretto a rovesciare in mare i barili di merce realizzati con tanta fatica!

Aste: chi offre di più?

meccaniche più comuni

Il concetto di asta è conosciuto da tutti, ed anche nei giochi che utilizzano questa meccanica il significato è abbastanza intuibile.

Si chiede al giocatore di fare una puntata, di solito denaro, su un elemento di gioco, che può essere una risorsa, un edificio oppure altro. In caso di vittoria dell’asta si assicurerà il beneficio legato a quell’elemento.

L’asta prosegue a turno, in modo che tutti i giocatori possono aumentare la propria puntata o ritirarsi, finché non ne rimane soltanto uno. Di solito è previsto anche il calo del prezzo dell’oggetto all’asta, se a nessun giocatore interessa, oppure il posizionamento di monete sopra all’oggetto, che diventeranno di proprietà di chi poi lo acquista.

Tra i giochi che hanno questa meccanica, citiamo Keyflower della HUCH! & friends.

Push your luck: saprai fermarti al momento giusto?

meccaniche più comuni

Push your luck è una meccanica che si basa sullo spingere la propria fortuna fino al limite, ma senza superarlo.

Di solito questa meccanicasi lega al fatto che i giocatori possono pescare senza limiti carte o token casuali, ma i punti o gli effetti vengono azzerati se si “spinge” troppo e si supera la soglia limite.

Questa meccanica è presente anche in Mystic Vale, un deck building in cui si possono rivelare carte all’infinito dal proprio mazzo, ma quando si rivela il terzo Simbolo Deterioramento, il turno finisce senza poter svolgere nessun’azione e le carte rivelate vengono scartate.

Le meccaniche più comuni, da sole ma anche insieme!

In questo articolo abbiamo approfondito le meccaniche più comuni che troverete in un gioco da tavolo. Alcuni giochi vedono la presenza di diverse meccaniche tra quelle descritte, non necessariamente con lo stesso peso. Alcuni giochi pur avendo una serie di meccaniche presenti, ne hanno una dominante. Altri ne hanno diverse, tutte bilanciate. Altri ancora hanno una meccanica che è la fusione di due o più altre meccaniche. Ma pensiamo che questo articolo offra uno specchio accurato delle meccaniche più comuni, che troverete nei giochi più conosciuti e più premiati. Buon divertimento!

Alessio Riccardi

Amante di giochi da tavolo, giocatore di Magic della prima ora, divoratore compulsivo di mostre. Se c'è un gioco da tavolo nelle sue vicinanze, probabilmente vi inviterà a fare una partita insieme!

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button