Cultura e Società

Marvel rimuove un altro pezzo controverso all’interno di Marvel Comics 1000

La casa delle idee censura nuovamente le parole di un suo autore a causa di riferimenti politici

A pochi giorni dal rifiuto di un articolo che attaccava Trump firmato Art Spiegelman, Marvel colpisce ancora rimuovendo un nuovo pezzo da Marvel Comics 1000 a causa delle parole poco gentili rivolte all’attuale sistema politico americano.

Questa volta il colpevole è Mark Waid, che descrive l’America come “deeply falwed” e incita gli americani a scendere nelle piazze a protestare contro il sistema, segnando per il suo articolo una fine simile a quella del collega autore di Maus, ovvero la rimozione dello scritto apparso nelle copie di anteprima. Le parole di Waid, che riportiamo qui di seguito, erano accompagnate da un’immagine a piena pagina di Captain America di John Cassaday e Laura Martin.

Capitan America Cassaday 600x300

“Il sistema non è giusto. Abbiamo trattato alcuni dei nostri in modo abominevole”, scrive Waid. “Peggio ancora, abbiamo perpetuato il mito secondo cui ogni americano può diventare qualsiasi cosa, può ottenere qualsiasi cosa, attraverso la pura forza di volontà. E questo non è sempre vero. Questa non è la terra delle opportunità per tutti. Gli ideali americani non sono sempre condivisi equamente. Eppure senza di loro non abbiamo nulla.”

Poi continua: “Il sistema americano è imperfetto, ma è il nostro unico meccanismo con cui porre rimedio alla disuguaglianza su una scala significativa. Sì, è un lavoro duro e sanguinante. Ma la storia ci ha mostrato che possiamo, a poco a poco, sistemare quel sistema quando abbastanza persone si arrabbiano. Quando abbastanza di noi scendono in strada e costringono quelli al potere ad ascoltare. Quando un numero sufficiente di noi chiede la rivoluzione e dice: L’ingiustizia non resisterà”.

Mark Waid E1538400046688 1024x512
Mark Waid

Dal momento che Marvel Comics 1000 rappresenta il fulcro delle celebrazioni per l’80° anniversario della Marvel l’articolo di Waid è stato sostituito da un pezzo meno critico verso la politica americana ma comunque accreditato allo stesso autore. Il tema principale questa volta riguarda la maschera indossata da Captain America per ricordare che l’importate sono gli ideali che il supereroe rappresenta e non l’uomo che indossa il costume.

“È un impegno combattere ogni giorno per la giustizia, l’accettazione e l’uguaglianza e per i diritti di tutti in questa nazione. Nella migliore delle ipotesi, questo è un buon paese pieno di persone che riconoscono che quelli – non l’odio, non il bigottismo, non l’esclusione – sono i valori del vero patriottismo”, spiega la nuova versione dell’articolo in modo decisamente più moderato di quella originale.

Eleonora Finassi

Eterna indecisa, timida, testarda. Amante di cinema, libri, serie TV e di tutto quello che può allontanarmi dalla vita quotidiana, anche se per breve tempo. Non nutro un semplice interesse per qualcosa, o ne sono ossessionata o niente, non esiste via di mezzo. Sto cercando il mio posto nel mondo.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button