Cinema e Serie TV

Mamma ho perso l’aereo: prime news sul cast del reboot

L’atteso reboot del cult natalizio Mamma ho perso l’aereo ha ufficializzato il cast. Tra i protagonisti del film per Disney+ ci saranno il simpatico interprete di Jojo Rabbit Archie Yates, Ellie Kemper e Rob Delaney. Dan Mazer sarà invece impeganta come regista del film scritto da Mikey Day e Streeter Seidell. Secondo indiscrezioni Archie Yates non interpreterà il personaggio di Macaulay Culkin, l’iconico Kevin McCallister, ma un nuovo personaggio in una premessa simile a quella dell’originale Mamma ho perso l’aereo.

La trama del reboot dello show è attualmente avvolta nel mistero. Ricordiamo che Archie Yates, già protagonista in JoJo Rabbit, il film satirico sul nazismo di Taika Waititi in cui interpreterà un ragazzino che non si lascia scoraggiare da nulla nonostante la sua mole.

Mamma ho perso l’aereo, un successo senza tempo!

Riguardo il primo capitolo, il film ha ottenuto un clamoroso successo nelle sale cinematografiche. Negli Stati Uniti è stato campione d’incassi assoluto della stagione invernale. Ha conquistato il primo posto del botteghino per dodici settimane consecutive, dal 16 novembre 1990 al 7 febbraio 1991. Ha successivamente mantenuto la top ten fino al periodo pasquale. Dopo nove mesi di permanenza in sala, il film ha totalizzato 285.761.243 dollari nei soli Stati Uniti e altri 190.923.432 all’estero, per un totale di 476.684.675 in tutto il mondo.

Fu il più alto incasso dell’anno negli Stati Uniti, e il secondo complessivo in tutto il mondo dopo Ghost – Fantasma. Nelle sale italiane è arrivato nella stagione 1990-1991, classificandosi al quarto posto del box-office; alla sua prima visione TV su Canale 5 l’11 ottobre 1993, ha registrato 13.622.000 telespettatori, in assoluto l’ascolto fino ad allora più alto per un film trasmesso dalle reti Mediaset.

Anna Montesano

Scrittrice da quando ne ho memoria, dai diari al web. Viaggiatrice incallita e malata di serie tv, appassionata di tv e cinema. Nella vita un solo motto: "Perché rimandare a domani quando puoi vederlo oggi?"

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button