Cinema e Serie TVFeatured

Mad Max: Fury Road, il chitarrista ha rischiato di essere tagliato dal film

George Miller, regista del film, ha rivelato che Warner Bros. voleva tagliare la scena con Doof Warrior. Personaggio diventato poi un'icona

Mad Max: Fury Road ha creato numerosi personaggi e immagini iconiche che l’hanno poi reso uno dei film d’azione più avvincenti del 2015. Tuttavia, uno di questi è stato quasi eliminato dalla versione finale. Kyle Buchanan del New York Times ha recentemente parlato con George Miller, regista di Fury Road. Quest’ultimo rivelato che Warner Bros. voleva tagliare la scena del film con Doof Warrior mentre brandisce la chitarra. “Il Doof Warrior riuscì veramente male all’inizio”, ha detto Miller. “Avevamo la temp track e ogni volta che Doof Warrior suonava nella proiezione del test, era lo stesso riff, quindi diventava fastidioso”. Il guerriero Doof, interpretato dal musicista australiano iOTA, è un chitarrista cieco che si trova in cima a una vasta collezione di altoparlanti mobili e porta una chitarra che spara fiamme ogni volta che completa un riff.

Già annunciato lo spin-off dedicato a Furiosa

George Miller ha confermato che Mad Max: Fury Road avrà il già annunciato spin-off dedicato a Furiosa. Il regista ha svelato anche altri dettagli del progetto, anticipando l’assenza di Charlize Theron. In occasione di un’intervista rilasciata a The New York Times, ha confermato che lo show sarà incentrato su Furiosa che non sarà però interpretata da Charlize Theron. Il film è stato ideato come un prequel che narrerà la storia del personaggio puntando però su un’attrice di circa 20 anni.

Le riprese dello spinoff dovrebbero iniziare dopo aver completato il lavoro su Three Thousand Years of Longing che vede protagonisti Tilda Swinton e Idris Elba. George ha sottolineato: “Quando lo finiremo, e spero che tutto si risolva con la pandemia, vedremo cosa ci permetterà di fare il mondo con il film su Furiosa”. Miller ha anche affermato che la sceneggiatura è stata completata. Allo show lavorerà anche lo scenografo vincitore dell’Oscar Colin Gibson. E ancora il direttore della fotografia John Seale.

Anna Montesano

Scrittrice da quando ne ho memoria, dai diari al web. Viaggiatrice incallita e malata di serie tv, appassionata di tv e cinema. Nella vita un solo motto: "Perché rimandare a domani quando puoi vederlo oggi?"

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button