Cinema e Serie TV

Looking Glass aveva un’origine differente in Watchmen

Tim Blake Nelson ha rivelato di aver girato i primi tre episodi pensando che il suo personaggio avesse una backstory diversa

Tim Blake Nelson, in un’intervista, ha spiegato l’origine del suo personaggio Looking Glass in The Watchmen. L’attore ha rivelato di aver girato i primi tre episodi pensando che il suo personaggio avesse una backstory diversa. Queste le sue parole: “Era completamente diversa. Non voglio rivelare troppi dettagli, ma era incentrata su una relazione mista che è finita molto male”. E ha poi aggiunto: “Mi piaceva molto come storia, anche il mio è un matrimonio misto e ho tre figli, per questo sento molto vicine a me queste questioni”. Quindi: “La mia relazione è felice, e credo che lo sarà anche in futuro, mentre quella di Wade no, e ha cambiato completamente la sua vita”.

Damon Lindelof ha deciso di cambiare questa backstory, ma non tanto da stravolgere il personaggio. Nelson ha spiegato: “Grazie alla bravura di Damon, questo cambiamento era compatibile con lo stile che avevo dato a Wade, era coerente con tutte le decisioni prese”. Decisione saggia: “Prima ed è tutto merito degli scrittori e di Damon, nonostante abbiano cambiato completamente la storia d’origine del personaggio, questo non è stato fatto a scapito dell’attore“. Tim Blake Nelson conclude: “Per questo ero molto felice di interpretare Wade, anche con una backstory diversa”.

Ricordiamo che Specchio (Looking Glass), il cui vero nome è Wade Tillman, è un detective e vigilante del Dipartimento di Polizia di Tulsa che indossa una maschera rilucente. Il personaggio segue un po’ lo stile di Rorschach, è uno dei protagonisti della miniserie televisiva del 2019, ed interpretato dall’attore Tim Blake Nelson e con la voce italiana di Stefano Thermes.

La polizia di Seattle si veste come in The Watchmen

Il giornalista Ryan Parker ha twittato uno screenshot di un rapporto MSNBC che mostra i membri delle forze di polizia di Seattle che indossano sciarpe gialle che coprono parzialmente i loro volti. Accanto alla foto c’è un fermo di Watchmen, che mostra la finta polizia di Tulsa che indossa rivestimenti molto simili. In un successivo tweet, Parker ha aggiunto una dichiarazione della polizia di Seattle. “Indossavano i rivestimenti gialli in modo da poter facilmente identificare i loro compagni di squadra in mezzo alla folla”, recita la dichiarazione.

Offerta
Watchmen. Ediz. deluxe
  • Moore, Alan (Author)

Anna Montesano

Scrittrice da quando ne ho memoria, dai diari al web. Viaggiatrice incallita e malata di serie tv, appassionata di tv e cinema. Nella vita un solo motto: "Perché rimandare a domani quando puoi vederlo oggi?"

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button