Intrattenimento

L’Inferno di Dante diventerà una serie TV ambientata a Los Angeles

Freeform sta lavorando all’adattamento della nota cantica

Freeform sta lavorando all’adattamento dell’Inferno di Dante Alighieri. La cantica del poema verrà adattata al giorno d’oggi, con l’obiettivo di dare una lettura più contemporanea e speciale all’opera. Protagonista della serie Tv sarà Grace Dante, una donna delusa della propria vita. Grace ha una ventina d’anni, ma ha già rinunciato a tutti i propri sogni. Sua madre è tossicodipendente, suo fratello ha molti problemi ed il mondo intorno a lei sembra non avere molto da regalarle. D’un giorno all’altro però tutto cambia radicalmente. Dalla carriera professionale alla sfera amorosa è una continua scalata ma dietro questa fortuna potrebbe celarsi il Diavolo stesso.

L’Inferno di Dante diventa una serie Tv

A quel punto per lei inizia un viaggio straordinario attraverso l’inferno dantesco, che per lei corrisponde ai bassifondi di Los Angeles. Ethan Reiff, Cyrus Voris , Nina Fiore e John Herrera scriveranno la sceneggiatura della serie sull’Inferno di Dante e saranno produttori esecutivi del progetto insieme a Danielle Claman Gelber. La serie drama è prodotta dalla Gelber’s Studio 71 di Michael Schreiber e Dave Devries. L’indiscrezione del progetto è stata data da The Wrap.

Ricordiamo che l’Inferno è la prima delle tre cantiche della Divina Commedia di Dante Alighieri, corrispondente al primo dei Tre Regni dell’Oltretomba e il primo visitato da Dante nel suo pellegrinaggio ultraterreno, viaggio destinato a portarlo alla Salvezza. Il mondo dei dannati, suddiviso secondo una precisa logica morale derivante dall’Etica Nicomachea di Aristotele e frutto della somma e della sintesi del sapere a lui contemporaneo. L’inferno dantesco è il luogo della miseria morale in cui versa l’umanità decaduta, privata ormai della Grazia divina capace di illuminare le azioni degli uomini. Le successive cantiche sono il Purgatorio ed il Paradiso.

Source
https://deadline.com/

Anna Montesano

Scrittrice da quando ne ho memoria, dai diari al web. Viaggiatrice incallita e malata di serie tv, appassionata di tv e cinema. Nella vita un solo motto: "Perché rimandare a domani quando puoi vederlo oggi?"

Ti potrebbero interessare anche:

Un commento

  1. Ci sarà una serie TV pure sul Purgatorio e sul Paradiso? Spero proprio di sì: per quanto si possa empatizzare di più con le anime dannate, trovo giusto rendere onore a Dante anche mettendo in scena le altre due cantiche che hanno egual valore rispetto all’Inferno. In caso contrario è per me come celebrare Shakespeare per la sola noiosa storia d’amore fra Romeo e Giulietta, laddove William ha scritto opere ben migliori di questa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button