News

8 libri scelti dalle Sentinelle in Piedi per il loro significato

A scanso di equivoci non vi diremo chi sono le Sentinelle in Piedi, vi rimandiamo alla loro pagina però così potrete valutare con la vostra testa (ecco qui).
Questo articolo non vi parlerà delle sentinelle, del loro credo o simili, si limiterà a mostrarvi otto fra gli innumerevoli libri scelti da una Sentinella in Piedi per "combattere silenziosamente", tale immagini sono state trovate nelle pagine ufficiali dei social Network dei vari gruppi sparsi per tutta Italia: Roma, Viterbo, Brescia, Mantova, Firenze, Milano e molte altre. 
Noi parleremo esclusivamente dei libri e dei loro autori.
Alle manifestazioni, gli organizzatori, hanno sempre una scorta di libri "da assegnare" nel caso qualcuno si presenti senza, perciò non è detto che il tomo appartenga effettivamente a chi lo sta brandendo.
 La cosa che vogliamo dire però è questa: un libro è qualcosa di troppo prezioso e potente per non essere usato per far progredire la società.
{Teorema – Pier Paolo Pasolini} L'omosessualità di Pasolini non è mai stata un segreto, anzi, il rivoluzionario regista si metteva in gioco spesso su questo piano, rompendo le barriere quando erano ancora alte il doppio di oggi. Teorema (del quale esiste anche una complicata pellicola originaria della storia) è un libro che narra di una ricca famiglia annoiata del Milanese sconvolta dall'arrivo di un ragazzo, il giovine scardinerà le sicurezze della famiglia a livello intellettuale e fisico, tramite la sua sessualità (avrà infatti rapporti con la madre, la figlia e il figlio) metterà in dubbio i canoni borghesi imposti dalla società.
{Le Menzogne di Ulisse – Piergiorgio Odifreddi} Anche Odifreddi ha chiare convinzioni riguardo l'Omosessualità, definendola naturale non solo per la nostra specie e portando anche numerose prove scientifiche a favore di questo (vi invitiamo a cercare alcune sue interviste sull'argomento), il libro è uno studio pratico e filosofico sulla parole, sulle definizioni e il linguaggio attraverso i secoli: da Platone e Aristotele ad Abelardo e Occam, da Frege e Russell a Gödel e Turing.
{Fahrenheit 451 – Ray Bradbury} Una realtà distopica dove i libri sono vietati, dove l'accrescimento intellettuale non è permesso, un governo (difeso dal cittadino medio) che obbliga chi è diverso, chi è curioso e affamato di sapere, a essere emarginato, represso. Guy Montag da "Fireman", distruttore di libri, si scoprirà molto più profondo finendo per essere braccato in prima persona e a mettere in discussione tutte le sue credenze, combattendo per la libertà di essere se stesso.
{Il Fantasma di Canterville – Oscar Wilde} Oscar Wilde è sinonimo del pensiero fuori dagli schemi, tra ripensamenti e momenti oscuri, ha avuto grandi momenti di sconforto nella sua vita. Lo scrittore fu accusato più volte e trascinato in tribunale per guai legati alla sua omosessualità, prima per calunnia e poi fu condannato a due anni di carcere per sodomia. Durante il procedimento pronunciò la famosa frase: «l'Amore, che non osa dire il suo nome in questo secolo, è il grande affetto di un uomo anziano nei confronti di un giovane, (…) lo stesso che si può trovare nei sonetti di Michelangelo e di Shakespeare… Non c'è nulla di innaturale in ciò.». Il racconto umoristico è uno dei suoi lavori più giovanili e ha influenzato profondamente il pensiero comune.
{ Lettere dal Carcere - Antonio Gramsci} Gramsci distingueva il "Libero Pensiero" dal "Pensiero Libero". Il primo è libero di muoversi attraverso i paletti sociali, il "politicaly correct" insomma. Il secondo, invece, del quale era eroico promulgatore, è il Pensiero libero sopra ogni cosa, senza confini, senza paure, senza l'offesa e l'oppressione. Lettere dal Carcere raccoglie le missive inviate durante la sua prigionia, un racconto tragico di una libertà negata per ciò che pensava. Edito da Einaudi.
{1984 – George Orwell} Realtà distopica osservata dal "Grande Fratello", nessuna libertà, anche i pensieri sono regolamentati, chi dissente deve essere rieducato o eliminato. Pochi decidono per la sorte di molti, pochi decidono sulla vita di altri, uomini e donne che non hanno mai conosciuto ma che comunque devono uniformarsi al pensiero imposto. Perché la verità è una sola e così il punto di vista, il resto è sbagliato. 1984 ha influenzato così tanto la letteratura e la società che ci limiteremo a consigliarvelo e non andremo oltre.
{Il Piccolo Principe – Antoine de Saint-Exupéry } Esempio di tolleranza per tutto il mondo, il Piccolo Principe, ha influenzato e commosso miliardi di persone. Una storia romantica e filosofica sulla pace e l'armonia, sui punti di vista differenti che tuttavia coesistono in pace, dove imparare conta più di tutto il resto. Dove nemmeno una rosa merita di soffrire.
{Guida Galattica per Autostoppisti – Douglas Adams}Adams ha scritto l'umoristico libro fantascientifico "Guida Galattica" con l'intento di avvicinare la gente, la bandiera dell'intelligenza e della necessità di accettare gli altri sventola alta fra le sue pagine. Impregnato anche di numerosi spunti di riflessione e solidi elementi di satira contro problemi e pigrizie della nostra società (tra cui il bigottismo e la chiusura mentale) è da sempre vessillo di apertura al nuovo. Guida Galattica addita e condanna prese di posizione come l'ignoranza e il pregiudizio.

Ti potrebbero interessare anche:

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button