Cinema e Serie TVFeatured

Le terrificanti avventure di Sabrina: cos’è accaduto nella terza stagione?

In vista dell'uscita della quarta stagione, ricordiamo i punti salienti della terza

“Benvenuti all’inferno!” È con questo inquietante saluto che ha inizio Le terrificanti avventure di Sabrina 3. Nelle prime immagini della terza stagione, la nostra protagonista è all’inferno e salva il suo fidanzato Nicholas Scratch ma, quando lo abbraccia felice, scopre che è suo padre Lucifero. Apre così gli occhi, scoprendo che si tratta soltanto di un sogno. È ancora tutto da fare: la Chiesa della notte è stata presa da Lucifero e tutti i suoi adepti rimasti in vita sono ospiti degli Spellman, ma Zelda è pronta a rimediare grazie all’Accademia delle Arti Oscure (chiaramente diretta da lei stessa).

cancellata-sabrina netflix quarta parteLe terrificanti avventura di Sabrina 3: ecco cos’è accaduto

Il salvataggio di Nicholas

I pensieri e le forze di Sabrina però sono tutti focalizzati su come liberare Nic. La possibilità arriva grazie ad un quadro-portale in possesso di Dorian Gray che permette a Sabrina e ai suoi amici di trasportarsi all’Inferno. Qui arrivano al cospetto di Lilith, Madame Satana, e del povero Nic che, incatenato ai suoi piedi, combatte al suo interno una battaglia con Lucifero per la supremazia del suo corpo e della sua anima.

Sabrina scende a compromessi con Lilith: riavrà Nicholas se la incoronerà nuovamente Regina dell’Inferno di fronte ai Re Infernali, che non la riconoscono come tale perché non è una Stella del Mattino (come lo è invece Sabrina). Propongono invece Caliban, principe degli Inferi. Per impedire la sua ascesa e le conseguenze di una cosa simile, Sabrina decide di rivendicare il trono come figlia legittima di Lucifero, lasciandolo in reggenza a Lilith. Infine riporta Nicholas a casa e lo nasconde nelle segrete in attesa di un metodo per liberarlo da Lucifero.

Le terrificanti avventure di Sabrina 3I compiti da Regina degli Inferi per Sabrina iniziano subito. Il primo è quello di condurre alcune anime all’inferno. Sabrina, però, si lascia coinvolgere dalla storia personale di una di loro e libera la sua anima in paradiso, facendo infuriare la corte reale, inimicandosela ulteriormente dopo averla ‘cancellata’. Intanto Prudence e Ambrose, dopo lunghe ricerche, riescono a trovare padre Blackwood in Scozia e lo riportano indietro assieme a Judas e Judith. Sabrina e Zelda decidono che sarà proprio Faustus la nuova prigione di Lucifero al posto di Nicholas.

Il circo, i Pagani e l’Uomo Verde

Intanto Theo viene avvicinato da un ragazzo, Robin, che diventa suo amico. Non sa ancora che questo nuovo arrivato fa parte di un gruppo di Pagani, che vive al circo appena arrivato a Greendale, il cui obiettivo è far risorgere il loro dio, l’Uomo Verde. Questo creerà dei dissapori con il gruppo delle Streghe e degli imprevisti che il gruppo di amici, capitanato da Sabrina e le Zie Hida e Zelda, dovrà affrontare.

Quando Lucifero, con uno dei suoi inganni, priva le streghe dei loro poteri – dopo aver scoperto che la Chiesa della Notte non prega più per lui ma per Lilith – Hilda ha l’idea di usare il sangue di un angelo e la luce della luna della lepre per ricaricare la magia della congrega. Tutto si complica quando i Pagani provocano un’eclissi lunare per impedirlo. Gli Spellman non hanno scelta: decidono di liberare Lucifero e ottenere il suo aiuto, ma quando Sabrina si reca nella cella dov’è rinchiuso, scopre che Nicholas lo ha liberato in cambio di droga.

I problemi di Nicholas

Nicholas, dopo essere stato liberato, torna alla sua vita e Sabrina ritrova finalmente il suo fidanzato. Peccato che le cose non siano così idilliache come sembra. Nic vive un profondo trauma causato dalla permanenza di Lucifero nel suo corpo e per dimenticare questa esperienza arriva anche a tradire Sabrina. Sarà proprio lui a liberare Lucifero (che intanto ha preso possesso del corpo di Blackwood), mettendo nuovamente tutti in pericolo. Ambrose, nel tentativo di disintossicarlo, scopre che Nic porta dentro ancora un frammento di Lucifero, che poi rimuove. Il mago prende però la decisione di lasciare Sabrina proprio a causa del trauma vissuto.

Sabrina contro Caliban: la sfida della Regalia Profana

La Corona di Erode

Intanto, ne Le terrificanti avventure di Sabrina 3, la Corte Reale, scontenta del comportamento della Regina dell’Inferno, sostiene il suo protetto Caliban. Il principe degli Inferi decide di sfidare la Stella del Mattino nella ricerca della “Regalia profana“, ovvero di tre artefatti infernali che sono stati persi nel corso della storia. Solo chi li ritroverà potrà essere il sovrano legittimo dell’Inferno. Il primo oggetto da recuperare è la Corona di Re Erode, che Sabrina trova a Riverdale con l’aiuto di Ambrose. Ma la situazione si aggrava quando Erode stesso la reclama e attacca Sabrina e Nicholas. Ambrose riesce a salvarli ma Caliban ne approfitta per rubare la Corona.

La Bacinella di Pilato

Nella seconda prova della Regalia Profana, Sabrina e Caliban si sfidano per ritrovare la bacinella di Ponzio Pilato che si trova sul Golgota. Sabrina riesce ad accedervi grazie a uno dei quadri di Dorian Gray e l’aiuto di Lilith, ma la corsa verso il tempo di Gerusalemme si rivela più complicata che mai. Sia Sabrina che Caliban vengono catturati e proprio durante la prigionia incontrano Barabba che racconta loro quanto accadrà, visto che è condannato a viverlo in continuazione. Sabrina inventa uno stratagemma: assume le sembianze di Barabba, prendendo il suo posto e rubando la bacinella di Pilato.

I trenta denari di Giuda

L’ultima Regalia Profana da recuperare sono i 30 denari di Giuda, prova decisiva per decidere chi prenderà il comando degli Inferi. Sabrina intanto, dopo aver ricevuto un indizio da Lucifero, si reca nel luogo dove sono nascosti i trenta denari e li ottiene combattendo contro Vlad l’impalatore. Sul finale, la strega viene però ingannata da Caliban, che le sottrae i denari e la imprigiona in una tomba, diventando lui il re dell’Inferno.

La fine degli Spellman

Le streghe senza poteri

le terrificanti avventure di sabrina 3Tante sono le cose che accadono mentre Sabrina è impegnata nella sfida delle tre Regalie con Caliban. Facciamo un passo indietro. I Pagani hanno dichiarato guerra aperta alla Congrega delle Streghe. L’incontro tra le due fazioni nel bosco durante il picnic delle Streghe porta infatti pesanti conseguenze per queste ultime, a partire da Agatha e Dorcas, attaccate dai pagani Pan e Nagaina: la prima impazzisce, la seconda si tramuta in pietra. Hilda, invece, inizia a tramutarsi in un ragno a causa di una maledizione della pagana Circe. Va notato che le Streghe non possono difendersi, avendo perso i poteri dopo un attacco di Lucifero.

Ambrose e Prudence si mettono al lavoro per trovare uno stratagemma valido affinché le streghe ritrovino i loro poteri. Così usano un magico cerchio di pietre per amplificare la loro energia ed evocare altre streghe in aiuto, ma il piano viene ostacolato dalla folle Agatha (liberata da Blackwood/Lucifero) che frantuma una delle pietre. È comunque troppo tardi: le streghe convocate riescono ad arrivare in accademia. È grazie al loro aiuto che Sabrina intrappola Circe e la costringe a ridare sembianze umane alla sua amica Rosalind e a Dorcas, precedentemente tramutate in pietra.

Zelda viene uccisa (due volte): la vendetta di Blackwood

Proprio mentre accade ciò, Lilith lascia l’inferno a causa di una minaccia di Lucifero e trova rifugio presso la casa della professoressa Wardwell. Durerà poco: Lucifero/Blackwood non solo la trova ma dice alla Wardwell che in realtà le Spellman sono streghe e hanno ucciso il suo Adam. Questo la spinge a recarsi e casa loro e sparare a Zelda. Mentre le streghe cercano un modo per salvarla, Blackwood, ormai separatosi da Lucifero, si allea con i Pagani per distruggerle. Piano per il quale arriva anche ad uccidere la sua stessa figlia Prudence. Grazie all’aiuto di una delle streghe chiamate in soccorso dalla Congrega, Zelda si risveglia ma trova al suo capezzale Blackwood che la pugnala al cuore. Infine, i Pagani rapiscono Harvey che diventa il vergine martire utile a risvegliare l’Uomo Verde.

Le terrificanti avventura di Sabrina 3: il finale

L’ultima puntata de Le terrificanti avventure di Sabrina 3 ha inizio con un breve riassunto di quanto accaduto dopo la cattura di Sabrina: la Casata “Stella del Mattino” è caduta, Caliban ha fatto della terra il decimo girone dell’inferno per poi essere fermato dai Pagani che hanno conquistato il pianeta. Infine gli angeli hanno distrutto Caliban e gli inferi. Sabrina, ancora nella sua tomba, viene risvegliata dalla se stessa del futuro che la invita a rimettere le cose a posto senza alterare il loop temporale. Scopre così un mondo molto diverso da quello lasciato: tutti sono morti tranne Ambrose che, su richiesta di Prudence, ha conservato l’Uovo temporale di Blackwood. È proprio quest’oggetto la chiave di tutto: sfruttando il suo potere, Sabrina torna indietro nel tempo, a prima del risveglio dell’Uomo Verde.

Sabrina riesce ad avvertire tutti in tempo e salvarli, sabotando il piano dei Pagani di risvegliare l’Uomo Verde e distruggendoli uno ad uno. La strega svela poi alle zie di aver vinto in quest’occasione la sfida della Regalia Profana e di avere ora il trono degli Inferi (cosa che riesce a fare incontrando la se stessa del presente e avvertendola dell’inganno di Caliban). Così facendo, Sabrina altera volutamente il loop temporale in modo che ci siano al contempo due versioni di sé. La Sabrina del presente prende il trono degli Inferi, quella venuta dal futuro vivrà come una normale teenager. Una decisione che, tuttavia, avrà importanti conseguenze. L’ultima scena vede Blackwood evocare qualcosa di abominevole: “Abbiamo dato vita all’inizio della fine, la fine degli Spellman e di tutte le cose.”, dice alla fine.

Le terrificanti avventure di Sabrina 4: il trailer

Cosa accadrà nel corso della quarta stagione de Le terrificanti avventure di Sabrina? La strega riuscirà a mantenere questa doppia vita? Ecco il trailer:

Anna Montesano

Scrittrice da quando ne ho memoria, dai diari al web. Viaggiatrice incallita e malata di serie tv, appassionata di tv e cinema. Nella vita un solo motto: "Perché rimandare a domani quando puoi vederlo oggi?"

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button