News

Le corna di Nobel

Alfred Nobel morì nel 1895, reso molto ricco dalla sua invenzione più famosa: la dinamite. Per lui, già mentre era in vita, molti dei suoi contemporanei avevano parole di disprezzo e di condanna, con i giornali che arrivarono addirittura a definirlo “mercante di morte”. 
L’istituzione del premio internazionale che porta il suo nome doveva essere, nelle intenzioni di Nobel, il suo modo per bilanciare la sua pesante eredità e riabilitare il suo nome: nel suo testamento l’inventore dedica buona parte del suo lascito alla creazione di una fondazione che avrebbe avuto il compito di assegnare cinque diversi riconoscimenti a persone distinte in vari campi dello scibile apportando considerevoli benefici all’umanità. I cinque ambiti che Nobel sceglie sono medicina, fisica, chimica, letteratura e pace (no, l’economia non è un “vero” Premio Nobel…ma questa è un’altra storia).
Non esiste, quindi, il Premio Nobel per la matematica. Perchè? 
Attorno a questa domanda è nata una strana leggenda metropolitana: Nobel avrebbe deciso di non istituire il premio della matematica per vendicarsi della tresca amorosa intercorsa fra sua moglie e un matematico svedese, Gosta Magnus Mittag-Leffler. Sarà vero? Ci siamo messi a scavare in questa faccenda, e per amore della verità storica eccovi i risultati.
Innanzitutto, una veloce ricerca ci restituisce un dettaglio fondamentale, e cioè che Alfred Nobel non è mai stato sposato! Abbiamo però trovato delle versioni leggermente differenti di questa leggenda, che spiegano l’incongruenza sostituendo la moglie non esistente di Nobel con Sophie Hess, la sua amante, o eliminando del tutto la componente amorosa e spiegando come Nobel e Mittag-Leffler non si sopportassero in quanto concorrenti in affari. In questa versione Nobel avrebbe scelto di non istituire il Premio per la matematica solo per evitare che il rivale, uno dei più importanti matematici dell’epoca, potesse vincerlo.
Per dipanare definitivamente la questione ci vengono in aiuto proprio due matematici, gli svedesi Lars Garding e Lars Hormander, che pubblicarono un articolo in un numero del 1985 della rivista The Mathematical Intelligencer. Qui, oltre a sottolineare la totale inesistenza di una documentata trama sentimentale, i due notano come in realtà Nobel e Mittag-Leffler non avessero praticamente avuto alcun rapporto, né di rivali in amore, né di concorrenti in affari, nè di alcun altro genere: Nobel lasciò la Svezia nel 1865, quando Mittag-Leffler era ancora uno studente, e per quanto ne sappiamo le loro strade non si incrociarono mai. Inoltre la Svezia già possedeva un suo premio per la matematica, istituito dal re Oscar II proprio su suggerimento di Mittag-Leffler.
E quindi? Come mai non esiste il Premio Nobel per la matematica? Garding e Hormander propongono una spiegazione estremamente asciutta, ed altrettanto realistica: i cinque ambiti scelti da Nobel sono tutti molto vicini agli interessi personali o professionali della sua vita. Nobel era un chimico, conosceva molto bene la fisica, aveva un’estesa cultura letteraria e il senso stesso del premio che voleva istituire si poggiava sull’idea della pace e della cooperazione internazionale per il miglioramento e la preservazione della vita umana. La matematica, molto semplicemente, non rientrava fra i suoi interessi, e probabilmente Nobel non riteneva i matematici in grado di “apportare considerevoli benefici all’umanità”. 
Piuttosto banale, vero? La morale della storia è altrettanto semplice: le spiegazioni proposte dalle leggende metropolitane sono divertenti, appassionanti, romantiche… noi, però, preferiamo le spiegazioni che siano prima di tutto vere!
Per condire questa piccola indagine su una delle tante curiosità che girano attorno alle figure leggendarie del mondo della scienza, che pubblichiamo a pochi giorni dall'anniversario della morte di Nobel, abbiamo chiesto aiuto al poliedrico Giuliano Piccininno, che ci ha omaggiati di questa splendida tavola che alleghiamo.
Testi di Gabriele Bianchi (OrgoglioNerd)
Vignetta di Giuliano Piccininno

redazioneon

La Redazione di Orgoglio Nerd, sempre pronta a raccontarvi le ultime novità dal mondo della cultura Nerd, tra cinema, fumetti, serie TV, attualità e molto altro ancora!

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button