Lifestyle

La voce più richiesta per gli smart assistant è di The Rock

Un nuovo sondaggio di Adobe rivela le voci più amate

Secondo un recente sondaggio di Adobe, una persona su tre vorrebbe la possibilità di scegliere la voce di una celebrità per il proprio smart assistant. La più ambita è quella dell’attore e wrestler The Rock.

Dwayne Johnson “The Rock”, infatti, è stato scelto dal 47% dei partecipanti dell’Adobe Analytics June 2019 Voice Report. Will Smith e Arnold Schwarzenegger hanno ottenuto invece rispettivamente il secondo e il terzo posto.  Al podio, seguono altri nomi senz’altro più prevedibili: George Clooney, Chris Rock e Oprah Winfrey.

L’indagine ha sottolineato come gli smart assistant stiano diventando sempre più complessi, intelligenti e diffusi in ogni genere di dispositivo elettronico. Già al giorno d’oggi il 44% dei partecipanti al sondaggio usa quotidianamente l’assistente vocale dello smartphone, e addirittura il 28% di essi lo definisce indispensabile. Il 25% ha dichiarato di tenerne conto all’acquisto di un nuovo televisore; questa percentuale raggiunge il 31% quando si tratta di comprare uno speaker audio.

La percezione della pubblicità

Quello degli smart assistant è un universo in continua espansione, anche economica, e il sondaggio Adobe non ha tralasciato la percezione della pubblicità. Il risultato ottenuto è meno prevedibile del previsto: il 65% ha dichiarato di essere infastidito da questo tipo di pubblicità senz’altro molto invadente. Di conseguenza, il 35% ha dichiarato di gradirla o quantomeno di sopportarla.

Ogni grande azienda sta provvedendo a creare il proprio smart assistant, di conseguenza questa è una realtà che diventerà sempre più presente all’interno delle nostre vite. Su questo aspetto l’opinione pubblica è piuttosto coesa. Sembra proprio che con il trascorrere dei mesi e con il progredire della tecnologia, saranno le star di Hollywood a ricordarci gli appuntamenti sulla nostra agenda o a informarci sul meteo previsto; dimentichiamoci quindi la voce metalliche e impersonale di alcuni smart assistant odierni. A svolgere tale compito per molti americani sarà The Rock.

Source
Variety

Nicolò Monti

Lettore e gran bevitore di caffè, rigorosamente non zuccherato. Appassionato di storie ambientate in Scandinavia e in Islanda. Divoratore di musica nel tempo libero.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button