News

L’Ululato estivo rituale

Agli occhi più attenti non sarà sfuggito il rimando a Spiderman nella home. E anche qui sopra, questa volta ospitiamo Man Wolf (originale il nome, eh?) visto che fra qualche ora parleremo del buon arrampicamuri di quartiere. Sì, è una scusa, ma sta funzionando.
L’estate ormai è arrivata col suo carico di caldo come ogni anno, quest’anno ha anche un nome, Scipione l’Africano… Mi piacerebbe sapere chi sono gli idioti che scelgono i nomi per un'ondata di caldo andando a scomodare un grande politico e generale romano, famoso per essere riuscito a sconfiggere il temibile Annibale. Mi viene il dubbio che il nome sia stato scelto solo per “l’Africano” ma meglio non indagare oltre o mi sa che bisognerà ricorrere a un Double Facepalm come minimo. Tornando al caldo, se le temperature sono insopportabili per voi uomini figuratevi per un Licantropo, specialmente dotato di pelliccia, ottima per girare nelle buie e fredde notti invernali ma d’estate ti fa passare completamente la voglia di uscire e andare a ululare alla luna. Non parlatemi poi di andare a cercare refrigerio nelle acque di un qualsiasi mare come molti fanno in questo periodo. Avete mai visto un Licantropo al mare? Certo che no, non sapete quanto è fastidioso il sale sulla pelliccia, senza contare il fastidio della sabbia.

Che io non sia un amante dell’estate ormai si è capito, ma di certo la cosa peggiore che esiste in questo periodo non è certo il caldo, esistono cose molto peggiori. Le zanzare? No, per quanto fastidiose, sono ancora sopportabili, specie per uno col pelo. Allora i servizi dei TG che ogni anno arrivano puntuali fotocopiando gli anni precedenti solo per dirci: “Ehi guardate siamo a luglio e fa caldo! Non è incredibile?!”. You don’t say, cari TG? (immaginatevi la faccia di Nicolas Cage ovviamente).
Secondo me esiste una cosa ancor più fastidiosa che ogni anno torna senza possibilità di fuga: sto parlando dei terribili Tormentoni Musicali. Ogni estate ne ha almeno uno, anzi ormai si può dire che esiste una compilation apposita di canzoni, ovviamente una più brutta e odiosa dell’altra, che ci tormentano per questi tre dannati mesi, e non c’è scampo! Tutti i tentativi di non ascoltarli sono vani, potete sperare di evitarli il più possibile ma prima o poi vi troveranno e faranno inorridire le vostre orecchie. Ascoltate la radio? Siete condannati a prescindere allora, anche solo cambiando da una stazione all’altra. Non la ascoltate? Tranquilli, basta accendere la tv e troverete di sicuro varie pubblicità che le usano come colonna sonora dei loro inutili spot, anch’essi in genere altrettanto fastidiosi. Anche se non guardate la tv vi capiterà di ascoltarli. Basta entrare in un qualsiasi bar, palestra o anche semplici negozi di abbigliamento o supermercato per sentire la radio di turno trasmetterle, ma ormai non mi sorprenderebbe nemmeno trovarle in un negozio di articoli per la pesca o di rubinetti per camper. Poi non parliamo dei luoghi di vacanza, specie i posti ancora muniti di juke box, e lì state sicuri che il truzzo che mette la canzone almeno 5 volte a sera lo trovate. L’unica soluzione per scampare sarebbe l’eremitaggio, ma non è una soluzione che tutti possono permettersi purtroppo, quindi volenti o nolenti siamo costretti a sentirle almeno una volta. Sappiate, miei cari compagni, che di questo tormento, con le orecchie da lupo, soffro ancora più di voi, purtroppo.

Ma come nascono questi tormentoni? Io un'idea me la sono fatta. Come già detto mi capita spesso, purtroppo, di ascoltare la radio involontariamente. Per ben tre volte ho sentito un idiota di DJ che promuoveva una canzone che stava mandando per la prima volta come novità assoluta dell’estate spacciandola come sicuro tormentone estivo. Ovviamente non ricordo minimamente il titolo della canzone data la bruttezza e l’inutilità delle parole che se non ricordo male inneggiavano a quanto il cantante fosse figo e di come tutte le donne gli andassero dietro. Che poesia…
Il punto è che questo DJ inneggiando continuamente a come sarebbe diventata una hit dell’estate fa un lavaggio del cervello agli “idioti”, con tutto il rispetto parlando, amanti di questa musica che ci credono e iniziano a pensare che sia bella, fino a poi ritrovarsi ad ascoltarla in una discoteca dove questi individui si divertiranno a ballarla con mosse che farebbero invidia alle pose che assume un manichino da crash test dopo l’incidente. Insomma, ci sarà qualche lobby della musica stile Illuminati che cerca, tramite queste canzoni, di rimbecillire il pubblico ogni estate.
Queste canzoni sono brutte, non c’è bisogno di aggiungere altro e lo avevamo già capito tutti. Ma prima di concludere vorrei parlare di una sottocategoria che riesce a essere il peggio del peggio. Sto parlando delle temibili canzoni latino americane! I limiti dell’idiozia umana qui raggiunge livelli ridicoli. Provate anche solo ad ascoltare un minimo il testo, spesso in spagnolo, ma non preoccupatevi della conoscenza della lingua perché non ce n'è bisogno, infatti le parole sono completamente a caso senza nessun senso logico, con musiche orribili e i balletti che si portano dietro ancora peggio. Vi giuro che gli va bene che non riesca a trasformarmi sempre, altrimenti avrei già azzannato la giugulare di qualche provetto ballerino che si scatena non appena parte una di queste canzoni…
Dunque è giunto il momento per me di ritirarmi nelle profondità del bosco, sperando almeno lì di essere risparmiato dalle canzoni. Vi lascio con il testo di una canzone che solo pochi Nerd (principalmente musicali) potranno riconoscere. Magari queste canzoni si potessero sentire in giro con altrettanta frequenza degli odiati tormentoni! Alla prossima luna piena!

For the King, for the land, for the mountains, for the motherfucking emerald sword!

Ti potrebbero interessare anche:

Commenti

  1. May Gaia bless you with TONS of Rage!!!
    “For the motherfucking emerald sword!”???HAHAHAHAHA!Me lo ricordavo un po’ diverso il testo, ma così suona anche meglio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button