News

L’importanza di chiamarsi Zerocalcare

Per chi di voi non ha mai letto Anteprima di Stampa posso dirvi che, a cadenza mensile, vi parlerò di fumetto ed editoria, delle storie che ci affascinano e delle novità più interessanti. A voi do il benvenuto.
Un ben ritrovati a coloro che hanno invece già seguito questa rubrica in passato.
Anteprima di Stampa riparte nel giorno del quarto compleanno di Orgoglio Nerd, in un mese che sono sicuro segnerà profondamente il settore del fumetto italiano. 
Fra pochi giorni, in tutte le librerie e fumetterie d'Italia, sarà disponibile il nuovo volume di Zerocalcare, all'anagrafe Michele Rech: Kobane Calling
Nel gennaio 2015, sul mensile Internazionale, venne pubblicato un breve racconto chiamato Kobane Calling, diario del viaggio compiuto da Michele in Rojava, al seguito di una staffetta umanitaria a favore della resistenza curda. Il successo fu tale che, nell'ottobre dello stesso anno, Internazionale mandò in stampa il secondo capitolo del diario di Calcare, Ferro e Piume.
Il prossimo 12 aprile Bao Publishing pubblicherà un intero volume dedicato a questo viaggio, in cui saranno raccolti i due episodi già usciti su rivista, ai quali si aggiungeranno altre pagine sulle stesse tematiche. La pubblicazione di questa storia è da considerarsi come un punto di svolta nella carriera di Calcare, sia per i temi trattati, sia per quello che comporta per la sua maturazione come autore. L'indiscusso successo che ha contraddistinto i lavori di Zerocalcare avrebbero potuto indurlo a continuare il sicuro percorso intrapreso, fatto di nostalgia e vicende di vita romana, senza mai abbandonare la propria confort zone. Con Kobane Calling Calcare si dimostra invece fedele al suo Io più intimo, raccontando ciò che ancora oggi accade nella regione del Rojava, zona di confine fra Siria, Turchia e Iraq. 
Michele Rech, a soli 31 anni, è indiscutibilmente uno fra i fumettisti italiani più apprezzati, in egual misura da pubblico e critici, non solo grazie al proprio talento ma anche per l'attenzione da sempre dimostrata verso i propri lettori. Saranno loro, il pubblico che periodicamente segue i suoi post sul blog o sul web, a giovare maggiormente del cambio di tematiche trattate da Zerocalcare, venendo guidati a interrogarsi su temi cardine della società contemporanea, come il terrorismo e la resistenza curda nel Rojava.
25p2ujm
Chi ha già avuto l'occasione di leggere gli episodi di Internazionale avrà notato come la narrazione sotto forma di diario non si discosti molto dai racconti del blog. 
Ritroveremo citazioni, allegorie e similitudini, le quali ci strapperanno più di un sorriso, sebbene la presenza di Zerocalcare ci riporterà con i piedi per terra: l'autore si esporrà in prima persona, mostrando tutti i propri dubbi e debolezze.
Calcare non si presenterà come un personaggio onnisciente che dall'alto del suo tavolo da disegno ci sembrerà invincibile e pieno di saggezza, bensì scopriremo un ragazzo desideroso di raccontare un'intensa esperienza di vita, proprio come farebbe un amico di ritorno da un importante viaggio.
Il volume si focalizzerà sul diffondere la consapevolezza dell'esistenza di una realtà troppo spesso messa in secondo piano dai mass media nazionali, lanciando significativi spunti di riflessione a tutti i suoi lettori.
Doveroso sottolineare come Kobane Calling godrà della più alta tiratura iniziale per l'autore romano, un dato che evidenzia il successo di Zerocalcare, oltre alla fiducia che Bao ripone in lui e nel suo lavoro. La sera precedente al lancio saranno organizzati, in alcuni negozi La Feltrinelli, aperture straordinarie per acquistare il volume e sottoporre domande e curiosità a Michele, presente a Roma. Un trattamento del tutto inusuale per il mondo del fumetto nostrano.
Il desiderio di comunicare con il proprio pubblico, spronandolo ad interrogarsi sulla realtà che lo circonda, fa di Zerocalcare un autore completo e maturo, la cui crescita saprà portarci molti altri emozionanti racconti. Non possiamo fare altro che aspettare il 12 aprile per tornare a Kobane, la città in cui risiede una parte del cuore di Zerocalcare.

Mattia De Poi

Anche conosciuto come Il Nini, Mattia è il lato gioioso di Orgoglio Nerd. Biondo e curioso, è appassionato di ogni genere fumettistico, Gunpla e avventure. Portatelo in viaggio, all'organizzazione ci penserà lui.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button