News

Io sono Vedova nera

E eccoci qui, già al terzo appuntamento con gli speciali dedicati ai Vendicatori.
Abbiamo incontrato l'iracondo Hulk e il divino Thor, ora soffermiamoci sulla delicata e indifesa Vedova nera…

Sì, è stato un errore volontario, volevamo costatare se effettivamente conoscevate qualche particolare di questo membro del gruppo di eroi che a breve ci incolleranno alla morbida poltrona del cinema, tra un'esplosione e una battuta sagace.
Non ha super poteri, non è una semi divinità né possiede quantità di soldi che farebbero impallidire un re, ma si difende bene nel mondo maschile nel quale si è trovata quasi catapultata (badate bene che abbiamo detto maschile e non maschilista).
Cascata di boccoli rossi, fisico allenato e un buon bagaglio di tenacia e determinazione.
Su Natasha Romanoff, creata dal genio di Stan Lee, abbiamo informazioni a partire dalla seconda metà degli anni '60, spia sovietica nel volumetto Tales of Suspense n°52, è antagonista del tecnologico Stark.
Il suo nome per intero è quasi uno scioglilingua, ma noi ve lo diremo comunque per dovere di cronaca: Natalia "Natasha" Alianovna Romanova. Da come potete ben desumere è russa, ma non una russa qualunque bensì l'ultima discendente degli zar Romanov.
Come Elektra, è stata addestrata sin da piccola in varie arti marziali e nello sviluppo delle sue abilità ha ricevuto un notevole aiuto dall'allenamento come ballerina… Infatti tutti sanno che la vita di una danzatrice professionista equivale a uno dei peggiori gironi infernali!
Per circa quattro anni è stata co-protagonista del diavolo cieco, per poi spostarsi nella serie Campioni di Los Angeles, poco dopo il 1975.
Di mente sveglia e calcolatrice, come tutte le migliori spie, ha servito il KGB per poi diventare agente esterno del gruppo denominato S.H.I.E.L.D., di cui fa parte anche Occhio di falco, come scopriremo in uno dei prossimi speciali.
Competente nell'uso delle più avanzate tecnologie, come i bracciali che lanciano i “morsi della vedova”, ha sempre un piano di riserva così da non lasciarsi intrappolare dal caso o da uno qualsiasi dei suoi nemici. Ha affrontato i già citati Daredevil ed Elektra, riuscendo a tener loro testa, e siamo ben consapevoli del fatto che essere avversari di Iron man non è da tutti.

Nella pellicola The Avengers, che verrà proiettata nei migliori cinema a partire dal 25 di questo mese, è interpretata dall'affascinante Scarlett Johansson attrice newyorkese classe '84, che abbiamo avuto modo di apprezzare in film come Lost in translation e Match Point, per dirne alcuni. Ha indossato per la prima volta i panni della spia con tanto di tutina nera nel secondo capitolo della saga di Iron man e, possiamo dire con soddisfazione, è stata apparentemente all'altezza del compito, per quanto l'attenzione di molti fosse irrimediabilmente focalizzata sul buon vecchio Robert.
In un gruppo di uomini dalle più disparate capacità la presenza di un combattente di sesso femminile non dispiace mai, giusto per tenere fede alla tradizione dei gruppi di eroi che si imbarcano in mirabolanti avventure.
Vediamo come se la caverà insieme a Capitan America e soci.

La vedova nera è uno dei ragni più velenosi esistenti, tanto piccola quanto pericolosa se non addirittura letale. È una predatrice e chi cade nella rete che ha intessuto può cominciare a tremare lasciando da parte la speranza.
Uno pseudonimo che calza a pennello per la  rossa Vendicatrice.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button