Cultura e Società

Intervista a Immanuel Casto (parte 2/2), parliamo di PornHub e Sailor Moon

Continuiamo la chiacchierata con Immanuel Casto iniziata ieri (qui).

  • Sicuramente Squillo è piaciuto molto, e soprattutto è piaciuto ai nerd. Tuttavia lo stereotipo ormai antico vorrebbe i nerd su un altro pianeta rispetto al sesso, di cui è permeato il tuo gioco. Tu, che di stereotipi tanto hai cantato, credi che questo stereotipo sia ancora vivo, magari fuori dal mondo nerd? E credi di averlo un po’ combattuto?
Credo assolutamente di averlo combattuto, credo che le cose siano cambiate molto. Una volta nerd aveva un’accezione quasi solo negativa. Lo stereotipo vive ancora, e chiaramente ci sono nerd che lo incarnano perfettamente, però ormai “nerd” si applica a tantissime persone, anche molte donne ad esempio, quando un tempo era quasi una prerogativa maschile. Ormai i nerd possono essere fighi, hanno un’intensa vita sociale e quindi anche sessuale. Semplicemente condividono una serie di attività e interessi. Tutti i miei amici sono nerd, per esempio io ho un gruppo di whatsapp che si chiama “Gaymes”. Siamo un gruppo di gay nerd, ci vediamo tutte le settimane per giocare, e di sesso ne facciamo tutti molto, non tra di noi però. Ci sono tanti modi di essere nerd, non uno solo
  • Siamo chiaramente d’accordo con te, d’altronde siamo tutti qui a giocare a Squillo, un motivo ci sarà. Ultimamente sei pieno di novità, e proprio qualche giorno fa è uscito il video della nuova versione di Alphabet of Love su PornHub. Come mai  la scelta di questa piattaforma?
La canzone era già inclusa nel Pink Album, uscito a fine 2015, e sarà probabilmente l’ultimo singolo tratto da questo disco. L’idea è stata mia, mi sono detto “questa canzone è letteralmente il porno dalla A alla Z, per ogni lettera trova un tema ricorrente del porno”, quindi abbiamo contattato PornHub ed è nata questa collaborazione. Fra l’altro in Europa è una sorta di primato, i Rammstein fecero un video porno per la canzone Pussy, che quindi andò sulle piattaforme porno. Il mio invece è un video musicale, anche particolarmente clean, realizzato con la partecipazione di PornHub e lanciato in anteprima sul loro portale. 
Perché l’ho fatto? Beh, era perfetto per la canzone, e poi è un esperimento esterofilo: mi rivolgo proprio all’estero con questo lavoro, e quale migliore piattaforma? La musica forse non la ascoltano tutti, ma il porno lo guardano tutti. Mi è sembrato un buon cavallo di Troia, lasciando perdere i giochi di parole. 
  • E l’esperimento sembra essere andato molto bene, giusto?
Assolutamente. Fra l’altro i contenuti di PornHub non si possono condividere su Facebook, quindi per vedere il video bisognava proprio andarlo a cercare, o farselo passare, aggirando il social network più grande del mondo. Quindi, anche alla luce di questo, l’esperimento è stato un successo.
  • Infatti il web non è l’unico punto di contatto fra te e i tuoi fan. Sei recentemente stato in tour, e adesso il Lucca Comics & Games è alle porte. Cosa possiamo aspettarci?
Naturalmente allo stand della Freak&Chic presenteremo il nuovo capitolo di Squillo. Poi c’è un nuovo gioco dedicato alla Machete Crew, un’etichetta che gestisce un gruppo di rapper fra cui Salmo. Ho realizzato un gioco sul mondo del rap con i loro artisti, e questa sarà un’altra grossa novità.
Infine lancerò il progetto di questo nuovo gioco di cui ancora non ho detto nulla, ma su cui sto lavorando ultimamente, e che mi piace molto.
  • Ci puoi dare un indizio, una piccola anteprima, su questo gioco?
Dunque, il gioco è realizzato in collaborazione con Marco Albiero, che si sta occupando delle illustrazioni, e che è l’illustratore ufficiale di tutto il merchandising del mondo Sailor Moon. Ha uno stile assolutamente manga. 
  • Un’ultima domanda, che facciamo a tutti coloro che intervistiamo: se potessi avere un superpotere a tua scelta, quale vorresti avere?
Non credo di avere dubbi, vorrei il potere della persuasione, come quello posseduto da Lelouch in Code Geass.
Noi ci sentiamo già persuasi a giocare a questo nuovo Squillo, i poteri stanno funzionando. 

Giada Rossi

Laureata in Astronomia, aspirante Astrofisica. Curiosa di natura. Scrivo soprattutto di scienza, ma preferisco parlare di cani buffi.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button