Intrattenimento

Il Signore degli Anelli: cosa Amazon può e non può cambiare del canone

Nuove informazioni sull'attesissima serie basata sui lavori di J.R.R. Tolkien

Arriverà presto la serie TV di Amazon ispirata a Il Signore degli Anelli e più in generale agli scritti di J.R.R. Tolkien. I fan la attendono da tempo, curiosi di scoprire come questo adattamento si approccerà a una delle più importanti opere fantasy di tutti i tempi. Ora arrivano nuove informazioni in merito allo show, che dovrebbe essere ambientato nella Seconda Era. Ma quanto potrà discostarsi dagli scritti originali di Tolkien? Apparentemente molto poco.

Il Signore degli Anelli di Amazon non potrà contraddire Tolkien

A rivelare i dettagli del rapporto tra la serie Amazon e Il Signore degli Anelli e le altre opere di Tolkien è Tom Shippey. Studioso di Tolkien e collaboratore del progetto, lo ha spiegato in una recente intervista:

La Tolkien Estate ha insistito che la forma generale della Seconda Era non potrà essere alterata. Sauron invade Eriador, è respinto da una spedizione Númenoreana e ritorna a Númenor. Lì corrompe i Númenoreani e li convince a tradire il bando dei Valar. Tutto questo, il corso della storia, deve rimanere lo stesso“.

Shippey ha spiegato che sarà tuttavia comunque possibile inserire nuovi dettagli e personaggi:

Puoi aggiungere nuovi personaggi e fare tante domande, del tipo: ‘Cos’ha fatto Sauron nel frattempo? Dov’era dopo la sconfitta di Morgoth?’, In teoria Amazon può rispondere a queste domande inventando le risposte, poiché Tolkien non ha descritto questi eventi. Ma non può contraddire ciò che ha detto Tolkien. Su questo Amazon deve stare molto attenta. Deve rimanere canonico, non si può cambiare i confini creati da Tolkien, è necessario per rimanere Tolkieniana“.

Per quanto riguarda le epoche da trattare, Il Signore degli Anelli di Amazon dovrà limitarsi alla Seconda Era. Non potrà citare la Prima e la Terza, con alcune piccole eccezioni:

Si potranno menzionare eventi in linea generale se spiegano gli eventi della Seconda Era. Ma se non sono descritti o citati ne Il Signore degli Anelli o nelle appendici, probabilmente non possono usarli. La domanda è quindi quanto potranno fare riferimenti a eventi avvenuti, per esempio, nella Prima Era, ma continuano a influenzare la Seconda Era“.

Shippey ha concluso con un’affermazione riassuntiva:

Bisogna stare molto attenti, ma allo stesso tempo c’è abbastanza margine per interpretazione e invenzioni libere“.

[amazon_link asins=’8845272400,8845294773,8845293890′ template=’ProductCarousel’ store=’bolongia-21′ marketplace=’IT’ link_id=’e17e8fc7-3677-4086-af2d-19177d9fcccc’]
Via
IndieWire

redazioneon

La Redazione di Orgoglio Nerd, sempre pronta a raccontarvi le ultime novità dal mondo della cultura Nerd, tra cinema, fumetti, serie TV, attualità e molto altro ancora!

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button