Intrattenimento

Human Resources, in arrivo lo spin-off sui mostri di Big Mouth

Il mondo degli esasperanti problemi adolescenziali si espande

I creatori di Big Mouth hanno appena annunciato che produrranno uno spin-off della serie chiamato Human Resources.

Human Resources, la vita burocratica dei mostri

Dopo il grande successo di Big Mouth (che nel frattempo è stato rinnovato per altre tre stagioni) i creatori della serie hanno preso la palla al balzo e hanno proposto uno spin-off della serie chiamato Huma Resources. La nuova serie sarà incentrata interamente sul mondo dei mostri e sul loro ufficio, che abbiamo imparato a conoscere durante la visione dell’irriverente serie animata (che tra l’altro, oggi è approdata su Netflix con la terza stagione).

A dare l’annuncio sullo spin-off è stato Nick Kroll, co-autore della serie che, durante il Comic-Con di New York si è definito particolarmente contento di questa scelta da parte dei produttori; l’autore ha infatti commentato “Siamo incredibilmente entusiasti di raccontare molti tipi diversi di storie, non solo sulla pubertà, ma tutte le storie della vita”. Oltre a far evincere che sarà una commedia incentrata negli uffici del mondo dei mostri, Kroll non ha condiviso nessun dettaglio dello show, a parte che un nuovo mostro degli ormoni femminile si unirà alla prossima stagione di Big Mouth (ma questo lo sapevamo già). Speriamo di rivedere questo nuovo personaggio in Human Resources accompagnato da Maurice, Connie e da tutta la compagnia di mostri che abbiamo già potuto conoscere e che non potranno certamente mancare nel nuovo Spin-off (anche se dal teaser sembra che la storia sarà incentrata su mostri di tutt’altra pasta). Per ora dovremmo accontentarci di rivederli nella terza stagione di Big Mouth.

Per tutti coloro che hanno vissuto in una capsula spaziale senza la possibilità di ricevere informazioni dall’universo esterno, ricordiamo che Big Mouth è l’irriverente serie targata Netflix che narra le avventure di Nick e Andrew che, insieme ai loro amici, scioprono i cambiamenti, le meraviglie e gli orrori dell’adolescenza, con il supporto dei loro genitori e dei mostri degli ormoni, il tutto narrato senza peli sulla lingua.

Enrico Natalini

il suo DNA è composto al 100% di cultura trash e underground. Che siano libri, film, fumetti, serie tv, spettacoli teatrali, mostre o televendite è un segugio per tutte quelle chicche che sopravvivono all'insaputa del mainstream. Di lui dicono che è come un cartone animato, non ha capito bene se sia un complimento o meno, ma a lui piace.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button