Cinema e Serie TV

Harrison Ford approvò il suo successore in Solo: A Star Wars Story

Ecco quanto svelato dal regista Ron Howard sulla reazione del noto attore

Ad Harrison Ford è piaciuto davvero Solo: A Star Wars Story? L’attore ha una relazione di amore/odio con il franchise di Star Wars da decenni ormai. I fan di lunga data sono rimasti scioccati nell’apprendere che Ford aveva accettato di apparire in The Force Awakens e poi di nuovo in The Rise of Skywalker. All’epoca ha parlato positivamente del franchise e dei nuovi attori, ma quando gli è stato chiesto se si sentiva lì per passare il testimone, ha detto: “Non so se la pensassi in quel modo. Ero lì a morire“. Harrison Ford voleva che Han Solo morisse in Return of the Jedi.

Le parole di Ron Howard

Come si è sentito per Solo quando è uscito nelle sale? “Harrison Ford amava Solo e lo ha supportato quando l’ha visto. Era così gentile e complimentoso con Alden [Ehrenreich]”, ha dichiarato Ron Howard. Ford ha elogiato pubblicamente Ehrenreich molte volte prima dell’uscita di Solo, e ha persino incontrato il giovane attore per dargli qualche consiglio. Per quanto riguarda i suoi sentimenti per Solo in privato, sembra che Ford abbia davvero apprezzato il film. “Ha detto alcune cose pubblicamente, ma in privato, è stato davvero fantastico vederlo mettere una mano sulla spalla di Alden e dire, ‘ottimo lavoro ragazzo'”, ha ammesso Ron Howard. E ancora: “Alden ha lavorato così duramente ed era una situazione ad alto rischio per lui ed era un cliente fantastico ed è stato davvero un piacere lavorare con lui, così come l’intero cast, sono semplicemente un bel gruppo”.

Oltre a parlare con Alden Ehrenreich, Ford ha anche parlato con Howard quando ha firmato per dirigere il film. Ron Howard non è stata la prima scelta per dirigere Solo. Phil Lord e Christopher Miller furono originariamente chiamati a bordo come registi, ma non incontrarono Lucasfilm e Disney che quindi chiamarono Howard. Prima di intraprendere la nuova avventura, Ron ha contattato Harrison Ford per un consiglio. “Harrison è un attore e un artista molto premuroso, e volevo sapere cosa ha imparato sul personaggio”, ha continuato Howard. Per poi concludere: “Ha detto che Han è sempre combattuto tra la sensazione di essere, in un certo senso, un orfano, e quindi entrambi desideravano ardentemente entrare in contatto con le persone e allo stesso tempo lottare con esso. Ho pensato che fosse piuttosto interessante”.

Offerta
Solo, a Star Wars Story - Steelbook 3D (2 Blu Ray)
  • Ron Howard (Director)
  • Audience Rating: X (Solo per adulti)

Anna Montesano

Scrittrice da quando ne ho memoria, dai diari al web. Viaggiatrice incallita e malata di serie tv, appassionata di tv e cinema. Nella vita un solo motto: "Perché rimandare a domani quando puoi vederlo oggi?"

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button