Cinema e Serie TV

Hamilton, il musical non potrà concorrere agli Oscar

Il film è stato dichiarato non ammissibile per la cerimonia del prossimo anno

L’attesissima versione filmata del musical di Broadway Hamilton ha debuttato nel fine settimana, conquistando il plauso della critica, attualmente al 99% “Certified Fresh” su Rotten Tomatoes, e portando a Disney+ un grande afflusso di nuovi abbonati. I fan della produzione non sarebbero troppo sorpresi se il musical potesse competere per gli Oscar. Sfortunatamente, nulla di tutto ciò conta, poiché il film è stato dichiarato ‘non ammissibile’ per la cerimonia del prossimo anno. L’Academy of Motion Picture Arts and Sciences in precedenza aveva permesso alle versioni filmate di essere nominate per i premi, con Otello del 1965 nominato per quattro Oscar e Give ‘em Hell del 1976, Harry! nominato per uno.

Il musical potrebbe essere nominato per un Emmy

Negli anni successivi le regole sono cambiate, prendendo nota del fatto che “le produzioni teatrali riprese non sono ammissibili”. AMPAS ha già posticipato la prossima cerimonia degli Oscar dal 28 febbraio del prossimo anno al 25 aprile 2021. Inoltre è stata estesa la finestra di ammissibilità dal 21 dicembre di quest’anno fino al 28 febbraio del prossimo anno. Anche se questo esclude un Oscar per Hamilton il prossimo anno, il film potrebbe ancora essere nominato per un Emmy, secondo Variety. L’Accademia televisiva consentirebbe ad Hamilton di competere nella prossima serie di votazioni assegnando la categoria “Eccezionale varietà speciale (preregistrata)”. Secondo le loro regole, le esibizioni filmate delle opere di Broadway sono ammissibili, sia nel caso di varietà speciali (live) o varietà speciali (pre-registrate).

Il 72° Primetime Emmy Awards si terrà a settembre e coprirà solo la programmazione dal 1 °giugno 2019 al 31 maggio 2020, il che significa che Hamilton dovrebbe competere nella cerimonia del prossimo anno. A partire dal 3 luglio, vi ricordiamo, Hamilton sarà disponibile su Disney+. Questo contenuto sarà disponibile unicamente in inglese con i sottotitoli nella stessa lingua. Questo perché i piani iniziali prevedevano una distribuzione cinematografica nel 2021, motivo per cui il lavoro di traduzione è ancora in corso.

Anna Montesano

Scrittrice da quando ne ho memoria, dai diari al web. Viaggiatrice incallita e malata di serie tv, appassionata di tv e cinema. Nella vita un solo motto: "Perché rimandare a domani quando puoi vederlo oggi?"

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button