Cinema e Serie TVNewsSerie TV

The Mandalorian propone Gina Carano per gli Emmy

Nella campagna promozionale per il premio Disney la propone come miglior attrice non protagonista, dopo averla licenziata

Disney propone Gina Carano come miglior attrice non protagonista per gli Emmy Awards, dopo averla licenziata dal set di The Mandalorian. Gli elettori del premio hanno ricevuto del materiale promozionale che promuove il lavoro sul set dell’attrice, nonostante le controversie.

Gina Carano di The Mandalorian proposta per gli Emmy

Ogni hanno le case di produzioni di serie TV e miniserie preparano del materiale “For your consideration“. Si tratta di poster, filmati e materiale promozionale di vario tipo per attrarre l’attenzione degli elettori degli Emmy. Pensare che tutti quelli che votano per i premi guardino tutto i programmi in streaming è impossibile, quindi gli studios promuovono i lavori che pensano abbiano una possibilità di vincere. Non sempre è una pratica che fa “vincere il migliore” ma è quella impiegata dall’esordio del premio.

The Mandalorian ha chiuso la sua seconda stagione con successo e ha proposto tecnici ed esperti degli effetti speciali. Ma anche Pedro Pascal come attore protagonista, Giancarlo Esposito e Temuera Morrison come attori non protagonisti (o supporting, in inglese). E tantissimi attori ospiti (che non spoileriamo per chi debba ancora vedere la stagione, ma qualche potenziale vincitore c’è). Ma la notizia che ha fatto più scalpore è quella della proposta di Gina Carano come attrice non protagonista.

SPOILER ALERT: l’immagine sottostante contiene il nome di alcuni degli attori apparsi nella serie, che potrebbero rovinare la visione della seconda stagione a chi deve ancora iniziare lo streaming
the mandalorian 2 emmy awards gina carano-min

Candidata nonostante le controversie

Il motivo dello scalpore è che l’attrice è stata licenziata da Disney, dopo una serie di tweet controversi e con commenti anti-semiti (tra gli altri, l’attrice aveva paragonato la cosidetta “cancel culture” alle persecuzioni della Germania nazista). Lucasfilm all’epoca aveva commentato “Gina Carano al momento non è impiegata dalla Lucasfilm e non ci sono piani che lo sia in futuro. Nondimeno, i suoi post sui social denigrano le persone in base alle identità religiose e culturali e sono orribili e inaccettabili”. Sebbene l’attrice non fosse in quel momento sotto contratto, sembra che fosse prossima a firmare l’accordo per una serie spinoff di The Mandalorian come protagonista.

Nonostante le differenze di opinioni, sembra che Disney abbia deciso di sostenere il lavoro di Carano come attrice nella serie nonostante condanni le sue parole. Le possibilità di una nomination sono tuttavia basse (soprattutto per la concorrenza). Anche se non si può mai sapere: farebbe ancora più scalpore se l’attrice vincesse l’ambita statuetta.

Potete vedere la seconda stagione di The Mandalorian su Disney+.

OffertaBestseller No. 1
Hasbro Monopoly Edizione Star Wars The Mandalorian, Gioco in scatola ispirato alla serie tv The Mandalorian
  • Ispirato alla serie TV: Questo gioco da tavolo Monopoly Edizione Star Wars The Mandalorian si ispira alla serie TV ricca d’azione The Mandalorian trasmessa su Disney Plus
  • Pedine Monopoly: I fan di The Mandalorian potranno giocare nei panni del loro personaggio preferito della serie: The Mandalorian, Cara Dune, IG-11 o Kuiil. Ogni personaggio ha un’abilità speciale indicata nella sua carta Personaggio
  • The Child: Quando un giocatore supera o arriva nella casella di The Child (il personaggio che i fan chiamano "Baby Yoda”), prende la pedina di The Child e può usare l’abilità del suo personaggio insieme all’eccezionale abilità di The Child
  • Combatti i nemici imperiali: Include le pedine di Stormtrooper con inceneritore, Death Trooper e del nemico Moff Gideon che possono cambiare strategia e guidare le battaglie. Se un nemico imperiale raggiunge The Child, il gioco termina
  • Acquista Hideouts: Acquista degli hideouts e guadagna crediti imperiali incassando gli affitti
Source
Comic Book

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button