Cinema e Serie TVNews

Faster, Pussycat! Kill! Kill!: Norman Reedus produrrà una serie TV remake

Sarà ispirato al celebre film cult del 1965, diretto da Russ Meyer, adorato dalle femministe e dagli amanti del genere exploitation

Lo scorso anno è stato annunciato che la Bigbaldhysead, società di produzione fondata dalla star di The Walking Dead Norman Reedus, aveva firmato un accordo di sviluppo di due anni con AMC Studios. Oggi, stando a quanto riporta Deadline Hollywood, scopriamo che AMC e Bigbaldhead sarebbero al lavoro sullo sviluppo di una serie TV basata sul classico cult di Russ Meyer del 1965 Faster, Pussycat! Kill! Kill!, progetto che pare abbia già ricevuto il supporto degli eredi del celebre regista.

In merito al progetto, Norman Reedus ha rilasciato alcune dichiarazioni. “Ho guardato il film fin da quando ero un ragazzino, indossando la mia t-shirt di Faster, Pussycat! Kill! Kill! a scuola. – ha esordito – Posso dire tranquillamente che sono stato incredibilmente ispirato dallo stile di regia di Russ e sono incredibilmente eccitato per l’opportunità di proporre una nuova versione di questa storia per il mondo moderno”. Janice Cowart ha dichiarato: “Sono subito andata d’accordo con bigbaldhead. Sono convinta che questo team sia speciale e siano in grado di onorare questo film iconico di Russ Meyer. Sono più che entusiasta di collaborare con loro e con AMC”.

Faster Pussycat! Kill! Kill! è un film del 1965

Faster, Pussycat, Kill! Kill! è un film del 1965, diretto da Russ Meyer. È considerato un cult movie, amato da registi quali John Waters (che l’ha definito «il miglior film della storia del cinema») e Quentin Tarantino. Il film uscì negli USA il 6 agosto 1965 e si rivelò inaspettatamente un flop. “Il film fu poi riscoperto dalle femministe, ma io l’ho girato solo per fare un sacco di soldi, non pensavo di battere la grancassa. Credo che il pubblico non abbia realmente capito le sottili implicazioni lesbiche che si nascondevano nella trama”, spiegò il regista. La pellicola si rifece ampiamente negli anni successivi, diventando un film di culto, adorato dalle femministe e dagli amanti del genere exploitation.

Source
bleedingcool

Anna Montesano

Scrittrice da quando ne ho memoria, dai diari al web. Viaggiatrice incallita e malata di serie tv, appassionata di tv e cinema. Nella vita un solo motto: "Perché rimandare a domani quando puoi vederlo oggi?"

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button