News

Dwayne “The Rock” Johnson, dal ring a Kevin Sorbo

Il Campione della Gente, un lottatore straordinario, carismatico tanto da accendere le folle alzando il sopracciglio destro (il celeberrimo “People’s Eyebrow”), uno dei migliori attori tra tutti i wrestler (e alcuni diranno che è facile) che abbiano mai calcato un ring professionistico, una delle più grandi leggende della storia del wrestling. Questo è Dwayne “The Rock” Johnson, ma non solo: si dà il caso che sia uno tra gli attori di film d’azione più richiesti del momento e uscirà in pochi mesi nelle sale con Hercules – Il Guerriero.
Noi di Orgoglio Nerd ripercorreremo i passi della sua carriera: dal wrestling, fino al successo nel mondo di Hollywood.
Dwayne Douglas Johnson, nasce a Hayward, California nel 1972, figlio della leggenda e Hall of Famer della WWE Rocky Johnson e di Ata Maivia, figlia di un altro Hall of Famer della WWE, il samoano “High Chief” Peter Maivia.
Dwayne non è solo figlio e nipote d’arte, ma anche parte della più popolosa famiglia di pro wrestler in circolazione. Proprio grazie alla discendenza da Peter Maivia, è imparentato con una moltitudine di nomi del business tra cui gente come Rikishi, Umaga e Yokozuna o i wrestler oggi in WWE Jimmy Uso, Jey Uso e Roman Reigns.
Non comincia subito con il wrestling, tenta prima una carriera nel football giocando per la squadra collegiale dei Miami Hurricanes. La carriera, nonostante fosse promettente, non decolla e dopo un periodo alla Canadian Football League, decide di darsi alla disciplina di famiglia.
Allenato dal padre, e dal leggendario Pat Patterson, il giovane ha ottime potenzialità ed entra nell’allora World Wrestling Federation, debuttando nel 1996 con il nome di Rocky Maivia. Non debutta nel migliore dei modi: il suo personaggio del perfetto bravo ragazzo, non piace al pubblico che ormai preferisce babyface (i cosiddetti “buoni”) più antieroici. Poco dopo il debutto conquista la sua prima cintura, il Titolo Intercontinentale, laureandosi a 25 anni il Campione Intercontinentale più giovane del tempo: il pubblico non apprezza ciò e comincia a intonare cori contro di lui, su tutti il famigerato “Die, Rocky, die”. L'esperienza è però destinata ad interrompersi per via di un infortunio che lo tiene fuori dai giochi per tre mesi.
Al ritorno, la svolta: Rocky torna come heel (un “cattivo”), inizia a farsi chiamare The Rock, a riferirsi a se stesso in terza persona, e da lì inizia la sua ascesa.
Diventa poi un beniamino del pubblico, vince ben 10 titoli del mondo e una Royal Rumble –tra i vari successi-, partecipa a match e faide storiche che lo mettono in una virtuale Top 10 dei migliori wrestler della storia, insieme a nomi del calibro di Hulk Hogan e The Undertaker.
Il suo grande carisma attira le prime offerte di Hollywood e nel 2001 debutta con una breve apparizione ne La Mummia – Il Ritorno, che porta al suo primo ruolo da protagonista ne Il Re Scorpione, film dimenticabile ma che gli frutta ben 5,5 milioni di dollari, inserendolo tra gli attori più pagati per il loro primo film da protagonisti.
In questi primi tempi da attore è ancora nel roster della ormai World Wrestling Entertainment, nonostante sia semi-ritirato, ma nel 2004 il suo contratto scade ed è libero di andare.
La carriera da attore è tutta in divenire. Recita in diversi film tra cui Doom, i poco riusciti Cambio di Gioco e Corsa a Witch Mountain, ma anche Agente Smart – Casino Totale, Faster e I Poliziotti di Riserva. Il successo vero arriva con Fast & Furious 5 e ora le dodici fatiche…
Il 13 agosto infatti sarà in sala con Hercules, barbuto e tonico The Rock sfiderà Kevin Sorbo..

Per prepararsi al ruolo, Johnson ha dovuto lavorare intensamente sul suo già imponente fisico con risultati davvero impressionanti, come si nota dalla clip pubblicata da poco, in cui si vede Hercules e il suo esercito cadere in una trappola e dover combattere contro un’orda di selvaggi col corpo dipinto.
La regia è di Brett Ratner, già regista di X-Men – Conflitto finale. Nel cast altri nomi celebri come Joseph Fiennes (Shakespeare in Love), Ian McShane (Pirati dei Caraibi – Oltre i Confini del Mare) e John Hurt (V per Vendetta).
Questa versione non ha niente a che spartire con quella televisiva, famosa e che tutti abbiamo imparato a amare, con il sempre verde Kevin Sorbo (di Robert Tarper e Sam Raimi), ci aspettiamo infatti dei toni molto più seri e dubitiamo che Xena verrà coinvolta!
A questo punto, non resta che aspettare per goderci questa ultima fatica (è proprio il caso di dirlo) di Dwayne Johnson.

Ti potrebbero interessare anche:

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button