Intrattenimento

Dragon Ball FighterZ: la passione fatta videogioco

Ormai manca una settimana all’uscita del tanto atteso Dragon Ball FighterZ (qui la Bundle Limited di Amazon) e, prima dell’arrivo della recensione, in cui vi sveleremo le nostre impressioni finali, vogliamo soffermarci ad analizzare alcuni aspetti del titolo, stavolta non legati strettamente al gameplay, ma più all’impatto emozionale e alla cura che Arc System Works ha messo in ogni singola animazione del suo gioco. I più attenti di voi probabilmente lo avranno già notato, ma dietro ogni attacco, dietro ogni mossa o posa, c’è una meticolosa ricerca della fedeltà alla versione cartacea e animata del leggendario manga di Akira Toriyama.
Anche un semplice pugno o calcio di Goku, Vegeta o Freezer, di quelli che stanno alla base delle combo e a cui pochi fanno caso, è tratto da una scena di combattimento particolare, e magari quel semplice pugno si è anche visto soltanto una volta in tutto l’anime. Questo è il livello di cura, quasi maniacale, che Arc System Work ha messo nel suo nuovo picchiaduro, un lavoro fatto da professionisti del genere, ma anche da fan della saga di Goku e degli altri Z Warriors, perché, per riuscire a infondere così tanti momenti significativi in ogni singola animazione di un personaggio bisogna amare davvero tanto l’opera di Toriyama. Dunque abbiamo selezionato cinque scene a rappresentanza delle tantissime riportate fedelmente dal manga/anime nel videogioco, scene che ci riportano alla memoria i motivi per cui abbiamo amato, e continuiamo ad amare, Dragon Ball.
{I combattimenti} I combattimenti di Dragon Ball, semplici e spettacolari, hanno fatto scuola per tutti gli shonen venuti dopo, che, ancora oggi, tanto devono al maestro. Quasi ogni pugno, calcio o mossa speciale che troveremo nel gioco è presa da uno specifico scontro presente all’interno dell’opera di Toriyama. Starà ai fan dalle capacità mnemoniche più sviluppate ricordarsi dove hanno visto quel determinato attacco, magari tornando con la mente ai pomeriggi in cui si guardava l’anime dopo essere tornati da scuola.
{La nostalgia} In FighterZ i momenti nostalgia non mancano di certo e, a rappresentanza di questi, citiamo la trasformazione in Super Saiyan di Goku all’inizio di ogni match, sequenza chiaramente ispirata dalla parte finale della storica sigla Cha-La Head Cha-La di Dragon Ball Z. Questo fa capire come nulla sia stato lasciato al caso da Arc System Works: il team ha fatto in modo di citare le parti più care ai fan in ogni occasione possibile.
{Le mosse speciali} Ogni personaggio in Dragon Ball ha mosse e attacchi unici, che spesso abbiamo anche imitato da piccoli immaginando di lanciare attacchi d’energia come il nostro eroe preferito. Anche in FighterZ, attacchi come questo colpo di spada di Trunks sono resi con fedeltà assoluta alle controparti cartacea e animata. In questo caso è addirittura una sequenza presa da uno dei film di Dragon Ball, per la precisione il settimo, chiamato “I tre Super Saiyan”, film in cui i guerrieri Z si scontrano contro gli androidi 13, 14 e 15. Se vi sembra impressionante la somiglianza fra l’azione animata e quella nel videogioco, dovete allora vedere la riproduzione del Burning Attack, mossa speciale sempre di Trunks, riproposta fedelmente anche nel gioco.
{I personaggi} Non solo super attacchi, anche le movenze e alcune battute dei personaggi sono rimaste impresse nella mente dei fan, che ricordano a menadito le sequenze più memorabili. Come non citare, ad esempio, la frase pronunciata da Vegeta, quando, durante il combattimento con Cell, sicuro della sua rinnovata potenza e del controllo sulla sua forma di Super Saiyan, dichiara di essere Super Vegeta, con tutto l’orgoglio che ci ha fatto amare il principe dei Saiyan. Poter vedere scene come questa prima e dopo i combattimenti darà un grosso incentivo al nostro spirito combattivo, soprattutto contro altri avversari umani.
{Le emozioni} I momenti emozionanti non mancano in Dragon Ball: l’uccisione di Crilin e la conseguente prima trasformazione in Super Saiyan di Goku o la Kamehameha combinata fra Goku e Gohan per sconfiggere Cell sono soltanto due dei momenti più toccanti della serie. Il bello di FighterZ è che tra uno scontro e l’altro potremo rivivere questi momenti sia tramite mosse speciali che tramite brevi filmati realizzati in game, potendo così ricreare le battaglie più importanti quando più vogliamo.

Silvio Mazzitelli

Di stirpe vichinga, sono conosciuto soprattutto con il soprannome “Shiruz”, tanto che quasi dimentico il mio vero nome. Videogiocatore incallito sin dall’alba dei tempi, adoro il mondo videoludico perché dopo tanto tempo riesce sempre a sorprendermi come la prima volta. Scrivo ormai da diversi anni di questa mia passione per poterla condividere con tutti. Sono uno dei fondatori di Orgoglio Nerd e sono anche appassionato di tutto ciò che riguarda la cultura giapponese e la mitologia (in particolare quella nordica).

Ti potrebbero interessare anche:

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button