Intrattenimento

Douglas Rain, addio alla voce di HAL 9000

È scomparso nella notte l'attore canadese Douglas Rain, noto per aver dato la voce al supercomputer di 2001: Odissea nello spazio.

L’annuncio è arrivato solo poche ore fa: Douglas Rain, attore e doppiatore canadese è scomparso. La comunicazione arriva dallo Stratford Festival, evento dedicato al mondo del teatro, a cui l’interprete ha partecipato più volte nelle diverse edizioni. Rain è morto nella mattina di domenica al St. Mary’s Memorial Hospital poco fuori Stratford, Ontario all’età di 90 anni.

Douglas Rain, attore shakespeariano e interprete di HAL 9000

La carriera dell’attore, dopo gli studi approfonditi, è iniziata con drammi radiofonici e si è sviluppata principalmente nel teatro. Interprete di tante opere del Bardo, nel 1953 diventa co-fondatore dello Stratford Shakespearean Festival, a cui prende parte spesso negli anni.
Senza dubbio il ruolo che lo rese più noto a livello internazionale è quello di HAL 9000, supercomputer doppiato da Rain nel capolavoro di Stanley Kubrick 2001: Odissea nello spazio. Negli anni il regista ha più volte spiegato quanto fosse difficile trovare un buon interprete per una parte così importante e al contempo complessa:
Abbiamo avuto un po’ di difficoltà a decidere esattamente come dovesse essere HAL e Marty [Balsam, prima scelta per il ruolo] sembrava un po’ troppo colloquiale e americano, ma Rain aveva il tipo di semplice accento del centro della sponda atlantica che abbiamo ritenuto fosse giusto per la parte“.
Non si tratta dell’unico caso in cui l’attore ha dato la sua voce a un supercomputer. Oltre ad aver ripreso direttamente il ruolo di HAL 9000 in 2010 – L’anno del contatto, Rain ha partecipato anche alla commedia fantascientifica Il dormiglione di Woody Allen.
Il direttore artistico dello Stratford Shakespearean Festival Antoni Cimolino ha commentato:
Il teatro canadese ha perso uno dei suoi più grandi talenti e una luce guida nel suo sviluppo. Douglas Rain era un artista raro – un attore profondamente ammirato da altri attori. Come voce di HAL in 2001: Odissea nello spazio, Douglas condivideva molte delle stesse qualità dell’iconica creazione di Kubrick: precisione, forza d’acciaio, enigmaticità e intelligenza infinita oltre a un grande sense of humor“.
La Redazione lo ricorda.

Source
THR

Mattia Chiappani

Ama il cinema in ogni sua forma e cova in segreto il sogno di vincere un Premio Oscar per la Miglior Sceneggiatura. Nel frattempo assaggia ogni pietanza disponibile sulla grande tavolata dell'intrattenimento dalle serie TV ai fumetti, passando per musica e libri. Un riflesso condizionato lo porta a scattare un selfie ogni volta che ha una fotocamera per le mani. Gli scienziati stanno ancora cercando una spiegazione a questo fenomeno.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button