Cinema e Serie TV

Disney lancerà una nuova piattaforma streaming internazionale

L'annuncio è arrivato dal CEO Bob Chapek che non ha fornito troppi dettagli sulla piattaforma di nome Star

Disney ha in programma di lanciare una nuova piattaforma di streaming di intrattenimento all’estero nel 2021 con il marchio Star. L’annuncio è arrivato dal CEO Bob Chapek che non ha fornito troppi dettagli sulla piattaforma, compresi i paesi in cui verrà lanciata o i prezzi. Tuttavia ha notato che includerà contenuti di ABC, FX, Freeform, Searchlight e 20th Century Studios. Ulteriori informazioni dovrebbero essere annunciate in una prossima riunione degli investitori che si concentrerà sui piani per Disney Plus, Hulu, ESPN Plus e Star.

Disney ha centrato risultati importanti riguardo il numero degli abbonati

L’annuncio di Chapek è arrivato quando la Disney ha raggiunto importanti numeri riguardo lo streaming, superando i 60 milioni di abbonati Disney Plus in tutto il mondo e 100 milioni di abbonati complessivamente per le sue offerte di streaming – Hulu, ESPN Plus e Disney Plus. Lo streaming rimane il punto positivo solitario per l’azienda, che ha registrato un calo dei profitti in questo trimestre. “In termini di offerta di intrattenimento generale a livello internazionale, vogliamo rispecchiare la nostra strategia Disney Plus di successo utilizzando la nostra piattaforma tecnica Disney Plus, introducendo i contenuti che già possediamo e distribuendoli con un marchio internazionale di successo che già possediamo”. Dichiarò Chapek.

Il lancio di Star solleva anche un’altra importante domanda: che strada si prenderà con Hulu? L’ex CEO Bob Iger ha annunciato che l’azienda stava preparando un lancio internazionale nel 2021, ma Chapek ha dichiarato a maggio che la società non aveva piani immediati per “fare investimenti in quel business a livello internazionale”. Chapek non ha detto se Star sta sostituendo Hulu, ma ha trascorso un po ‘di tempo a spiegare perché la società sta lanciando un servizio di intrattenimento generale sotto il nome Star invece di espandere Hulu a livello internazionale. “Penso che sia importante esaminare le differenze nel modo in cui prevediamo di entrare nel mercato”, ha detto Chapek. “Hulu aggrega contenuti di terze parti; questo no… Hulu non ha consapevolezza del marchio al di fuori degli Stati Uniti”.

Anna Montesano

Scrittrice da quando ne ho memoria, dai diari al web. Viaggiatrice incallita e malata di serie tv, appassionata di tv e cinema. Nella vita un solo motto: "Perché rimandare a domani quando puoi vederlo oggi?"

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button