News

Death Edge: tu credi nel soprannaturale?

Il soprannaturale ispira in noi sempre un certo fascino.
Sarà perchè la realtà, così come si presenta, spesso non ci basta o perchè sentiamo la necessità di qualcosa di più, una brama che non si cheta quasi mai.
E nell'oscurità diamo forma agli incubi, li plasmiamo dandogli un nome e caratteristiche ben precise per poi lasciarli circolare nel mondo a infestare le vite delle altre persone.  
Fintanto che leggiamo di eroi che combattono mostri desideriamo ardentemente essere al loro posto, ma se effettivamente ci trovassimo in quelle situazioni come ci comporteremmo?
Fuggiremmo o combatteremmo? La paura si impossesserebbe di noi fino a tramutarci in statue o armati anche solo di un bastone ci lanceremmo contro le avversità?
Demoni, angeli, vampiri, gnomi armati d'ascia, numerose sono le creature che ancora oggi alcuni considerano reali, altri solo finzione; ci proteggono se sono serve della luce e ci portano verso la perdizione nel caso in cui si cibino di disperazione e dormano tra le ombre.
Così almeno è il modo in cui di solito vengono rappresentati nell'iconografia tramandata nei tempi, secondo la classica visione delle cose che il bene è solo buono e il male solo cattivo. 
A volte però piace un po' di diversificazione per cui capita che i ruoli vengano invertiti e angeli impazziti godano a vedere la gente impazzire per poi assaporarne l'anima corrotta, mentre demoni solitamente bistrattati si facciano avanti come paladini per il genere umano.

Come per esempio è stato in passato con Angel Sanctuary, o nell'esempio più recente di Death Edge pubblicato da GP publishing; per mano di Shimotsuki Kairi, stessa mangaka che ha disegnato il fumetto di Sengoku Basara (basato sull'omonimo anime, a sua volta basato sul videogioco Devil Kings della Capcom).
Persone che conosciamo da tempo, che si sono sempre comportate rettamente, d'improvviso agiscono come se fossero impazzite, aggredendo i vicini, uccidendo i parenti o gli amici inspiegabilmente divorate da una violenza che non si sarebbe mai detto fare parte della loro anima. Quale spiegazione razionale si può dare ad avvenimenti come questi? Per non parlare di capire come affrontarli e relazionarsi con loro. Il mondo si sta forse auto-distruggendo?
Fortunatamente i componenti della Death Edge, divisione speciale segreta con una cellula insediata in ogni città della Terra, è pronta ad occuparsi di tutto ciò che sta succedendo.
Dotati di strani poteri e di armi altrettanto oscure, la cui forza è legata al sangue, combattono contro gli stessi angeli che siamo abituati a chiamare in nostro soccorso ma che ora minacciano la nostra vita, solo per svagarsi, un passatempo tanto divertente per loro quanto pericoloso per la razza umana.

Con uno stile di disegno particolarmente fashion, in cui gli abiti indossati e gli accessori hanno una maggiore diversificazione rispetto alle espressioni facciali, Shimotsuki Kairi scaraventa la giovane Miki in una spaventosa avventura, prima come vittima e poi come aiutante, perchè stranamente dopo essere stata salvata ha acquisito la capacità di determinare chi sia stato posseduto.
Senza punti di riferimento, tra nemici che credevamo protettori e amici che pensavamo sarebbero stati i primi a ferirci, avanziamo alla cieca tra trine, pizzi e lunghi capelli fluenti, sperando in un colpo di scena che movimenti ulteriormente una trama oscura.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button