FeaturedGiochi

D&D Live 2021: incredibili ospiti, annunci sorprendenti

D&D Live 2021 è qui! Ecco tutti gli ospiti e le novità!

D&D Live è l’ormai ricorrente evento virtuale di celebrazione del gioco di ruolo più famoso del mondo. Il 2020 è stato l’anno di maggior successo per Dungeons & Dragons e questo è stato vero anche per i sei anni precedenti: D&D sta davvero vivendo il suo momento d’oro in termini di popolarità, successo e naturalmente vendite. Ma non solo: negli ultimi anni abbiamo visto un’esplosione nello “star power” del gioco di ruolo, con sempre più numerosi volti noti dello spettacolo, della musica e del cinema uscire fuori dal ripostiglio ed ammettere di essere fan sfegatati di D&D, o ancora avvicinarsi per la prima volta a questo mondo e rimanerne invischiati nel profondo. D&D Live è un momento di grande festa, in cui Wizards of the Coast e i suoi partner organizzano sessioni di gioco per presentare i prodotti in uscita, invitando al tavolo giocatori di eccezione. L’anno scorso, ad esempio, abbiamo visto il cast di Stranger Things confrontarsi con il gelo di Icewind Dale e quest’anno gli ospiti sono altrettanto spettacolari!

D&D Live 2021: tutti i tavoli

Nell’edizione di quest’anno di D&D Live Wizards of the Coast ha realizzato una collaborazione con il colosso del gaming G4 per mettere insieme dei tavoli di gioco con ospiti straordinari. Queste sessioni one-shot si sono svolte nei giorni 16 e 17 luglio, e tutte le registrazioni sono naturalmente a vostra disposizione su YouTube.

The Chaos Carnival table

D&D Live

Questo tavolo è composto interamente da colossi (letteralmente!) della WWE. Abbiamo Xavier Woods, MACE, Ember Moon e Tyler Breeze come giocatori, e la dungeon master altri non è che la fantastica Aabria Iyengar, che la maggior parte degli appassionati conosce per essere la dungeon master di Exandria Unlimited, la mini-campagna di Critical Role attualmente in corso. Questa storia porterà i giocatori ad esplorare una inquietante fiera ricca di pericoli e di segreti.

The Lost Odyssey: Last Light table

In quello che probabilmente è il tavolo con la maggiore concentrazione di ospiti epici di tutto l’evento, la dungeon master Kate Welch guiderà i giocatori in un’investigazione riguardante draghi, mostri marini e giganti. Chi sono questi giocatori? Iniziamo da Kevin Smith e Jason Mewes, per poi passare da Reggie Watts e Lauren Lapkus e finire in bellezza con nient’altri che Jack Black e la sua epica barba da quarantena. Un ospite misterioso si aggiunge al tavolo… ma ora possiamo svelarvi questo segreto: si tratta di Tiffany Haddish!

The Flubbybonks & Guzzleshucks table

d&d live

La veterana Amy Vorpahl è la dungeon master del tavolo con il nome più bislacco. I suoi giocatori sono un gruppo di streamer e conduttori della programmazione di G4: DrLupo, Negaoryx, Kevin Pereira e Adam Sessler, Fiona Nova e l’attore Ify Nwadiwe. Anche questa avventura si ricollega alle pubblicazioni in uscita per quest’anno, e ruota attorno ad una versione insidiosa e moralmente ambigua delle più classiche favole per bambini.

The Palace of the Vampire Queen table

Un altro tavolo con uno star power notevole, The Palace of the Vampire Queen dispone di un dungeon master d’eccezione: Dave Walters. I suoi giocatori dovranno cavarsela in quella che probabilmente è l’avventura più pericolosa di tutto l’evento: Patton Oswalt è il volto che siamo più curiosi di vedere, e sarà in compagnia di Nick Peine, Marisa Baram, Allisyn Snyder e Jacob Houston.

The Faster, Purple Worm! Kill! Kill! table

d&d live

Concludiamo questa carrellata con il tavolo più sperimentale: Dave Walters questa volta sarà un giocatore, affiancato dalla mitica Deborah Ann Woll, una delle più appassionate ambasciatrici di D&D, Xander Jeanneret e Seth Green. Il dungeon master è Jon Ciccolini, che promette un’avventura di totale improvvisazione umoristica che sarà “piuttosto epica, abbastanza disgustosa e forse un pochino sciocca”.

D&D Live 2021: gli annunci e i manuali in uscita

Com’è giusto che sia, la maggior parte di queste sessioni svolge anche il ruolo di anteprima delle uscite previste per il 2021, e quest’anno gli annunci sono stati davvero tanti.

Avventure nei Forgotten Realms

Non è un caso che l’evento celebrativo di D&D di quest’anno cada esattamente nello stesso fine settimana in cui si svolge il prerelease di Avventure nei Forgotten Realms, la più recente espansione di Magic: the Gathering. Se non ne avete sentito parlare, potreste chiedervi che ci azzecca un’espansione di Magic con Dungeons & Dragons. Ebbene, la risposta è semplice: Wizards ha deciso nuovamente in incrociare i flussi dei suoi due brand di maggior successo, e il risultato è un’espansione ambientata interamente sul mondo di Toril, con mille riferimenti a D&D, camei di personaggi leggendari e persino lancio di dadi a 20 facce e una nuova meccanica che rappresenta l’esplorazione dei dungeon. Se siete incuriositi vi rimandiamo al nostro approfondimento!

The Wild Beyond the Witchlight

d&d live

Il primo dei tre manuali in dirittura di arrivo è un nuovo modulo di avventura ambientato nel piano fatato del Feywild. In uscita il 21 di settembre, The Wild Beyond the Witchlight è la prima avventura ambientata in questo mondo pubblicata per la Quinta Edizione di D&D. Il designer è il veterano dei veterani, Chris Perkins, quindi possiamo stare davvero tranquilli: sarà un manuale notevole. In due parole, l’avventura ruota attorno ad una fiera magica, il Witchlight Carnival, che è una sorta di costola del piano fatato che si manifesta con regolarità in giro per il piano materiale, per poi sparire e riapparire da qualche altra parte. I giocatori inizieranno l’avventura esplorando la fiera, per poi incappare in un portale per il piano fatato, dove si troveranno coinvolti nelle macchinazioni di un gruppo di malvagie creature intente a manipolare il tempo stesso. Naturalmente il modulo arriva portando in dote diverse nuove opzioni per i personaggi, come nuove razze e nuovi background, e una mappa staccabile da consegnare ai giocatori. Come di consueto sono previste due edizioni, una regolare e una variant, un set di dadi in edizione limitata con l’aggiunta di mappe, schede e illustrazioni, e come di consueto non vediamo l’ora di metterci le mani!

Strixhaven: a Curriculum of Chaos

Il 16 di novembre, invece, è in uscita un nuovo manuale di ambientazione, ovvero Strixhaven. I più acuti di voi avranno già fatto il collegamento con Magic: the Gathering. Strixhaven è infatti l’ambientazione del set di Magic uscito solo pochi mesi fa, e si unisce ora a Ravnica e Theros nel ricevere un trattamento da manuale come ambientazione ufficiale di D&D! I flussi continuano a incrociarsi, e in tutta onestà, vista la qualità dei due esperimenti precedenti, non potremmo essere più contenti. Il manuale differisce però dagli altri due, perché sembra essere una sorta di ibrido fra un normale manuale di ambientazione e un modulo di avventura: due terzi del libro sono occupati da quattro avventure distinte, giocabili come un’unica lunga campagna, oppure come stand-alone, mentre il resto contiene classi, razze, mostri, incantesimi, oggetti magici e informazioni per utilizzare Strixhaven come setting per le proprie campagne oppure, cosa forse persino più interessante, utilizzare queste informazioni per creare un’equivalente accademia magica da inserire in qualsiasi ambientazione.

Strixhaven è un collegio di magia, il più famoso e celebrato del multiverso. Ci sono cinque scuole diverse, ciascuna ruota attorno ad una diversa filosofia ed approccio alla magia (una coppia di colori, in termini di Magic!), e ai giocatori sarà richiesto di creare dei personaggi che sono degli studenti di questo collegio. Ognuno dei quattro moduli di avventura presenti nel manuale rappresenta un anno accademico, e ci saranno regole per rappresentare la vita da campus, dagli esami ai dormitori ai risvolti romantici. Il parallelo con Harry Potter viene facile, e non è necessariamente un male!

Fizban’s Treasury of Dragons

La vera sorpresa di questo evento, però, riguarda il manuale che uscirà il 19 di ottobre, qualcosa di inedito e inaspettato: Fizban’s Treasury of Dragons, un intero libro dedicato ai mostri più iconici di tutto il mondo di D&D. Leggere il nome di Fizban avrà senz’altro fatto balzare il cuore nel petto di molti, ma vi diciamo fin da subito che questo non è un manuale di ambientazione di Dragonlance. Gli autori avevano bisogno di trovare una “voce” per questo libro, come è avvenuto per tutti i manuali della Quinta Edizione, e hanno scelto proprio Fizban, che per chi non lo sapesse è l’avatar di Bahamut nel mondo di Krynn. Si tratta di uno strambo vecchietto con una parlantina rapida e molto sconclusionata, ma la sua vera natura è quella di guida e condottiero di tutti i draghi metallici del multiverso…quindi, in effetti, non c’è nessuno di più esperto di lui.

Il manuale è un ibrido fra un manuale dei mostri e un supplemento per il dungeon master: contiene dozzine di nuove schede di draghi e altre creature, introduce alla 5E i draghi di gemma, che si uniscono ai cromatici e ai metallici, nonché i Grandi Draghi, ovvero delle versioni ancora più potenti dei draghi antichi. Per rappresentare tale potere gli autori sono andati a recuperare il modello dei mostri mitici introdotti nel manuale di Theros, che abbiamo già avuto modo di apprezzare e lodare. Naturalmente Fizban’s Treasury of Dragons contiene opzioni per i personaggi, come nuovi talenti, incantesimi e sottoclassi, ma la promessa è quella di essere uno strumento molto pratico per introdurre il materiale nelle sessioni il più facilmente possibile: i Dungeon Master avranno a disposizione decine di mappe per le tane dei draghi, oltre che tabelle per stabilire caratteristiche uniche e tratti di personalità e per generare nel dettaglio i tesori accumulati dai draghi.

Fra annunci a sorpresa e tavoli con ospiti d’eccezione, anche l’edizione 2021 di D&D Live promette faville. Non c’è davvero mai stato un momento migliore per giocare a Dungeons & Dragons e con la pandemia sempre più vicina ad essere finalmente superata, non vediamo l’ora di tornare a giocare attorno a un tavolo!

Gabriele Bianchi

Lettore, giocatore, conoscitore di cose. Storico di formazione, insegnante di professione, divulgatore per indole. Cercatelo in fiera: è quello con la cravatta.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button