Intrattenimento

Cranio Creations annuncia la prima espansione di "La Festa per Odino"

Pronti a esplorare nuove terre con i Norvegesi?

“Avete già dimostrato di essere dei veri Vichinghi, nel mondo del saccheggio, nell’ambito della scoperta e nella vita di tutti i giorni. È giunta l’ora di allargare i vostri orizzonti e nuovi elementi di gioco aspettano soltanto voi: nuove terre da scoprire, furti, nuove merci, nuovi animali e ancora più possibilità di azione per rendere la sfida più agguerrita. Chi sarà il più abile ad accumulare ricchezze, chi sarà il più potente di tutti i Vichinghi?”

Con queste parole la casa editrice italiana Cranio Creations annuncia la localizzazione della prima espansione del gioco da tavolo “La Festa per Odino”, prevista per il 17 Dicembre.

Cosa troveremo nella scatola?

“La Festa per Odino: i Norvegesi”, questo il titolo, arricchisce il gioco di numerose novità. La scatola, probabilmente piena fino all’orlo, come nel gioco base, almeno leggendo l’elenco dei componenti, contiene in primis una nuova plancia delle azioni modulare, che cambia a seconda del numero di giocatori. Questa sembra essere una buona soluzione per aumentare la scalabilità del titolo, e impedire che alcune azioni vengano scelte troppo spesso (specialmente in quattro giocatori, dove le scelte possono restringersi di molto).

Introdurre nella scatola ben quattro nuove plance esplorazione a doppia faccia (oltre che le 4 presenti nel gioco base e rifatte per includere i nuovi contenuti) permetterà una partita più rilassata, soprattutto per i nuovi giocatori, che a volte con il gioco base si vedono rubare queste poche, importantissime isole dai più esperti.

Oltre a sei nuove tessere speciali, che faranno la gioia degli amanti dell’effetto “tetris” di questo gioco, viene implementata di molto la strategia del “bestiame”, da alcuni ritenuta tra le più difficili da perseguire nel gioco base, inserendo nuove azioni e due nuovi animali, cavalli e maiali.


La sempre combattuta azione “Migrazione” viene espansa con la possibilità di una “piccola migrazione” utilizzando una baleniera, e l’aggiunta di sei nuovi edifici unici e una striscia montagna addizionale garantiscono una variabilità ancora maggiore al titolo.
“I Norvegesi” sembra introdurre molto al gioco base senza appesantire il regolamento, fornisce nuove strade per la vittoria e le rende più accessibili ai nuovi giocatori, tutte qualità che ci aspettiamo da un’espansione. Sarà davvero un’espansione buona come sembra?

Matteo Ruzzon

Naturalista dalla nascita e di professione. Se in questo momento non sta provando un gioco da tavolo, probabilmente sta leggendone le regole.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button