News

Cecilia e il restauro del suo Ecce Homo

La notizia ha già fatto il giro del globo terrestre, riportata e commentata da tutte le più grandi testate giornalistiche della Terra, noi abbiamo atteso il giusto periodo per saggiarne la veridicità.
Siamo in Spagna, è qui che è accaduto il misfatto, per la precisione nel territorio di Aragona e per essere ancora più precisi, a Borja, un piccolo comune con appena cinquemila anime nella provincia di Saragozza. Talmente piccolo che non ci si può credere che proprio qui esista qualcuno in grado di commettere tale scempio.
Il luogo del delitto, per usare termini forti, è una piccola chiesetta, il Santuario della Misericordia, risalente al secolo XVI. La vittima in questione è un dipinto, un affresco per meglio dire, situato su un muro della suddetta chiesa. Questo piccolo affresco invece è di epoca più recente: risale almeno al XIX secolo, opera del pittore spagnolo Elias Garcia Martinez e intitolato Ecce Homo (dal latino: Ecco l'Uomo). Il tempo, e soprattutto la forte umidità, sono stati impietosi, l'affresco era ormai molto rovinato e si era staccato in gran parte dal muro.
Insomma, questo piccolo e indifeso dipinto, raffigurante il volto di Gesù tranquillo e riposato, è stato brutalmente deturpato, senza la minima pietà. Vi chiederete chi siano questi vandali. Purtroppo, vi diremo noi, non sono stati vandali. Ma una dolce vecchietta.

Sì, una vecchietta. Avete capito bene: un'ottantenne di nome Cecilia Gimenez la quale, mossa sicuramente dalle intenzioni più buone, si è proposta al parroco della chiesa per restaurare l'affresco, senza aspettare l'arrivo dei restauratori, che ci avrebbero messo più tempo e sarebbero costati di più. Inoltre, a quanto dicono diverse fonti, nessuno le ha dato il permesso di iniziare a lavorare al restauro. Ma è anche vero che nessuno l'ha fermata. E noi non crediamo sia difficile fermare una signora anziana.
Il risultato è indescrivibile. Davvero. Anche a guardarlo stenterete a crederci.
La figura, dopo il restauro, sembra un incrocio tra la creatura di Eraserhead, il film di David Lynch, e un alieno con la criniera. Una cosa a dir poco raccapricciante.
Non c'è niente che possa minimamente ricordare l'aspetto iniziale di Gesù. Niente. Purtroppo ormai il danno è stato fatto e non si può più tornare indietro.
La cosa che secondo noi fa più scalpore sono le parole dette dalla signora in persona durante un'intervista, sono frasi forti e sconcertanti. Frasi del tipo: "A me sembra ben fatto" oppure "Forse non ho fatto la barba del Salvatore proprio bene, però tutto il resto è perfetto" e per finire "Infatti, è meglio dell'originale".
Che con la vecchiaia arrivano i primi acciacchi e il corpo di un anziano non ha le stesse prestazioni di quello di un giovane lo sapevamo già. Ma questo problema è ben oltre la cecità.
Non abbiamo niente da dire a riguardo, lasciamo Cecilia in pasto al famelico e crudele Popolo di Internet, che per contrappasso, come Dante insegna, si prende gioco di lei e la deride così come lei si è presa gioco di un'opera d'arte. L'unica differenza è che tra un paio di mesi Internet si sarà dimenticato del suo gesto mentre l'affresco resterà lì, grottesco e inguardabile, sul muro della chiesa finché essa starà in piedi. Un meme in chiesa.

Intanto il volto scimmiesco (o leonino, dipende da come lo si interpreta) ha fatto il giro del web in poche ore e la stupidità di questo gesto è stata premiata facendo diventare il ritratto restaurato di Gesù un meme: badly restored Jesus, che tradotto diventa "Gesù restaurato male". Possiamo quindi trovare questo volto sfigurato in forma di graffito, come tutorial di BobRoss, assieme a Bud Spencer e assieme a Bane, su un toast e infine sulla bici con Elliot al posto di ET. Nemmeno altre opere d'arte sono state risparmiate dal subire, sebbene non nella realtà, una sorte simile: al momento possiamo trovare la Gioconda di Leonardo da Vinci, il ritratto di Marilyn Monroe eseguito da Andy Warhol, il Cristo Redentore di Rio de Janeiro e molti altri dipinti celebri in cui è ritratto Gesù, a cui hanno manipolato il volto o l'hanno direttamente sostituito rendendolo simile all'attuale Ecce Homo di Borja.
Speriamo che Cecilia stia lontana dai colori, almeno per un po'.

Ti potrebbero interessare anche:

Commenti

  1. Grazie al cielo non era l’opera del secolo!
    Quello che non c’è scritto, però, è che la chiesa in questione, grazie (o a causa, a seconda dei casi) sta praticamente rinascendo! Tutti vogliono vedere il gesù restaurato male! Ergo, l’affresco resterà così 🙂 vedrete!!

  2. Diego, a parte il fatto che la Gioconda coi Baffi è di Duchamp, non di Dalì, in quel caso non è stata deturpata l’opera originale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button