AttualitàFeaturedGiochiGiochi da tavoloLifestyleNews

Le carte Pokémon negli Happy Meal valgono già 1.000 dollari online

La promozione per il 25° anniversario dei Pokémon porta alcune carte esclusive negli Happy Meal, vendute online a prezzi già esorbitanti

McDonald ha deciso di festeggiare il 25° anniversario dei Pokémon con degli Happy Meal speciali, che hanno l’imballaggio con un Pikachu sorridente e alcune carte da gioco all’interno. Fra queste 50 carte collezionabili alcune sono olografiche e tutte sono in edizione limitata: la promozione è valida solo in alcuni ristoranti. Cosa che ha creato un mercato nero online con scatole vendute intorno ai 1.000 dollari.

Le carte dei Pokémon negli Happy Meal vendute online

Gli Happy Meal con il sorriso di Pikachu arrivano solo in alcune località. Quindi anche panino e patatine dedicate all’anniversario dei Pokémon sono piuttosto rari. Ma le carte all’interno hanno già attirato le mire dei collezionisti, che non possono perdersi questa tiratura limitata per i 25 anni di Pokémon. Questo ha portato alcuni fan dei mostriciattoli Nintendo ad alzarsi presto per mettersi in fila davanti ai McDonald’s, con qualche collezionista che ha comprato decine di scatole per poi gettare il cibo. Tanto che la catena di ristoranti ha dovuto limitare il numero di Happy Meal acquistabili da un singolo cliente.

Come sempre, le ‘doppie’ trovano un ricco mercato secondario online. Qualche venditore ha già trovato il modo di collezionare tutte e 50 le carte per vendere il box completo a 1.000 dollari. 

Il sospetto di molti online è che qualche dipendente di McDonald’s abbia venduto le scatole prima di inserirvi il cibo, visto che la promozione è appena iniziata e le scatole sembrano in condizione perfetta.

Tutti gli Starter nelle carte Pokémon degli Happy Meal

Nessuna delle carte dovrebbe avere un vero valore di gioco. Dalle descrizioni che abbiamo trovato online sembra che il focus primario sia sugli Starter, una scelta comprensibile per l’anniversario della nascita dei giochi. Trovate i primi tre Pokémon che potete scegliere in ogni generazione (compreso Pikachu per Pokémon Giallo), alcuni dei quali in variante olografica, con lo sfondo che brilla.

Tutte le carte hanno un logo con un Pikachu nell’angolo dell’immagine, con scritto 25 in rosso. Questo è il vero motivo del valore di mercato online: sono carte uniche, che non potete trovare da nessuna parte. E sappiamo quanto la rarità delle carte Pokémon si paghi a caro prezzo.

I prezzi folli delle carte collezionabili dei Pokémon

Negli ultimi tempi abbiamo avuto spesso modo di meravigliarci per il valore delle carte collezionabili di Charmander e compagni. Tanto che a sapere che le carte Pokémon degli Happy Meal valgono già 1.000 dollari online, quasi pensiamo “Così poco?“. Solo un anno fa un collezionista è arrivato a spendere oltre 100 mila dollari per il set completo della prima generazione, da Bulbasaur a Mew. Il set era formato da sole prime edizioni, tutte in stato di conservazione perfetto.

All’inizio di quest’anno vi abbiamo invece raccontato di come una carta di Blastoise sia arrivata a costare 360.000 dollari. Esatto, costa più della bicicletta senza Buono in Pokémon Rosso e Blu. In quel caso però la rarità era elevata al massimo. Una carta usata da Wizard of the Coast come prototipo da presentare a The Pokémon Company: solo due esemplari stampati, di uno dei quali non sappiamo nulla. blastoise-carta pokémon più costosa-min

Le carte degli Happy Meal non sono altrettanto rare e pertanto non possono valere quanto una villetta di buone dimensioni in periferia. Però sono una occasione imperdibile per i collezionisti, che per un set possono tranquillamente sborsare i 1.000 euro richiesti (oppure fare dieci viaggi da McDonald’s).

La passione delle esclusive McDonald’s

Il team di marketing del gigante dei fast food non poteva aspettarsi questo successo immediato. Ma di certo conoscono l’impatto delle proprie promozioni ed erano certi di poter far parlare di sé. Negli anni sono state molte le esclusive che hanno appassionato i clienti di McDonald’s. Una c’è riuscita anche due volte.

È il caso della salsa Szechuan, un condimento dei Chicken McNuggets che era parte della campagna promozionale del cartone animato Mulan nel 1998. Il set di action figure ha avuto un discreto successo (noi abbiamo ancora il nostro Cri-Kee, da qualche parte) ma non paragonabile al successo della salsa speciale. Che è tornata a cavallo del 2017 e 2018, grazie alla menzione nel cartone animato per adulti Rick & Morty. 

McDonald’s ha ricevuto molte email dei fan dello show, ha rischiato che il suo Twitter esplodesse per le troppe menzioni. Ha quindi deciso di rilasciare il condimento per un solo giorno. Code di chilometri, litigi fra i fan. E confezioni di salsa Szechuan vendute per centinaia di dollari su eBay. Quando un’anno dopo McDonald’s ha riproposto la salsa, assicurando 20 milioni di confezioni, ha avuto un altro grande successo. Ma non paragonabile al primo.

La scarsità fa il prezzo, per le salse come per le carte Pokémon. Il fatto che ci siano solo un numero limitato di carte negli Happy Meal le rende rare e imperdibili per gli appassionati. Ora la scelta è solo: andare da McDonald’s o su eBay?

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button