Letteratura e fumetti

Cancellata la Bologna Children’s Book Fair

È stata cancellata la Bologna Children’s Book Fair. A causa dell’emergenza dovuta al Covid-19, l’edizione 2020 della Bologna Children’s Book Fair è stata rimandata al 2021. Anche la Bologna Licensing Trade Fair, evento dedicato alla compravendita di marchi e licenze, ha subito lo stesso destino. Gli organizzatori si stanno attrezzando per creare una piattaforma online che riempia il vuoto della fiera.

Bologna Children’s Book Fair cancellata

Gli organizzatori hanno cancellato la fiera, inizialmente rimandata ai primi di maggio. L’avviso è sul sito ufficiale di BolognaFiere, dando tempo agli espositori di organizzarsi di conseguenza. Non è il primo evento che viene annullato o rimandato a causa del coronavirus: anche la cerimonia di premiazione del prestigioso David di Donatello è stata rinviata. Leggiamo il comunicato ufficiale di Antonio Bruzzone, direttore generale di BolognaFiere.

Ci confrontiamo in questi giorni con un’emergenza che interessa non solo il nostro Paese ma, purtroppo, incide su scala internazionale. L’esigenza di contenere la diffusione del Coronavirus ha reso necessario applicare forti limitazioni agli spostamenti fra Paese e Paese incidendo, in maniera significativa, sul business dell’imprenditoria tutta. […] Per la Bologna Children’s Book Fair in cui il 90% degli espositori viene dall’estero era impensabile proporre un evento al quale i nostri interlocutori non avrebbero potuto partecipare con la necessaria tranquillità e con quel clima di amicizia e collaborazione che caratterizza questa grande comunità internazionale che ogni anno si ritrova a Bologna. Non è stato facile prendere la decisione di rimandare al 2021 la manifestazione, lo abbiamo fatto con la consapevolezza di dover dare un contributo importante per permettere il superamento questa situazione.

“Come spesso accade, dal confronto con scenari inediti nascono nuove idee: è quanto sta succedendo anche per la Bologna Children’s Book Fair che non si limita a posticipare l’evento al 2021 ma sta già lavorando a una serie di nuovi progetti e iniziative per mantener in collegamento questa grande comunità internazionale che ringraziamo per la fiducia che ci ha consentito di diventare l’evento di riferimento mondiale.
Infine, l’annuncio con largo anticipo di questa decisione nasce dalla consapevolezza di quanto sia importante programmare, in ogni dettaglio, la propria presenza a un evento fieristico e, allo stesso tempo, creare le condizioni per riprogrammare il proprio lavoro in relazione agli scenari che la situazione internazionale ci impone.

Francesco Briola

Videogiocatore di vecchia data, estimatore di serie d'animazione e film, divoratore di documentari. Parafrasando Sin City, "ha avuto la sfortuna di nascere nel secolo sbagliato": per lui le automobili sono carrozze senza cavalli e sostiene che una spada sia mille volte più affascinante di una qualunque arma da fuoco. Schivo e riservato, è ancora a disagio nel rileggere queste tre righe.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button