Cultura e SocietàFumettiLetteratura e fumetti

I Lacuna Coil di nuovo al fianco di Batman con un kit per i fan

Cristina Scabbia e Antonio Fuso ci raccontano la genesi della speciale cover di Batman Death Metal

I Lacuna Coil tornano nuovamente protagonisti di una cover di Batman. Il noto gruppo musicale italiano è stato infatti parte del roster di sette band scelte da DC Comics per una speciale serie di variant dedicate all’Uomo Pipistrello. Proprio quella dedicata ai Lacuna Coil sarà al centro di un nuovo kit da collezione ricco di sorprese, che è disponibile da oggi. Per celebrare l’occasione il gruppo si è raccontato in un’intervista nel sempre più ricco spazio Feltrinelli Comics & Games, accompagnati dal disegnatore della cover Antonio Fuso. C’eravamo anche noi, per raccogliere i commenti su questa esperienza davvero speciale.

I Lacuna Coil protagonisti di una cover di Batman: Death Metal – Band Edition

Qualche settimana fa è arrivato l’annuncio ufficiale di questo ciclo di variant cover, che avrebbero accompagnato la pubblicazione della nuova serie Batman: Death Metal. Battezzata Band Edition, questa iniziativa ha visto la partecipazione di diversi gruppi della scena metal mondiale, dai Megadeth ai Dream Theater, passando per i Sepultura, gli Opeth, i Ghost e il Principe delle Tenebre in persona, Ozzy Osbourne. E insieme a loro, appunto i Lacuna Coil.

Questa saga costituisce un sequel di Batman: Metal, apprezzatissimo ciclo che ha apportato grandi trasformazioni per il Multiverso DC. Fra questi, spiccano l’introduzione del Multiverso Oscuro e soprattutto la prima apparizione di un nuovo, terrificante avversario per gli eroi della casa editrice: il Batman che Ride. La nuova serie a fumetti ha debuttato negli Stati Uniti lo scorso anno e da qualche settimana ormai arriva anche sugli scaffali tricolore.

Oltre alla versione regular, disponibile anche in edicola, e alla Band Edition, è presente una terza linea di variant. Anche in questo caso il focus è sulla musica, con un protagonista del Multiverso DC Comics immerso in un ambientazione a tema.

Lo speciale kit da collezione dei Lacuna Coil

Come anticipato in apertura però, c’è una sorpresa per i fan del Cavaliere Oscuro e del gruppo. A partire da oggi è possibile acquistare 200 special kit numerati che contengono una serie di prodotti che faranno contenti gli appassionati.

Si parte naturalmente dall’albo Batman: Death Metal 3 – Band Edition con la cover dei Lacuna Coil di Antonio Fuso. Questo è arricchito da pagine extra, in cui la band si racconta e narra questa esperienza. Inoltre sono presenti tre litografie autografate da Antonio Fuso, Giovanni Timpano e dai Lacuna Coil e una borsa in tela rossa con i loghi della saga e del gruppo.

Per celebrare il lancio di questa versione speciale del loro nuovo ‘incontro’ con Batman i Lacuna Coil hanno preso parte a una chiacchierata insieme al disegnatore della cover Antonio Fuso e ad Andrea Rock, speaker di Virgin Radio. Il tutto si è svolto nello spazio Feltrinelli Comics & Games, location nata lo scorso autunno da una sinergia tra la nota casa editrice e Lucca Comics & Games, spesso teatro di iniziative speciali negli ultimi mesi.

Proprio oggi ha debuttato sui social il video della chiacchierata e potete trovarlo qui sopra. Noi eravamo presenti alle riprese e abbiamo avuto l’occasione di scambiare due parole con due dei protagonisti di questa iniziativa, per scoprire di più sull’incontro tra Batman e i Lacuna Coil.

Cristina Scabbia: “Sembrano due mondi all’apparenza opposti, ma per qualche motivo si intersecano alla perfezione

In un intervallo delle riprese, abbiamo chiacchierato con Cristina Scabbia, una delle due voci dei Lacuna Coil nonché grande amante di Batman. Questo è questo che ci ha raccontato.

Il mondo del Rock, soprattutto quello più duro, e quello Nerd sono da sempre molto vicini. Per i Lacuna Coil c’è poi un lungo pregresso in questo senso…

Sì, assolutamente: noi eravamo Nerd ancora prima di comporre il nucleo del gruppo. Andavamo il più possibile alle comic convention, abbiamo visto nascere Lucca Comics & Games perché abbiamo amici in Toscana che fanno parte dell’organizzazione che ci portavano alle diverse edizioni… Siamo innamorati proprio del mondo Nerd in generale, dai comics ai videogiochi. Insomma tutto l’immaginario che lo circonda questo mondo meraviglioso.

Ed è vero, il mondo Metal è molto vicino a quello Nerd. Ci sono tantissime colonne sonore di cartoni animati che hanno questa impronta molto Heavy. Non ti saprei dire perché. Sembrano due mondi all’apparenza opposti, ma per qualche motivo si intersecano alla perfezione.

Parlando di Batman Death Metal – Band Edition, com’è nato il coinvolgimento dei Lacuna Coil in questo progetto?

Noi non siamo nuovi a un coinvolgimento da parte di DC Comics, perché già nel 2019 ci era stato proposto – e ovviamente abbiamo detto di sì immediatamente – di apparire come gruppo, con le nostre facce e i nostri corpi sulla copertina di Batman #68. Da lì abbiamo avuto l’occasione di conoscere Bartek [Jelonek, Global Director, Publishing & Digital Partnerships ndr], che è la persona di riferimento della DC. Siamo andati a Los Angeles e abbiamo visitato le stanze della casa editrice, ci è stato spiegato come funziona. Abbiamo avuto la possibilità di andare agli Universal Studios per vedere un’esposizione speciale con tutti i vestiti di Aquaman. Davvero bellissimo.

Praticamente poi ci hanno riproposto una collaborazione perché è nata una bella amicizia tra noi. A loro è piaciuto molto come avevamo promosso il progetto, amano il nostro gruppo e quindi ci hanno incluso in questa rosa di band di tutto rispetto. Voglio dire, ci sono Megadeath, Opeth, Ghost… Un onore incredibile, come band e ancora più come band italiana.

batman lacuna coil death metal band edition megadeth

Torniamo sul tema dei punti di contatto tra mondi diversi. Al di là del fatto che questo arco narrativo si chiama Death Metal e quindi il richiamo è evidente da subito, potremmo dire che Batman è l’eroe DC Comics che più si avvicina all’iconografia del mondo Metal. Concordi con questa idea? E oltre a Batman, chi potrebbe essere un altro protagonista di un progetto del genere secondo te?

Beh, Batman è sicuramente perfetto: è il Cavaliere Oscuro! Io non leggo molti comics, non collezionandoli non seguo abitualmente tutte le saghe dei diversi personaggi, ma è un personaggio con cui mi sono sempre sentita molto vicina. A casa ho un sacco di memorabilia, anche appesi al muro, proprio di immagini di Batman. Mi è sempre piaciuto. Ho sempre trovato molto curiosa questa coincidenza di vita: far parte del mondo di Batman è stato molto strano. Ma credo onestamente che nessuno possa essere meglio di Batman in questo senso.

batman lacuna coil death metal band edition

Antonio Fuso: tra Lacuna Coil, Batman, Wonder Woman e Superman inserire tutti questi personaggi è stato “una specie di Tetris

Parlando con Antonio Fuso, disegnatore autore proprio della cover di Batman Death Metal – Band Edition dedicata ai Lacuna Coil, abbiamo potuto esplorare il lato più tecnico del progetto. Senza contare che ci ha dato un’idea davvero intrigante per una futura storia su Flash…

Partiamo dall’inizio: come sei stato coinvolto nel progetto Batman Death Metal – Band Edition?

Mi è arrivata una mail! [ride] No, so che sembra una versione antinarrativa, ma alla fine è davvero arrivata una mail. Faccio questo lavoro da tanti anni e tra addetti ai lavori (disegnatori, sceneggiatori, ma anche editori) ci si conosce. Forse una delle molle può essere stato il fatto che io per diletto, ogni tanto su Instagram faccio dei ritratti con una sintesi ‘fumettosa’, aderente al mio stile. È una cosa che so fare e magari in questo caso poiché bisognava rappresentare delle persone reali, si adattava bene il mio stile. Niente però di particolarmente complesso e originale. Alla fine arriva una mail.

Sei stato fin da subito legato ai Lacuna Coil? Oppure prima è arrivato il progetto e poi sono stati combinati disegnatori e band?

No, subito con i Lacuna Coil. Il lavoro di assegnare disegnatore alle band è stato fatto direttamente dagli editor della casa editrice. È stato immediato.

Poco fa citavi l’idea di “sintesi fumettosa“. Una cosa che colpisce molto della cover che hai realizzato è che c’è una forte sintesi appunto, tra lo stile dei comics e l’iconografia metal. A guardarla è al contempo una copertina perfetta per un fumetto di supereroi, ma anche di un album metal.

Beh sì, perché la parte teoricamente più complessa (anche se in realtà non mi è riuscito molto difficile) è quella di non far sembrare l’immagine un patchwork tra un ritratto da ritrattista di strada super rifinito e sfumato e il disegno di personaggi che poi in realtà non esistono. Fortunatamente ho questo tipo di disegno che personalizza molto e quindi alla fine ha una sua unità. Che poi era la cosa più importante di tutto, il fatto che tutto fosse unitario esteticamente. Che non sembrasse un’accozzaglia di media differenti.

Immagino ci sia stato un lungo processo di ricerca per questo risultato.

Sì, soprattutto per quanto riguarda la composizione. Questo perché i membri della band sono cinque, poi dovevo disegnare Batman, Superman e Wonder Woman… In una copertina sola erano già otto personaggi. Quindi lo studio di una composizione adatta è quello che ha richiesto più tempo.

Anche perché poi tutti e due gli elementi andavano valorizzati allo stesso modo, nessuno doveva prevalere sull’altro. Forse la scelta più personale che ho fatto è stata quella di focalizzare l’attenzione su Cristina e su Wonder Woman, che sono al centro. Quella però è l’unica personalizzazione. Era una specie di Tetris, in cui fare entrare tutti nella stessa immagine.

Come a Cristina Scabbia, anche a te chiedo: Batman è sicuramente uno dei personaggi più vicini a questo tipo di iconografia, ma se dovessi scegliere un altro eroe DC per un progetto simile, sempre dedicato alla musica Metal, chi potrebbe essere un candidato ideale?

Beh, Flash potrebbe suonare la batteria velocissimo. [ride] Non so. Poi in realtà l’immaginario DC si è anche un po’ modificato nei film, perciò adesso Aquaman è quello più metallaro di tutti probabilmente. Anche se io me lo ricordo ancora con la tutina arancione e il capello biondo da piccolo Lord. Però sì, forse l’Aquaman cinematografico e il Flash dei fumetti in una storia tipo Sound of Metal o Whiplash dove suona questa batteria superveloce…

E con questa idea che ora non vediamo l’ora di poter leggere o vedere sul grande schermo, si chiude la nostra doppia chiacchierata. Se volete accaparrarvi uno dei kit da collezione dedicati all’incontro tra Batman e Lacuna Coil, potete visitare il sito ufficiale di Panini Comics o della band stessa.

Death metal. Batman. Ediz. variant band (Lacuna Coil) (Vol. 3)
  • Garth Ennis, Scott Snyder, Joëlle Jones, AA.VV., Greg Capullo (Author)

Mattia Chiappani

Ama il cinema in ogni sua forma e cova in segreto il sogno di vincere un Premio Oscar per la Miglior Sceneggiatura. Nel frattempo assaggia ogni pietanza disponibile sulla grande tavolata dell'intrattenimento dalle serie TV ai fumetti, passando per musica e libri. Un riflesso condizionato lo porta a scattare un selfie ogni volta che ha una fotocamera per le mani. Gli scienziati stanno ancora cercando una spiegazione a questo fenomeno.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button