Cinema e Serie TVFeaturedFilm

Avatar: tutto quello che sappiamo dei (quattro) sequel del film

Da La via dell'acqua ai prossimi capitoli della serie: ecco tutti i dettagli finora noti dei sequel del film campione d'incassi

Era il 2009 e al cinema arrivava Avatar. L’impatto che ebbe andò oltre le più rosee aspettative. Questo film diretto da James Cameron avrebbe battuto record su record, vincendo tre premi Oscar e superando Titanic diventando il film con più incassi nella storia del cinema. Qualche anno dopo il titolo passò d Avengers: Endgame, per poi essere nuovamente conquistato da Avatar. A tredici anni da quel successo il mondo del cinema sta per essere nuovamente scosso da questo fenomeno mondiale. Il 22 settembre tornerà infatti in sala Avatar, il tutto in occasione dell’imminente uscita di Avatar: La via dell’acqua, attesissimo sequel (il primo!) del colossal fantasy.

Ma cosa sappiamo ad oggi dei sequel di Avatar?

Avatar: data d’uscita dei sequel

Partiamo dalle informazioni basilari dei sequel di Avatar. Avatar: La via dell’acqua, il secondo attesissimo capitolo della saga, debutterà al cinema il 14 dicembre 2022. La storia però è destinata a continuare con altre pellicole: il terzo capitolo, la cui uscita è attualmente prevista per il 20 dicembre 2024; per il quarto e quinto capitolo, invece, bisognerà pazientare ancora qualche anno visto che la loro uscita è al momento prevista rispettivamente per il 18 dicembre 2026 e il 22 dicembre 2028.

Avatar 2: di cosa parla il primo sequel?

Sono passati più di dieci anni dagli avvenimenti del primo film. Avatar: La Via dell’Acqua ci riporta a Pandora, a seguire le vicende della famiglia Sully che si è ormai allargata. Jake, Neytiri e i loro figli sono costretti ad abbandonare la propria casa a causa di una minaccia che la insegue.

Zoe Saldana Film Avatar 1 1024x576

A dare qualche dettaglio in più sulla trama ci ha pensato il produttore Jon Landau che in un incontro con la stampa italiana, in collegamento da Wellington, in Nuova Zelanda, si è sbottonato ulteriormente sugli sviluppi della storia, fino a quel momento rimasti segreti.

“Vedremo la famiglia Sully costretta a lasciare la propria casa e a cercare rifugio nel proprio clan, che all’inizio non li aspetta certo a braccia aperte. – ha spiegato Landau – Loro sono degli outsider e devono superare tutte le difficoltà legate a quella situazione: oltre che fronteggiare un pericolo incombente, ci sono i ragazzi che non accettano di venire sradicati dal loro mondo, si sentono non accolti dal clan e si ritrovano a combattere anche per conquistare i loro spazi e trovare la loro strada in un nuovo mondo”.

Avatar 2 e il focus sulla famiglia

Jon Landau pone dunque l’accento sul ruolo principale che la famiglia assume in questo primo sequel di Avatar. Il concetto di famiglia è qui però inteso anche in senso più ampio, quello di comunità, come il produttore ha poi sottolineato nel corso della sua intervista.

“In questa vicenda la parola famiglia viene declinata non solo nel senso della famiglia biologica, ma in un più generico senso di appartenenza a una comunità. – ha sottolineato Landau – La storia di questa famiglia non è raccontata solo dal punto di vista dei genitori, ma anche da quello dei figli adolescenti, che devono ingaggiare la propria battaglia nella battaglia, alla ricerca della loro identità e del loro posto nel mondo”.

Qual è l’ambientazione di Avatar: La via dell’acqua?

“Questa è la storia della famiglia Sully e cosa si fa per tenere unita la loro famiglia. Jake e Neytiri hanno una famiglia in questo film, sono costretti a lasciare la loro casa, escono ed esplorano le diverse regioni di Pandora, trascorrendo anche un bel po’ di tempo sull’acqua, intorno all’acqua, nell’acqua…”

Avatar The Way of Water

Come Jon Landau e lo stesso titolo del secondo film di Avatar ci fa intuire, la grande protagonista di questo sequel è l’acqua. Le riprese sono state fatte in Nuova Zelanda (e così sarà anche per i prossimi sequel, come anticipato da James Cameron), a cui si aggiunge il vasto lavoro delle scene in CGI, legate soprattutto all’acqua. Nonostante ciò, gli attori hanno dovuto comunque filmare molte scene in subacquea per replicare in modo corretto il movimento di motion capture per i loro personaggi. Gli attori principali hanno dunque affrontato scene anche complicate, come testimoniato da Sam Worthington e Kate Winslet.

Le difficoltà delle scene subacquee

Stando alle dichiarazioni di James Cameron e le indiscrezioni arrivate dal set del sequel di Avatar, Kate Winslet avrebbe registrato un vero e proprio record. L’attrice avrebbe trattenuto il respiro in acqua per circa sette minuti, superando il record detenuto da Tom Cruise in Mission: Impossible.

Chi però ha accusato maggiori difficoltà nelle riprese subacquee è stato il protagonista Sam Worthington che, in un’intervista rilasciata a Empire (tramite Deeper Blue), ha dichiarato: È la cosa più difficile che abbia mai dovuto fare. Hai a che fare con le restrizioni dell’apnea, i vincoli del motion capture sott’acqua e stai cercando di continuare un viaggio emotivo mentre stai lottando in modo innato con la paura di morire”.

Avatar 2: quanto dura il sequel?

Arriviamo alla durata del sequel di Avatar, punto sul quale James Cameron è stato irremovibile. Durante un’intervista al New York Times, il regista ha rivelato che i dirigenti della 20th Century Fox avrebbero voluto diminuire la durata del film, eliminando una scena per lui chiave. Un punto sul quale Cameron si è imposto e opposto agli studios, uscendone poi vincitore. La durata del film rimane, dunque, quella da lui inizialmente prevista, ovvero di circa tre ore. Quasi venti minuti in più, quindi, rispetto ai 162 minuti del primo film di Avatar.

James Cameron Avatar

Sul tema, anzi, James Cameron ha ammesso di non voler sentire lamentele: “Voglio che nessuno si lamenti della lunghezza quando poi si siedono a guardare [la televisione] per otto ore”, ha tuonato il leggendario regista durante un’intervista a Empire. Continuando: “Posso quasi scrivere questa parte della recensione. ‘Il film agonizzante di tre ore…’ È come dire dammi una fottuta pausa. Ho visto i miei figli sedersi e vedere cinque episodi di un’ora di seguito!”

Avatar: cosa sappiamo degli altri sequel?

Come accennato all’inizio dell’articolo, oltre Avatar: La via dell’acqua sono previsti altri sequel. In tutto, al momento, sarebbero cinque i capitoli di Avatar, inclusi il primo e il secondo in arrivo a dicembre. Le prime indiscrezioni su ciò che ci aspetta nei prossimi anni è stato ancora Jon Landau a svelarcele.

Sappiamo infatti che si è deciso di girare quattro sequel contemporaneamente, decisione spiegata proprio da Landau a Total Film Magazine: “È stata una scelta fatta per rendere più efficiente la produzione, ma anche valutando il fatto che molti personaggi sono ragazzini e girando a distanza di uno, due, tre, quattro anni non avremmo potuto avere personaggi che mantenessero lo stesso aspetto”.

Dunque, dopo La via dell’acqua, James Cameron ha pianificato altri tre film della saga di Avatar; tuttavia non è chiaro se lui ci sarà per tutti i prossimi capitoli. Anzi, in una recente intervista, il regista ha spiegato che sarebbe pronto a passare il testimone a un altro regista dopo il terzo film di Avatar. “I film di Avatar consumano tutto”, ha detto. “Ho anche altre cose che sto sviluppando che sono eccitanti. Penso che alla fine vorrò passare il testimone a un altro regista così posso andare a fare altre cose che sono anche interessato. O forse no. Non lo so.”

“Tutti i sequel di Avatar saranno film autonomi”

In merito alla trama dei prossimi film sappiamo poco o nulla, ciò che però è chiaro è che ogni film sarà autoconclusivo, mantenendo comunque una continuità in fatto di personaggi e della loro storia. “La storia di ogni film arriverà alla sua conclusione. – ha spiegato Landau – Tuttavia, se considerata nel suo insieme, il viaggio attraverso tutti e quattro i film creerà una saga epica connessa ancora più grande per il pubblico di tutto il mondo“.

Quale sarà l’ambientazione dei prossimi sequel?

Landau è stato chiaro anche in merito all’ambientazione, spiegando che Pandora sarà sempre il centro di tutto: “Mentre andavamo avanti con i sequel di Avatar, abbiamo preso una decisione molto consapevole di mettere in scena tutti e quattro i sequel su Pandora. Non abbiamo bisogno di andare in un altro mondo se vogliamo l’acqua, andremo negli oceani di Pandora“, ha sottolineato il produttore.

Il cast di Avatar 2

Il cast del primo sequel di Avatar vede vede il ritorno di Sam Worthington come Jake Sully, Zoe Saldana come Neytiri, Sigourney Weaver come Dr. Grace Augustine, Stephen Lang come Miles Quaritch e Giovanni Ribisi come Parker Selfridge. A loro si uniscono Kate Winslet (Ronal), Jemaine Clement (Dr. Ian Garvin), Michelle Yeoh (Dr. Karina Mogue), CCH Pounder (Mo’at), Oona Chaplin (Varang), Cliff Curtis (Tonowari), Edie Falco (Generale Ardmore), Joel David Moore (Norm Spellman), Jake McLean (Na’vi), Johnny Alexander, Chloe Coleman (Giovane Lo’ak), CJ Jones (Interprete Metkayina), Scarlett Fernandez, Matt Gerald (Caporale Lyle Wainfleet), Bailey Bass (Tsireya), Jamie Flatters (Neteyam), Keston John (Va’ru), Brendan Cowell (Scoresby), Jack Champion (Javier ‘Spider’ Socorro), Britain Dalton (Lo’ak), Filip Geljo Filip Geljo (Aonung del clan Metkayina), Jo-Li Bliss (Tuktirey “Tuk” figlia di Jake e Neytiri), Jeremy Irwin (Giovane Neteyam) e Duane Evans Jr.

Il trailer di Avatar: La via dell’acqua

Avatar (Blu-Ray)
  • Polish Release, cover may contain Polish text/markings. The disk has Italian audio and subtitles.
  • Worthington,Saldana (Attore)
  • Audience Rating: G (audience generale)

Anna Montesano

Scrittrice da quando ne ho memoria, dai diari al web. Viaggiatrice incallita e malata di serie tv, appassionata di tv e cinema. Nella vita un solo motto: "Perché rimandare a domani quando puoi vederlo oggi?"

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button