Intrattenimento

Audible lancia Gli animali fantastici: dove trovarli

Dal 31 ottobre è disponibile sul servizio di audiolibri il testo di J.K. Rowling letto da Francesco Pannofino

Testo fondamentale per gli studenti di Hogwarts appassionati di Cura delle creature magiche, nonché fonte d’ispirazione per la nuova saga ambientata nel mondo di Harry Potter, Gli animali fantastici: dove trovarli è da pochi giorni disponibile anche su Audible. Come per gli altri audiolibri della saga, a leggerlo è l’attore e doppiatore Francesco Pannofino.

La presentazione a Lucca Comics & Games

Giovedì 1 novembre durante Lucca Comics & Games, questa nuova aggiunta al catalogo è stata presentata in conferenza stampa. Oltre ovviamente a Francesco Pannofino, era presente Marco Azzani, Country manager di Audible Italia. È stato un incontro molto interessante, in cui sono stai approfondite diverse tematiche relative alla new entry, ma anche in generale al mondo degli audiolibri.
Sono emersi diversi aneddoti simpatici, come il “complesso rapporto” di Pannofino con gli elfi domestici e le loro voci stridule o una delle prime recensioni degli audiolibri che recitava: “È come se George Clooney mi leggesse Harry Potter“.
In particolare, l’attore ha approfondito la sua visione sul rapporto tra audiolibri e il mondo del doppiaggio. Ha sottolineato come l’approccio sia completamente diverso: da una parte ha la necessità di seguire delle linee precise, a partire dal labiale dell’attore, dall’altra ha il compito (ma anche la libertà) di lavorare sulla caratterizzazione del personaggio.
Abbiamo avuto modo di porre una domanda ai due ospiti, chiedendo loro quale fosse la maggiore difficoltà che incontrano nell’adattare un libro in versione audio. Di seguito la trascrizione delle loro risposte:

Francesco Pannofino: Io trovo tutto scritto, quindi mi limito a fare quello che so fare (risate del pubblico)
Marco Azzani: Non è il mio mestiere, abbiamo un team di persone bravissime che se ne occupa. Ti dò quindi la risposta mia. Quello che sappiamo è che scrivere per l’audio, se è un adattamento per un audiolibro, è relativamente semplice: anche noi prendiamo i libri e li facciamo leggere. Le altre produzioni che citavo prima, le serie audio, i podcast che abbiamo cominciato a fare e ogni altra produzione derivata, quelle richiedono una scrittura specifica, che non è la scrittura per la televisione, non è la scrittura per la radio, non è per il cinema e così via. In Italia non è facilissimo trovarla in questo momento. Tant’è vero che noi adesso abbiamo appena lanciato e comincerà la prossima settimana la Audible Academy, che è un primo corso per scrittori e adattatori per l’audio digitale. Per quanto ne sappiamo è il primo fatto appositamente, in italia. Le selezioni sono terminate qualche settimana fa, erano aperte a tutti gli under 35. Ne faremo altre nel 2019, questa è la prima con il brand Audible Academy. Noi abbiamo identificato quattro figure nella filiera dell’audio in Italia, non solo gli autori, che mancano o su cui le professionalità sono un po’ carenti: gli autori e adattatori, gli attori (dove siamo messi meglio perché il mondo del doppiaggio da cui viene Francesco ha in Italia delle figure straordinarie, su quello siamo meno in difficoltà), i registi e produttori, molto difficili da trovare, e poi i mestieri più tecnici come sound engineer, tecnici di post-produzione e così via. Gli autori e registi sono quelli più difficili, per questo ci stiamo focalizzando su queste due realtà. Abbiamo cominciato con gli autori e adattatori proprio perché vorremmo scoprire una nuova generazione di ragazzi e ragazze che hanno voglia di scrivere, che hanno talento, che hanno delle idee, ma che non sanno ancora il mestiere perché semplicemente è difficile trovare scuole che lo facciano. Abbiamo cominciato a parlare con varie scuole proprio per andare anche noi nei Master di scrittura e giornalismo che ci sono in Italia e aggiungere dei moduli di scrittura per l’audio e poi organizziamo qualcosa in proprio, Non ho ancora niente da annunciare per l’anno prossimo, ma ci sarà una nuova versione più avanzata di Audible Academy proprio perché vogliamo investire. Questo è un investimento laterale rispetto al nostro business che è quello di produrre o distribuire audiolibri, podcast e serie audio, però ci crediamo molto, perché una delle missioni storiche di Audible in tutti i Paesi è proprio quella di creare quell’humus, quel network di menti creative tra le quali poi spuntano prodotti. Alla fine, senza gli autori e gli attori…
Francesco Pannofino: …senza ciccia non se magna!

Per il futuro non ci sono ancora progetti in cantiere, ma l’interesse a continuare la collaborazione è forte da entrambe le parti.

Come iscriversi ad Audible

Con questa aggiunta, il catalogo di Audible si fa ancora più ricco. Il servizio conta già oggi oltre 15.000 titoli per un numero di ore di ascolto che supera le centomila. Per accedere ad Audible basta scaricare l’app o andare su Audible.it e sottoscrivere un abbonamento, in formula all you can listen.

Mattia Chiappani

Ama il cinema in ogni sua forma e cova in segreto il sogno di vincere un Premio Oscar per la Miglior Sceneggiatura. Nel frattempo assaggia ogni pietanza disponibile sulla grande tavolata dell'intrattenimento dalle serie TV ai fumetti, passando per musica e libri. Un riflesso condizionato lo porta a scattare un selfie ogni volta che ha una fotocamera per le mani. Gli scienziati stanno ancora cercando una spiegazione a questo fenomeno.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button