Cinema e Serie TVFeatured

Animali Fantastici, come nasce Newt Scamander? Dal libro alle apparizioni in Harry Potter

Qual è l'origine del noto magizoologo della saga? Il libro, il film e le apparizioni nella saga di Harry Potter

Cinque anni dopo l’uscita nelle sale dell’ultimo capitolo della saga di Harry Potter, I doni della morte parte 2, i fan del mondo magico di Hogwarts hanno potuto riassaporare quell’atmosfera unica grazie ad un nuovo protagonista e una nuova avventura. Nel 2016 ha fatto capolino al cinema Animali Fantastici e dove trovarli, spin-off ma anche prequel di Harry Potter, incentrato sulle avventure di Newt Scamander (o Scamandro negli adattamenti italiani).

Chiariamo subito: l’atmosfera e l’ambientazione sono le stesse per le due saghe ma le avventure, i protagonisti e, d’altronde, le epoche sono ben diverse. Le azioni del magizoologo Newton “Newt” Artemis Fido Scamander si svolgono molto prima (partono nel 1926 mentre quelle di Harry Potter si svolgono in gran parte negli anni ’90), eppure si richiamano a vicenda. Impossibile non notare le citazioni vicendevoli tra le due storie, alcune delle quali analizzeremo nel corso di questo articolo. Prima però bisogna ben comprendere chi è Newt Scamander, dove nasce il suo personaggio e qual è il suo ruolo nella saga di Harry Potter.

Newt Scamander, i suoi Animali Fantastici e la prima apparizione in Harry Potter

Il ben noto maghetto dagli occhiali rotondi e l’inconfondibile cicatrice sulla fronte studia insieme ai suoi inseparabili amici nella scuola di Hogwarts. Tra le tante discipline magiche oggetto di studio figura Cura delle Creature Magiche, una branca della Magizoologia che si occupa degli animali fantastici. Uno dei libri di testo utilizzati dai maghi studenti in questa materia è proprio Gli animali fantastici: dove trovarli, scritto da Newton Scamander. Il magizoologo, infatti, fa la sua apparizione nei libri Harry Potter nel primo libro, Harry Potter e la Pietra Filosofale. Siamo a pagina 67, Harry sta consultando la lista dei libri che serviranno per iniziare i suoi studi a Hogwarts e proprio tra quelli in elenco figura il testo di Scamander.

Newt Scamander, perchè è così famoso?

Newt Scamander si è d’altronde assicurato la fama di grande esperto di creature magiche grazie ad un’esperienza che affonda le sue radici nell’infanzia. È grazie a sua madre, una allevatrice di Ippogrifi, che il piccolo Newton ha iniziato a sviluppare la sua passione per questi animali fantastici. Cresciuto, anche Scamander ha iniziato i suoi studi ad Hogwarts, dove è stato smistato nella casata dei Tassorosso. Tra una lezione e l’altra, ha continuato ad approfondire la sua passione, studiando le creature magiche. Un imprevisto cambia però tutto: un esperimento condotto insieme a Leta Lestrange, con la quale ha una profonda amicizia, finisce male e mette a rischio la vita di un compagno. Nonostante la colpa non sia sua, Newt si assume ogni responsabilità per proteggere Leta. Finisce, così, per essere espulso da Hogwarts.

Non è chiaro se l’espulsione fosse momentanea o permanente, ciò che è certo è che a Newton fu permesso di tenere con se la bacchetta. Proprio questa lo aiuterà nel corso dei suoi successivi studi. Dopo la cacciata da Hogwarts, infatti, inizia a lavorare al Ministero della Magia nell’ufficio Regolazione e Controllo delle Creature Magiche. Successivamente all’Ufficio per il Reinserimento degli Elfi Domestici, poi alla Divisione Bestia. Qui, la sua spiccata conoscenza delle creature magiche porta a una serie di promozioni. In poco tempo diventa un magizoologo di grande fama, anche grazie ai suoi viaggi per il mondo, volti a raccogliere informazioni su ogni animale magico e scrivere il suo bestiario, Gli animali fantastici e dove trovarli, per l’appunto.

Newt Scamander e l’apparizione nella Mappa del Malandrino

Se la prima apparizione di Scamander in Harry Potter arriva, quindi, nel primo libro della saga, i fan più attenti hanno notato la presenza del magizoologo anche nel terzo film dedicato al giovane mago. In Harry Potter e il prigionieri di Azkaban compare la ben nota Mappa del Malandrino che Fred e George donano a Harry Potter. Chi conosce il film sa che questa particolare mappa mostra dove sono tutte le persone nel castello di Hogwarts. In fan più attenti si sono accorti che, guardando la pergamena così come nella scena faceva Harry, tra le persone nel castello compare proprio l’autore di Animali Fantastici. Una bella coincidenza che ha portato tutti a chiedersi perché Newt Scamander fosse lì.

Inutile dire che i fan della saga si sono scatenati in varie ipotesi. Qualcuno ha ritenuto che Newt si trovasse nella scuola per un appuntamento con Albus Silente (d’altronde tra i due c’è sempre stato un rapporto di forte stima). Altri, invece, credono che la presenza di Scamander a Hogwarts fosse dovuta all’intenzione del magizoologo di salvare Fierobecco, l’ippogrifo allevato da Hagrid e condannato a morte per aver aggredito Draco Malfoy. Cosa spiegata dal profondo amore che Scamander ha per le creature magiche. Chissà se il futuro della saga di Animali Fantastici chiarirà questo mistero…

Animali Fantastici: il libro, il film e l’edizione in beneficenza 

Gli animali fantastici e dove trovarli, il libro di Newt Scamander, è dunque oggetto di studio nella scuola di Hogwarts. Forse non tutti sanno che anche nel nostro mondo babbano è possibile trovare e acquistare questo libro. È chiaro che pur portando lo stesso titolo e lo stesso autore, dietro le quinte si nasconde sempre la nostra cara J. K. Rowling. Nel 2002 è infatti arrivata in libreria la prima versione di questo libro che ci fa sentire in tutti i sensi come un mago allievo ad Hogwarts. Questo perché si tratta non di un romanzo ma di un bestiario che, dunque, racconta e descrive nei particolari tutte le creature magiche. Inoltre il libro, nella sua prima versione (che ha ottenuto ristampe nel 2010 e 2015) si presenta come un vero e proprio libro scolastico, con tanto di annotazioni ai margini e scarabocchi vari.

Nel novembre del 2016 arriva però al cinema Animali Fantastici e dove trovarli, il primo film dedicato alle avventure di Newt Scamander e spin-off di Harry Potter. L’adattamento cinematografico trae ispirazione in parte proprio dal libro del 2002 ma il successo ottenuto ha portato all’uscita, nel 2017, di una sua nuova edizione. Gli animali fantastici: dove trovarli, nell’edizione dell’aprile 2017, presenta però molte novità. La veste grafica è diversa: sono scomparsi scarabocchi e annotazioni ai margini, non c’è più la prefazione di Silente e la biografia di Newt. Al posto dell’introduzione compare invece una prefazione di Newton stesso. Vi è inoltre l’aggiunta di altre creature magiche rispetto a quelle della prima edizione.

Il libro in questione nasce anche per uno scopo benefico: il ricavato della vendita di questa edizione è infatti devoluto a enti di beneficenza che lavorano per aiutare bambini e ragazzi ad avere una vita migliore.

Anna Montesano

Scrittrice da quando ne ho memoria, dai diari al web. Viaggiatrice incallita e malata di serie tv, appassionata di tv e cinema. Nella vita un solo motto: "Perché rimandare a domani quando puoi vederlo oggi?"

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button