Cinema e Serie TVNews

Il commento ironico di Andrzej Sapkowski di The Witcher su Game of Thrones

Tanto è stato narrato e tanto ancora si potrebbe narrare sul creatore di Geralt of Rivia, lo scrittore Andrzej Sapkowski. Autore schietto, pungente, eclettico, sempre pronto a mettere i puntini sulle i quando gli toccano il suo personaggio. Ma stavolta sembra che l’autore abbia sferrato una stoccata a niente meno che un “avversario” di non poco conto: la serie di Game of Thrones.

Lotta tra bardi

Non bastava che l’ultima stagione di Game of Thrones della HBO non sia riuscita a essere completamente all’altezza di ciò che la maggior parte dei fan si aspettava di vedere. La serie Netflix di The Witcher, basata sui romanzi di Andrzej Sapkowski, ha immediatamente visto i fan confrontare il Witcher con le opere di George R.R. Martin. I due franchise sono piuttosto diversi, ma è inevitabile pensare che due storie fantasy così potenti non possano essere messe a confronto agli occhi di un fan. Tuttavia Sapkowski non ha esitato e ha tracciato una linea di demarcazione tra i due colossi: “Credo che il mio lavoro come consulente creativo per questa serie“, ha dichiarato lo scrittore, “sia quello di assicurarmi che non ci sarà un punto della serie in cui possa apparire Ed Sheeran per mettersi a cantare. Mi assicurerò personalmente che ciò non accada. Ve lo garantisco!“.

Il commento di Sapkowski risale a una sua dichiarazione tenutasi al ComiCon di Varsavia del 2018, ma è tornato virale in queste ore.

Sapkowski faceva ovviamente riferimento a un cameo esteso fatto da Ed Sheeran durante la settima stagione di Game of Thrones. Nell’episodio, Sheeran appare come un soldato Lannister, cantando a un falò prima che Arya Stark incontri il suo gruppo. Molti fan non hanno apprezzato questo cameo, lamentandosi del fatto che il ruolo di Ed Sheeran allontanasse troppo il resto della trama dell’episodio.

Sheeran non appare da nessuna parte nella prima stagione di The Witcher, ma la serie ha comunque (ovviamente) il suo bardo, Ranuncolo (Dandelion in inglese), interpretato da Joey Batey. Il bardo che canta le gesta del Lupo bianco ha riscontrato il favore degli spettatori, a differenza del personaggio di Sheeran.

Per quanto il commento di Sapkowski fosse abbastanza innocuo, poteva nascondere una dichiarazione abbastanza eloquente. Col passare del tempo, la fama dell’opera di Sapkowski potrebbe competere ben oltre tra chi ha il bardo e le canzoni migliori. Col Witcher non si scherza.

Elisa Erriu

"Lo scrivere" è il suo mestiere. Ma oltre alla coltre delle sue varie esperienze giornalistiche e dei suoi Master, c'è un mondo fatto di fantasy, anime, film, videogame, musica, Ichnusa, My Little Pony e oggettistica del Re Leone (l'originale!). Attenzione: se pronunciate per tre volte il suo nome giapponese, apparirà alle vostre spalle.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button