News

The Amazing Spiderman: sapete che l’uomo ragno ha un auto?

Splendore e declino. Potrebbe sembrare l'abusatissimo titolo dell'ennesimo colossal cinematografico sull'ascesa e la truculenta fine dell'Impero Maya, ma in realtà è solo un'analisi stringata di come venga bistrattata l'ingegneria meccanica nel mondo dei fumetti. Certo, da un lato abbiamo creazioni pregevoli come la collezione autunno inverno di armature di Tony Stark, il Black Bird degli X-men, l'helicarrier dello S.H.I.E.L.D., la Freedom Lady dei Guardiani della Galassia… Persino il Battle Van di the Punisher, nonostante sia un Euro 0 e faccia meno di 4 km con un litro, riesce a stuzzicare la mente del lettore che in quella lamiera nera lucida vede una mortale trappola di metallo, olio, polvere da sparo e cavalli motore. 
Cosa pensiamo del seguito di Amazing Spiderman lo sapete e potete trovarlo qui, ma oggi vogliamo confrontarci con chi il film l'ha apprezzato.
Perchè, da pochi giorni, il Blu Ray è venuto alla luce e, per usare un eufemismo, ha "qualche" contenuto speciale da poter offrire anche a chi non ha goduto a pieno del ritorno al cinema del tessiragnatele e, magari, riuscire a fargli cambiare idea.
Perchè si, su alcune cose si può cambiare idea su altre no.
Potreste cambiare idea sul film grazie all'alta fattura del Blu Ray ad esempio ma non potete mutare i vostri favori nei confronti della Spider-Mobile.
E questo è splendore, perchè sappiamo che nella vita qualche punto fermo c'è, perciò se avete apprezzato la pellicola al cinema il nostro consiglio è godervi il bu ray e dimenticarvi la Spider-Mobile.
Appunto, il declino. Qualcosa che il lettore (o il visore) istintivamente capisce di dover nascondere, un fumetto che trova il suo posto solo in un angolo buio di una stanza buia, al di la di una porta spessa che nessuno ricorda di aver mai aperto. Perché solo in un posto del genere si possono custodire le sacre pagine del diniego e dell'imbarazzo. E in quel cumulo di carta che persino le fiamme evitano si nascondono le creazioni più nefaste, come la Spider-Mobile. 
"A cosa potrebbe servire un'automobile a Spiderman?", una domanda che sembra perfettamente legittima. Il nostro burlone penzolante si muove agilmente evitando gli ingorghi di una delle città più congestionate del mondo del fumetto, al cui confronto il centro di Milano sembra una pista di atterraggio per voli charter. Ma purtroppo la domanda non solleva che un primo sottile velo di dubbi e incertezze. Perché non si tratta di un'auto qualsiasi, si tratta di un'orribile dune buggy con carrozzeria dai colori sociali del club "amici del ragno". Se di carrozzeria si può parlare, trattandosi di un veicolo praticamente scoperto. 
Riassumiamo un attimo il concetto. Prendiamo uno degli eroi con la maggiore mobilità, lo mettiamo su un veicolo scomodo e privo di protezioni, mettiamo questo veicolo, adatto solo a percorsi fuori strada, nel centro di una metropoli, lo coloriamo in modo che sia un ottimo bersaglio per i lanciamissili anche da un paio di kilometri di distanza, ci montiamo qualche gadget da gippippa e aspettiamo che il destino faccia il suo corso. Complimenti per essere uscito vivo dagli anni '70, Peter! 
Ma ora veniamo alla scienza, calcolatrice alla mano. Una dune buggy simile a quella aracnidea ha un peso di circa 750 kg. Per potersi arrampicare sulle pareti (si, faceva anche questo…), l'area di contatto dei copertoni dovrebbe avere sufficiente forza adesiva da sostenere questo peso. L'area di contatto, per questo tipo di veicolo a pressione della camera d'aria media è stimabile attorno a 100 cm2 per pneumatico, area che si riduce a meno di un decimo su superfici verticali a causa della posizione del baricentro. Immaginandola appesa a testa in giù, questo significa una forza adesiva di "appena" 1,8 MPa, valore inferiore a molte colle commerciali in barattolo. Per restare "appesa" attraverso l'uso dei lancia-ragnatele di serie, la resistenza della tela avrebbe invece dovuto essere di circa 15 MPa, contro i 100 MPa di un polimero robusto. In pratica, il 15% della resistenza di molti degli oggetti che vi stanno circondando in questo momento. 
Ma con la certezza che la "Dune Buggy" di Spidey non arriverà nel terzo capitolo parliamo dei contenuti speciali del Blu-ray: dopo un ampio documentario in sei parti sul dietro le quinte e i commenti degli autori e il video musicale avrete ben nove scene tagliate dalle quali attingere e in particolare una sta facendo parlare, ovvero la famigerata "Peter incontra suo Padre" e solo il titolo potrebbe essere già spoiler.
Per chi ha visto la pellicola possiamo dire che la vicenda aiuterà non poco Peter a superare la morte di Gwen, responsabilità che nel taglio finale era stata lasciata al tempo e alla stessa ragazza tramite video.
Nemmeno nelle altre scene la nostra auto comparirà, che pretendete? Provate a cercare! E poi ci si chiede perché la gente preferisca le portaerei volanti (o i blu-ray ai dvd). 

Ti potrebbero interessare anche:

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button