Cinema e Serie TVFeatured

9 serie TV stranissime e ad alto tasso di violenza

Al contrario dei film, le serie tv che uniscono l’idiozia allo splatter o alla violenza estrema sono abbastanza rare; ciò è probabilmente dovuto ai costi elevati a cui devono sottostare queste produzioni e al fatto che questo genere di prodotti non garantiscono mai una buona riuscita. Solitamente o sono geniali, o sono orrende: non esistono mezze misure. Ciononostante qualcuno ha tentato l’impresa riuscendoci, dal nostro punto di vista, maledettamente bene.

Questi prodotti riescono a mantenere uno stile da cinema di serie B, condito con un pizzico di atmosfera trash e così tanto sangue, da garantire uno spettacolo dalle situazioni assurde più divertenti che inquietanti.

Ecco perché siamo qui oggi a consigliarvi 9 serie tv stranissime: tutte divertenti ma anche un sacco splatter.

Blood Drive (2017)

Show con una bella dose di splatter ambientato in un futuro distopico datato 1999. Il mondo è devastato dai terremoti, acqua e petrolio sono ormai due elementi estremamente rari, il surriscaldamento globale ha portato la temperatura a 46°C all’ombra e ovunque dilaga la criminalità in ogni sua forma (che ve lo diciamo a fare?).

La serie narra di una corsa automobilistica chiamata Blood Drive, in cui il maestro di cerimonie è uno psicopatico dai denti marci, i conducenti sono assassini deviati e le auto sono alimentate con sangue umano. Una buona dose di ingredienti weird insomma. Non ci meraviglia che la serie purtroppo sia stata cancellata dopo la prima stagione, in quanto qualsiasi argomento considerato tabù dalla classe benpensante veniva sciolinato fino all’eccesso: Torture, sangue, sesso, cannibalismo e molto altro erano all’ordine del giorno in ogni puntata, il tutto naturalmente incorniciato in un’atmosfera estremamente trash!

Z Nation (2014)

La versione tamarra di The Walking Dead: apocalisse zombie, sangue, droga e personaggi estremi (alcuni divertentissimi) sono il piatto principale di una storia che narra di un gruppo di sopravvissuti intento a portare in California l’unica persona che, dopo l’assunzione di un vaccino sperimentale, è sopravvissuta ai morsi degli infetti.

Naturalmente il sangue e le situazioni assurde non si fanno aspettare più di tanto, considerando che… indovinate un po’ qual è la casa di produzione creatrice di questa serie? The Asylum (si, la stessa casa di produzione di Sharknado e tanti altri ‘capolavori’ del genere), quindi imperdibile.

Future Man (2017)

Josh Futturman voleva solo finire il suo videogioco preferito, ma quando ci riesce, si ritrova a viaggiare il tempo in lungo e in largo con Tiger e Wolf, due strani personaggi venuti da un futuro distopico per salvare il pianeta da una brutta situazione. Oltre all’alto contenuto di bizzarria e ai meravigliosi personaggi (ognuno folle a modo suo), la serie è caratterizzata da centinaia di citazioni, omaggi e riferimenti al mondo videoludico e cinematografico che il Nerd medio non può assolutamente farsi scappare: Ritorno al Futuro, Matrix, Terminator, Top Gun, Easy Rider, Il silenzio degli innocenti, Wargames sono solo alcuni dei titoli omaggiati da una serie TV che bilancia il divertimento con una buona dose di violenza a gogo.

Metalocalypse (2006)

Una serie animata che parla dei Dethklok, un gruppo death metal così popolare da essere considerato la settima potenza economica più grande del pianeta. Già solo per queste due righe merita di essere scovato, se poi ci aggiungi anche elementi dark e violenza estrema mista a battute ed umorismo, la serie è bell’e fatta. Per rendere l’idea, la band protagonista si esibisce in concerti talmente pericolosi che i partecipanti sono tenuti a firmare delle “deroghe dolore” all’ingresso, sollevando la band da ogni responsabilità nel caso molto probabile di morte o mutilazione. Si, detta così sembra inquietante, ma vi assicuriamo che la visione sarà molto più divertente di quanto possa sembrare.

Stan against evil (2016)

Serie tv con un tocco splatter maledettamente sconosciuta in Italia, con delle note interessanti da non sottovalutare; basti pensare che il protagonista è interpretato da John C. McGinley (il mitico Dr Cox di Scrubs) per poter dire “OK, la devo vedere!“. La serie narra le avventure dell’acido e scorbutico Stan Miller, ex sceriffo di una cittadina del New Hampshire costruita sul luogo di un massacro di streghe. Assieme al nuovo sceriffo dovrà combattere la città da un’invasione di fantasmi, demoni, streghe e fattucchiere in un divertente pot-pourri di horror, commedia e un pizzico di gore che in questi casi non guasta mai.

Happy Tree Friends (1999)

Sei lì sul divano, convinto di vedere un programma per bambini e ti ritrovi spettatore di uno degli show più cruenti mai apparsi in tv. Spiazzante. È l’unico termine che ci viene in mente per definire questa serie animata in cui i protagonisti sono dei teneri animaletti pucciosi. L’atmosfera tutta caramelle e arcobaleno che ci presentano inizialmente cambia da un secondo all’altro, trasformandosi in situazioni in cui i protagonisti finiscono puntualmente per morire nei modi più strani e cruenti possibili, il tutto naturalmente guarnito dalla più massiccia quantità di sangue immaginabile.

Ash vs Evil dead (2015)

Certamente questa serie non ha bisogno di presentazioni. Seguito ufficiale de L’armata delle tenebre, narra le avventure di Ash Williams, tornato a combattere il male dopo averlo accidentalmente rievocato per l’ennesima volta. Per tutti coloro che non hanno l’idea di cosa stiamo parlando, diciamo solo che il protagonista va a caccia di spiriti, demoni, zombie e streghe con una motosega al posto della mano e tanto vi basti!

In questa serie TV, per mantenere la giusta dose di nostalgia tra una scena splatter e l’altra, possiamo notare anche la presenza di Lucy ‘Xena’ Lawless tra i protagonisti principali.

Mr Pickles (2013)

Il tenero Border Collie protagonista di questa serie animata passa le sue giornate ad uccidere e mutilare le sue vittime, vivendo delle realtà al di fuori della normalità per un essere umano, figuriamoci per un cane!

Il tutto con la completa inconsapevolezza della sua famiglia eccetto del nonno, che sa tutto ma, naturalmente nessuno gli crede. Una serie TV animata decisamente non per bambini, nonostante l’alto tasso di umorismo dovuto paradossalmente all’eccessiva violenza.

Wyrmwood: Chronicles of the Dead (2017)

Questa serie non esiste. Sul serio. Ma facciamo un passo indietro: nel 2015 arrivò dall’Australia un film strano, a metà tra uno zombie movie e un Mad Max. Un film talmente splatter e fantasioso che qualche anno dopo decisero di farne una serie televisiva. Se ne parlò per mesi, erano tutti entusiasti di questa idea, crearono persino un teaser di 7 minuti composto principalmente da scene piene di sangue. Poi dal nulla, tutto scompare, non si sa né come né perché, ma la serie non si è più fatta. Noi speriamo vivamente che un giorno una prima stagione sbuchi dal nulla allo stesso modo in cui non se ne è più parlato per anni. Nel frattempo gustiamoci questi ignorantissimi 7 minuti.

Bullets of justice

Anche questa serie non esiste, ma se ne è parlato talmente tanto nel mondo dell’internet che merita di essere menzionata. L’idea è semplice: un futuro post apocalittico in cui maiali antropomorfi allevano esseri umani per farne carne da macello. Toccherà ad un piccolo gruppo di ribelli dover cambiare le cose.

Nata come serie televisiva, hanno organizzato differenti crowdfunding per trovare i soldi per produrla, tutte le volte senza successo. Però sono riusciti a racimolare abbastanza soldi da ridimensionare il progetto e farne un film (uscito nell’estate 2019). L’idea nasce come sequel di un cortometraggio Kazako del gruppo Project Zenit.

E voi? Conoscete qualche serie TV bizzarra ad altissimo tasso di violenza maledettamente divertente?

Enrico Natalini

il suo DNA è composto al 100% di cultura trash e underground. Che siano libri, film, fumetti, serie tv, spettacoli teatrali, mostre o televendite è un segugio per tutte quelle chicche che sopravvivono all'insaputa del mainstream. Di lui dicono che è come un cartone animato, non ha capito bene se sia un complimento o meno, ma a lui piace.

Ti potrebbero interessare anche:

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button